Associazione nazionale marinai d'Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Associazione nazionale marinai d'Italia
Stemma araldico ANMI.png
Stemma araldico dell'ANMI
Descrizione generale
NazioneItalia Italia
TipoAssociazione combattentistica e d'arma
PatronoSanta Barbara
MottoUna volta marinaio... marinaio per sempre
Anniversari10 giugno:
Festa della Marina Militare

4 dicembre:
santa Barbara
Comandanti
Presidente
nazionale
amm. sq. (a) Paolo Pagnottella
Voci su marine militari presenti su Wikipedia

L'Associazione nazionale marinai d'Italia (A.N.M.I.) è un'associazione nazionale italiana di ex combattenti e militari della Marina Militare italiana.

Finalità[modifica | modifica wikitesto]

L'associazione, apolitica e senza fini di lucro, costituisce la libera unione di coloro che sono appartenuti o appartengono, senza distinzione di grado, alla Marina Militare e che, consapevoli dei propri doveri verso la Patria, intendono mantenersi uniti per meglio servirla in ogni tempo.

Diffusione e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

La sezione centrale del sommergibile Andrea Provana, collocata al parco del Valentino presso la sede torinese dell'ANMI.

La sede nazionale si trova a Roma, caserma "Riccardo Grazioli Lante della Rovere", piazza Giovanni Randaccio, 2 - 00195. L'associazione è posta sotto la tutela del Ministero della difesa e conta 456 sedi in diverse città d'Italia, alle quali vanno ad aggiungersi le 16 sedi dedicate agli italiani emigrati all'estero e presenti in Australia, Brasile, Canada, Germania e Stati Uniti d'America.

L'associazione è stata riconosciuta con decreto del capo del Governo del 19 maggio 1943. In seguito, grazie al decreto del presidente della Repubblica del 18 settembre 1984 - n. 788, è avvenuta l'approvazione del Nuovo Statuto dell'Associazione Nazionale Marinai d'Italia[1]. Il decreto è stato registrato alla Corte dei Conti il 12 novembre dello stesso anno (reg. n. 36 Difesa fg. n. 321) e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (n. 326 del 27 novembre 1984) a firma del Presidente della repubblica Sandro Pertini e del Ministro della difesa Giovanni Spadolini.

L'Associazione fa inoltre parte del Consiglio nazionale permanente delle associazioni d'arma, denominato Assoarma.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

L'A.N.M.I. pubblica mensilmente la rivista Marinai d'Italia.

Da ricordare inoltre l'attività svolta dall'Associazione nell'ambito della Confederazione marittima internazionale (C.M.I.), della quale è membro sin dal 1980. Collabora, infine, anche con la S.T.A.I. (Sail Training Association Italia), di cui sono Soci fondatori lo Yacht Club Italiano e la Marina Militare.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statuto A.N.M.I (PDF) [collegamento interrotto], su anmi-mi.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]