Aster Phoenix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aster Phoenix
Asterphoenix.png
Aster in Yu-Gi-Oh! GX
Universo Yu-Gi-Oh!
Nome orig. エド ・フェニックス (Edo Fenikkusu)
Lingua orig. Giapponese
Voci orig.
Voci italiane
Specie Umana
Sesso Maschio
Etnia Giapponese
Data di nascita 19 dicembre
Professione Duellante professionista

Aster Phoenix (エド・フェニックス Edo Fenikkusu?) è un personaggio della serie Yu-Gi-Oh! GX e della terza stagione di Yu-Gi-Oh! Arc-V.

Sviluppo del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

"Edo Fenikkusu" è un gioco di parole giapponese: le fenici (il cognome si traduce "fenice") erano comunemente raffigurate nell'arte del periodo Edo. Il nome "Aster" vuol dire "stella" o "stella d'argento", significati adatti nel caso di Aster, causa la celebrità, nella serie, del personaggio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Yu-Gi-Oh! GX[modifica | modifica wikitesto]

Seconda serie[modifica | modifica wikitesto]

Aster compare per la prima volta nel primo episodio della seconda serie. È un duellante professionista, ma si presenta al protagonista Jaden Yuki come un dilettante. Aster è in cerca del duellante più forte dell'Accademia e si presenta al dormitorio Slifer Rosso, chiedendo a Jaden se può indicargli il miglior duellante. Jaden afferma di essere lui il suo duellante migliore quindi Aster ingaggia la sfida, perdendo di proposito il marchio, seguendo il suggerimento del suo agente, il misterioso Sartorius, cartomante suo amico, antagonista principale della serie. Per studiare le mosse dell'avversario di Aster, Sartorius aveva consigliato la sconfitta al professionista, il quale però non comprende il motivo per cui debba esaminare Jaden. Durante il duello Aster riflette sull'atteggiamento di Jaden, che si dimostra immaturo e dà consigli inutili. Dopo il duello,quando il ragazzo si allontana, Syrus il quale ha riconosciuto Aster, rivela al protagonista che colui contro cui si è battuto è un famoso duellante professionista, che nel duello ha usato un altro Deck fatto di carte a caso, quindi un Deck che non il è suo.

Il primo duello della serie in cui Aster dimostra la sua vera abilità nei combattimenti è quello contro Zane Truesdale, altro duellante professionista, il migliore dell'Accademia del Duellante. Prima del loro incontro, Zane aveva sentito parlare di un demone che si aggirava per le strade, del quale è successivamente testimone oculare: il ragazzo aveva soccorso un uomo aggredito dalla spaventosa creatura. Quando termina il duello tra i due, conclusosi con l'inaspettata e clamorosa sconfitta di Zane, questo capisce che quella pericolosa creatura demoniaca era Aster. Tale sconfitta provocherà nell'imbattibile Truesdale una profonda crisi esistenziale che lo porterà a diventare malvagio. Aster, per orgoglio, non accetta di far credere di aver perso contro Jaden, anzi lo accusa di avergli copiato il Deck,e così lo sfida pubblicamente. Così facendo, si guadagna l'antipatia del giovane Yuki e dei suoi amici. Ma questa volta mostra il suo vero talento. Prima della sfida, il demone ricompare e si scatena contro un uomo che ha tentato di rubare alcune carte nel negozio dell'Accademia. La voce della creatura è di Aster Phoenix, il suo padrone. Jaden e i suoi amici giungono sul posto dove si sarebbe svolto l'incontro, e rimangono impressionati dalla scena; il protagonista, arrabbiato, chiede ad Aster delle spiegazioni, ma al giovane non importa delle condizioni del ladro da lui assalito, ad Aster importa solo che giustizia sia fatta. Durante il duello con Jaden, Aster utilizza delle carte molto simili a quelle dell'avversario: all'inizio gioca gli stessi eroi elementali posseduti dall'altro, poi alcune molto simili, ovvero gli Eroi del Destino. Inoltre, rivolge parole di disprezzo al protagonista, rimproverandogli il suo eccessivo entusiasmo nel combattimento: per Jaden duellare è solo un divertimento, per Aster invece è un modo per fare giustizia. Jaden scopre il triste passato del ragazzo, che gli racconta di come ha perso il padre, scomparso misteriosamente quando lui era un bambino. Il genitore, creatore degli Eroi del Destino, venne misteriosamente rapito. Ora, Aster vuole trovare il rapitore di suo padre per fare giustizia. Lo riconoscerà da una carta realizzata dal padre, Plasma Eroe del Destino. Il duello termina con la sconfitta di Jaden, il quale perde la capacità di vedere le proprie carte, ormai diventate bianche.

La parte buona di Sartorius affida ad Aster una delle due chiavi da custodire: entrambe attivano il Satellite che controlla le menti, ottenuto da Sartorius con la vittoria sul Principe Ojin, sovrano del Regno di Misgarth. Phoenix duella con Sartorius nel dormitorio bianco, ma viene sconfitto, e perde la chiave.

Terza serie[modifica | modifica wikitesto]

Aster era tornato con i professionisti, ma viene all'Accademia del Duellante per vedere le Bestie Cristallo, mostri usati da Jesse Andersen, il quale ora sta duellando con Jaden. Phoenix ha sentito parlare di queste creature da Maximillion Pegasus, che, come ha confessato al ragazzo, pone Aster al quarto posto nella classifica dei migliori duellanti, ovvero dopo Yugi/Yami Yugi, Seto Kaiba e Katsuya Jonouchi.

Aster ed il professor Eisenstein contattano Jaden ed i suoi amici, catapultati in un'altra dimensione insieme alla scuola, e li avvisano che la carta del Drago Arcobaleno è necessaria per riportare l'Accademia al suo posto.

Tornata l'Accademia del Duellante dov'era sempre stata, Jaden e gli altri decidono di recarsi ancora in una dimensione sconosciuta per trovare Jesse, mentre Aster e Zane vengono forzatamente risucchiati dal portale. I due sono inizialmente separati dal resto del gruppo. Aiutano Jim ed Axel contro il Sovrano Supremo.

Vedendo che Adrian tratta male la sua amica Echo, Aster duella con lui. Riesce a proteggere i suoi amici, ma dopo l'esplosione provocata da Exodia, potentissima creatura del Duel Monsters, non torna da loro. Rivive insieme a quanti erano periti in questa dimensione.

Quarta serie[modifica | modifica wikitesto]

Per aiutare Chazz a diventare un duellante di livello professionistico, Crowler convince Aster ad assumere il ragazzo come suo assistente.

Una società che produce carte di Duel Monsters concede a Phoenix una nuova carta per aumentare la forza del suo deck, composto da Eroi del Destino, ma essa scompare. L'azienda se la prende con Aster, il quale va incontro a problemi legali ed è costretto ad abbandonare la lega dei professionisti. Il manager del giovane decide di investire su Chazz, ma questo scopre che è stato proprio l'uomo a far sparire la carta del Destino. Inoltre, per avviare la carriera del suo nuovo protetto, il losco individuo fa disputare a Chazz un duello truccato con Aster, destinato alla sconfitta: se Phoenix dovesse avere la meglio, infatti, il suo ex manager farà chiudere un orfanotrofio a cui il ragazzo è particolarmente legato. Chazz non approva i metodi dell'uomo, e fa incastrare lo stesso per il furto della carta, aiutato da Jaden; il presidente della società che ha creato la carta ritira le accuse contro Aster e permette a lui di tornare tra i professionisti. Così, Aster e Chazz continuano il loro duello, affrontandolo lealmente. Il primo utilizza la sua nuova carta, Dragone del Destino Finale, ma l'altro, contro ogni pronostico, riesce a trionfare.

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga