Associazione Sportiva Modica Calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A.S.D. Modica Calcio
Calcio Football pictogram.svg
Rossoblù, Tigrotti
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso e Blu (Strisce).png Rosso - Blu
Dati societari
Città Modica
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Promozione
Fondazione 1949
Scioglimento 2016
Rifondazione 1958
Rifondazione 2009
Stadio comunale Pietro Scollo
(2 500 posti)
Palmarès
Titoli nazionali 1 Campionato di Serie D
Si invita a seguire il modello di voce

L' Associazione Sportiva Dilettantistica Modica Calcio conosciuta semplicemente come Modica, è stata una società calcistica italiana con sede nella città di Modica, in Provincia di Ragusa.

Nella stagione 1980-1981 i rossoblù ottennero la prima storica promozione nel campionato professionistico di Serie C2, retrocedendo tuttavia la stagione seguente; ventidue anni dopo, la società conquistò nuovamente il salto di categoria nel campionato professionistico, ottenendo ancora una volta la retrocessione l'anno seguente. A livello nazionale, la squadra ha preso parte a 2 campionati professionistici di Serie C2, 8 campionati di Serie D e 2 campionati Interregionali. Nella stagione 2004-2005 vinse il suo primo ed unico campionato nazionale di Serie D. Per quanto concerne la parte regionale, nel corso della sua storia i tigrotti hanno ottenuto ottimi risultati, annoverando nella propria bacheca 2 campionati d'Eccellenza, 4 campionati di Promozione ed un campionato rispettivamente di Prima e di Seconda Categoria; come unico trofeo esposto vi è la Coppa Trinacria vinta nella stagione 1968-1969.

A seguito della retrocessione ottenuta nella stagione 2015-2016, la società decise di unire le forze con l'Unione Sportiva Dilettantistica Ragusa 2014[1] (sotto il nome di Societa Sportiva Dilettantistica Ragusa)[2], con l'intento di ottenere dalla Lega Nazionale Dilettanti, il ripescaggio nel campionato d'Eccellenza. Tuttavia, gli sforzi dei due sodalizi fu invano; dopo aver appreso la notizia del mancato ripescaggio, il presidente Giovanni Iacono non iscrisse la squadra al campionato di Promozione, dichiarando così, lo scioglimento della società modicana[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Modica Calcio nel 1950

Ancor prima della nascita di una prima società di calcio, il settimanale di propaganda fascista "Vedetta Iblea" di Ragusa raccontava della disputa di un Campionato Provinciale 1931/32 diviso in due gironcini. Nel girone B giocarono Modica, Scicli, Pozzallo e Spaccaforno.

La prima società fu solo pensata nel 1932, presso un bar del centro, con il nome di Vis Modica, ma non partecipò a campionati ufficiali nei primi anni. Nel 1934 la Vis Modica ebbe un primo presidente, Salvatore Gintoli, e la sua prima casacca ufficiale, coi colori rossoblu. Le prime partite, non ufficiali, furono giocate in un grande spiazzale della stazione ferroviaria[4]. In seguito fu approntato un vero e proprio rettangolo di gioco, nel quartiere Sorda, allora periferia della città. Per l'inaugurazione, fu invitato il Rosolini(SR), che vinse 1-0. Dopo la guerra, il campo sportivo fu intitolato alla Medaglia d'Oro al V.M. Vincenzo Barone.

Nella stagione 1937-1938 il Modica partecipa al suo primo campionato ufficiale, seppure a carattere provinciale. Fu disputato il primo derby con il Ragusa, terminato col risultato di 1-1. Nel 1939 il Modica partecipa al Campionato Propaganda Provinciale con Ragusa, Pozzallo, Vittoria, Ispica e Ragusa Ibla, vinto dall'Ispica. Poi l'inizio della guerra bloccò l'attività calcistica modicana[5]. Un mini torneo provinciale fu organizzato nel 1943-1944 per festeggiare la fine della guerra: vi parteciparono tre squadre di Ragusa, una di Ispica, una di Vittoria, e una di Modica, detta Aurora Modica.

Il 20 ottobre 1946 viene costituita l'Unione Sportiva Modica, che come primo campionato partecipò alla Seconda Divisione regionale nel 1949-1950[6]. Vinse i primi due campionati, approdando nel 1951-52 alla Promozione, per l'ultimo anno gestita dalla Lega Interregionale, e quarta serie dei tempi. La società divenne poi Fiamma Modica, dopo il ritiro dal campionato di Promozione regionale (quinta serie) nel 1957-58 in seguito al suo primo fallimento. Ritornerà alla denominazione Modica Calcio nel 1960-61, dopo la promozione dalla II alla I Categoria. Il Modica vinse nel 1963-1964 la Coppa Trinacria, riservata alle squadre meglio piazzate nel torneo di II Categoria[7]. La società fa la sua prima apparizione in Serie D solo nel 1973-74, dopo anni passati nei campionati regionali.

Nel 1980-81 arriva la prima promozione in Serie C2: i rossoblu arrivano al secondo posto nel girone F. La formazione di Luigi Bodi non regge però l'urto con la quarta serie e non riesce a vincere neanche una partita, tornando subito tra i dilettanti. I rossoblu riuscirono ad imporre il pareggio in tutti e due i confronti al Barletta, squadra che dominò il campionato approdando alla C1.

Nel 2003 il Modica tornò in Serie D dopo aver vinto il proprio girone di Eccellenza. Nella stagione 2004-05 la formazione allenata da Pino Rigoli vinse il girone I e tornò in C2 dopo più di vent'anni. Nel campionato 2005-06 la squadra, ben rinforzata, si riuscì a destreggiare per tutto il girone d'andata, salvo poi subire un crollo nel ritorno e retrocedere ai play-out persi contro il Potenza.

Per il campionato 2006-07 il Modica non si iscrisse per irregolarità amministrative al campionato di Serie D, ma avendo fatto fusione societaria con la società Libertas Acate (in quel momento a 0 punti dopo le prime 3 partite), disputò il campionato di Eccellenza, che vinse chiudendo al primo posto finale solitario. Dalla stagione 2009-2010, la società gioca, ancora in serie D, con la nuova denominazione A.S.D. Modica Calcio.

Nel 2011-12 ha disputato il campionato di Eccellenza sotto la nuova guida societaria del lentinese Piero Cundari, ottenendo la salvezza e chiudendo al 12º posto in classifica. La stagione 2012-13 iniziò con la squadra a lungo nelle posizioni di vertice, ma nelle ultime giornate subì un crollo, chiuse in quinta posizione e perse i play-off a Vittoria per 2-0. Nel 2013-14, il presidente Piero Cundari lasciò il vertice societario, così come Seby Catania lasciò la panchina iblea. Il nuovo presidente Pietro Bellia si ritrovò grossi debiti non saldati e non chiamò alcun allenatore: il portiere Nicola Polessi prima e il capitano Gianluca Filicetti poi presero le redini della formazione, riuscendo a farla arrivare al 7° nel torneo di Eccellenza Girone B. Nella stagione 2014-15 il Modica calcio, sempre con Presidente Pietro Bellia e Gianluca Filicetti nelle vesti di giocatore-allenatore, dopo aver condotto un buon girone di andata chiuso all'8º posto con 20 punti, si è perso nel girone di ritorno a causa di problemi economici della società e conseguente indebolimento della rosa, conquistando solo 8 punti e chiudendo al 12º posto. La squadra ha comunque ottenuto la salvezza vincendo la gara di play out contro il Città di Vittoria per 2-0. Capocannoniere della squadra è risultato un ex terzino, riscoperto come goleador, Salvatore Ravalli, con 9 reti.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Modica Calcio
  • 1949 - Nasce l'Unione Sportiva Modica.
  • 1949-1950 - 2° in Seconda Divisione Sicilia. Green Arrow Up.svg Promosso in Prima Divisione.
  • 1950-1951 - 2° in Prima Divisione Sicilia. Green Arrow Up.svg Promosso in Promozione.
  • 1951-1952 - 4° nel girone O in Promozione Lega Sud.
  • 1952-1953 - 4° in Promozione.
  • 1953-1954 - 12° in Promozione.
  • 1954-1955 - 8° in Promozione.
  • 1955-1956 - 4° in Promozione.
  • 1956-1957 - 15° in Promozione.
  • 1957-1958 - 16° nel Campionato Dilettanti. Dopo 5° giornate la squadra dichiara il fallimento.
  • 1958 - Viene rifondata la società sotto il nome di Fiamma Modica e si iscrive al campionato di Terza Categoria.
  • 1958-1959 - 2° nel girone ? di Terza Categoria. Green Arrow Up.svg Promosso in Seconda Categoria.

  • 1959-1960 - 1° nel girone ? di Seconda Categoria. Green Arrow Up.svg Promosso in Prima Categoria.
  • 1960-1961 - 14° nel girone ? di Prima Categoria. Red Arrow Down.svg Retrocesso in Seconda Categoria.
  • 1961 - La società si fonde con la Polisportiva Modica assumendo la nuova denominazione in Modica.
  • 1961-1962 - 5° nel girone ? di Seconda Categoria.
  • 1962-1963 - 4° nel girone ? di Seconda Categoria.
  • 1963-1964 - 3° nel girone ? di Seconda Categoria.
  • 1964-1965 - 2° nel girone ? di Seconda Categoria. Perde lo spareggio-promozione.
  • 1965-1966 - 2° nel girone ? di Seconda Categoria.
  • 1966-1967 - 2° nel girone ? di Seconda Categoria. Perde lo spareggio-promozione.
  • 1967-1968 - 4° nel girone ? di Seconda Categoria.
  • 1968-1969 - 10° nel girone ? di Seconda Categoria.
Vince la Coppa Trinacria (1º titolo).

  • 1969-1970 - 5° nel girone ? di Seconda Categoria. Ammesso in Prima Categoria a seguito della riforma dei nuovi campionati.
  • 1970-1971 - 2° nel girone ? di Prima Categoria.
  • 1971-1972 - 1° nel girone ? di Prima Categoria. Green Arrow Up.svg Promosso in Promozione.
  • 1972-1973 - 1° nel girone B in Promozione. Green Arrow Up.svg Promosso in Serie D.
  • 1973-1974 - 11° nel girone I in Serie D.
  • 1974-1975 - 7° nel girone I in Serie D.
  • 1975-1976 - 3° nel girone I in Serie D.
  • 1976-1977 - 5° nel girone I in Serie D.
  • 1977-1978 - 8° nel girone I in Serie D.
  • 1978-1979 - 5° nel girone I in Serie D.

Fase eliminatoria a gironi in Coppa Italia Serie C.

  • 1989-1990 - 2° in Prima Categoria.

  • 1999-2000 - 6° nel girone B in Eccellenza.
  • 2000-2001 - 4° nel girone B in Eccellenza. Perde i play-off.
Finalista in Coppa Italia Dilettanti Sicilia.
  • 2001-2002 - 10° nel girone B in Eccellenza.
  • 2002-2003 - 1° nel girone B in Eccellenza. Green Arrow Up.svg Promosso in Serie D.
  • 2003-04 - 3° nel girone I in Serie D. Perde i play-off.
Fase a gironi in Coppa Italia Serie D.
Fase a gironi in Coppa Italia Serie D.
Fase a eliminazione diretta in Coppa Italia Serie C.
  • 2006 - A seguito del fallimento societario per illeciti amministrativi, la squadra preleva il titolo sportivo dell'Acate Calcio e cambia denominazione in Libertas Acate-Modica.
  • 2006-2007 - 1° nel girone B in Eccellenza. Green Arrow Up.svg Promosso in Serie D.
  • 2007-2008 - 8° nel girone I in Serie D.
Primo turno in Coppa Italia Serie D.
Primo turno in Coppa Italia Serie D.

  • 2009 - La società cambia denominazione in Associazione Sportiva Dilettantistica Modica Calcio.
  • 2009-2010 - 8° nel girone I in Serie D.
Sedicesimi di finale in Coppa Italia Serie D.
Primo turno in Coppa Italia Serie D.
Sedicesimi di finale in Coppa Italia Dilettanti Sicilia.
Ottavi di finale in Coppa Italia Dilettanti Sicilia.
Quarti di finale in Coppa Italia Dilettanti Sicilia.
Sedicesimi di finale in Coppa Italia Dilettanti Sicilia.
Sedicesimi di finale in Coppa Italia Dilettanti Sicilia.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Il Modica gioca le sue partite interne dagli anni 2000 allo Stadio Caitina, che ha una capienza di 2500 spettatori, dopo aver abbandonato il "Vincenzo Barone", rimasto in uso per le categorie giovanili. Lo Stadio Caitina di Modica è stato ribattezzato in onore di Pietro Scollo, massaggiatore della compagine iblea. Lo stadio è composto da una tribuna in prefabbricati in alluminio coperta, con alcuni seggiolini nella parte centrale, da una tribuna in calcestruzzo con tiranti che servivano per la vecchia copertura e da una curva non ancora agibile.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2004-2005 (girone I)

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

2002-2003 (girone B), 2006-2007 (girone B)
1972-1973 (girone B), 1984-1985 (girone B), 1994-1995 (girone C), 1997-1998 (girone C)
1971-1972
1959-1960
  • Coppa Trinacria: 1
1968-1969

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

secondo posto: 1980-1981 (girone F)
terzo posto: 1975-1976 (girone I), 2003-2004 (girone I)
secondo posto: 1970-1971, 1989-1990
secondo posto: 1964-1965, 1965-1966, 1966-1967
terzo posto: 1963-1964
secondo posto: 1958-1959
secondo posto: 1950-1951
secondo posto: 1949-1950
finalista: 2000-2001

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali
Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie C2 2 1981-1982 2005-2006 7
Serie D 5 1973-1974 1977-1978
Serie D 3 1978-1979 1980-1981 5
Campionato Interregionale 2 1982-1983 1985-1986
Regionali
Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
IV Promozione Interregionale 1 1951-1952 1
V Prima Divisione 1 1950-1951 11
Promozione 6 1952-1953 1972-1973
Campionato Dilettanti 1 1957-1958
Prima Categoria 1 1960-1961
Eccellenza 2 2014-2015 2015-2016
VI Seconda Divisione 1 1949-1950 28
Seconda Categoria 10 1959-1960 1969-1970
Prima Categoria 2 1970-1971 1971-1972
Promozione 5 1983-1984 1988-1989
Eccellenza 10 1995-1996 2013-2014
VII Prima Categoria 2 1989-1990 1990-1991 7
Promozione 5 1991-1992 1997-1998

Partecipazioni alle coppe[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa Italia Serie C 2 1981-1982 2005-2006 2
Coppa Italia Serie D 6 2003-2004 2010-2011 6

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ragusa e Modica insieme, chi lo avrebbe mai detto!, igiornalidisicilia.it. URL consultato il 24 agosto 2016.
  2. ^ Modica Calcio 1932 cancellato. Una storia recente di fallimenti, corrierediragusa.it. URL consultato il 24 agosto 2016.
  3. ^ Il Ragusa non è ripescato in Eccellenza e scompare. Vittoria fa festa per la Promozione, corrierediragusa.it. URL consultato il 24 agosto 2016.
  4. ^ Pierri, p. 33
  5. ^ Pierri, pp. 33-34
  6. ^ Pierri, p. 35
  7. ^ Pierri, pp. 637-641

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gaetano Sconzo. E la Contea ritrova il calcio che conta. «La Sicilia», 8 aprile 2003, 16.
  • Gianluca Pierri, Alè Tigrotti. 1932 - 2005. La storia del Modica Calcio dalle origini ai nostri giorni, Modica, 2005.
  • Antonio Calabrese. Gianluca Pierri. Storia del Calcio nella provincia di Ragusa, Modica, 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]