Associazione Sportiva Dilettantistica Città di Gragnano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A.S.D. Città di Gragnano
Calcio Football pictogram.svg
Gragnanesi, Pastai
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Giallo e Blu (Strisce).png Giallo e blu
Simboli Leone
Dati societari
Città Gragnano
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie D
Fondazione 1939
Presidente Italia Vincenzo Martone
Allenatore Italia Rosario Campana
Stadio San Michele
(3 000 posti)
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Sportiva Dilettantistica Città di Gragnano, più comunemente conosciuta come Gragnano, è la principale società calcistica di Gragnano, nella Città metropolitana di Napoli, in Campania. I colori sociali del club sono il blu ed il giallo ed il simbolo è un leone ruggente.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1939 un gruppo di pastai fonda l'Intergragnano Calcio: è la prima società di calcio della città della pasta. Il presidente è Francesco Vicinanza, mentre i colori sociali della squadra sono il giallo ed il blu.

L'Intergragnano milita in Serie C per quattro anni, ovvero dal 1944 al 1948 e riesce ad imporsi su scala regionale.

Nel 1960 poi la prima svolta per il calcio gragnanese: l'Intergragnano ormai decaduto confluisce infatti nella Leoni da Gragnano, meglio conosciuta come Leonida Gragnano (squadra formata da appassionati di Piazza San Leone).

La nuova società resta in vita fino al 1972, anno in cui nasce il Real Gragnano.

Altri diciotto anni di battaglie sui campi della regione e poi, nel '90, è l'ora della Società Sportiva Calcio Gragnano.

Il primo presidente della S.S.C. Gragnano è l'ingegnere Antonio Ruocco che riesce a portare la compagine della città della pasta in Interregionale. L'avventura nei Dilettanti dura però una sola stagione.

Il Gragnano resta nel limbo dell'Eccellenza e ai gialloblu non riesce per anni il salto in Serie D, fino a quando la squadra passa nelle mani della nuova società presieduta dallo storico presidente Enzo Cannavacciulo (mancato prematuramente nel 2010), il quale grazie a numerosi sforzi economici riesce a riportare la squadra nella stagione 2006/07 in Serie D, battendo i siciliani del Carini, dopo che per anni aveva visto svanire il sogno promozione nelle varie finali regionali perse con Villafranca e Castrovillari. Da ricordare anche le due finali perse di Coppa Eccellenza Campania, con Ischia e Casertana.

La stagione 2007/08, segna il ritorno del Gragnano in Serie D, con un ottimo piazzamento finale che vale la salvezza sul campo, malgrado sia stato costretto a giocare nel vicino Romeo Menti di Castellammare di Stabia per l'inagibilità dell'impianto Gragnanese. Nel 2008 la società si è vista costretta a cedere il titolo di serie D ad una nuova società della città di Pozzuoli denominata Atletico Puteolana 2008 la quale, dopo essere retrocessa in Eccellenza nella stagione successiva, lo ha riconsegnato alla città di Gragnano che lo ha poi rivenduto alla Real Boschese.

Dopo anni bui in cui il calcio è scomparso dalla città, nell'estate del 2013 rinasce nuovamente la S.S.C. Gragnano grazie al nuovo presidente Franco Minopoli il quale, acquistando il titolo sportivo di Prima Categoria del Ristor Lettere. Finisce il campionato al secondo posto e vince ai play-off contro il Teora venendo promosso in Promozione. A fine stagione la società si è fusa con la Libertas Stabia creando il Gragnano Calcio F.C., iscritto in Eccellenza[1], mentre il vecchio titolo sportivo di Promozione è stato ceduto alla Boys Pianurese, che militava in Prima Categoria. Nella stagione 2014/15, dopo uno splendido testa a testa con il Sant'Agnello, il Gragnano riesce a raggiungere, dopo 8 anni di assenza, la promozione in Serie D. Le partite casalinghe vengono disputate nella prima parte della stagione nell'impianto di Castellammare di Stabia Stadio Romeo Menti, successivamente si gioca al San Michele di Pimonte.

Nell'estate 2015 il Gragnano Calcio F.C. cambia denominazione sociale per la nuova stagione in serie D, nasce così: A.S.D. Città di Gragnano. Main Sponsor ufficiale diventa il Pastificio Lucio Garofalo, già impegnato nella sponsorizzazione milionaria col Calcio Napoli, mentre sponsor tecnico è la Givova. Il presidente onorario è Vincenzo Martone, insieme ad altri soci.

Le prime partite casalinghe vengono giocate allo stadio Massaquano di Vico Equense, per indisponibilità dello stadio comunale San Michele fino al 9 novembre 2015 dove a seguito della fine dei lavori di ristrutturazione riapre il nuovo stadio Comunale San Michele di Gragnano, che vede per l'occasione il taglio del nastro da parte del giocatore partenopeo Allan. L'esordio casalingo avviene contro il Noto Calcio U.S. il giorno 11 novembre 2015 gara valevole per la 13 giornata di andata, turno infrasettimanale, del girone I della serie D. I

Il Gragnano si salva agevolemente raggiundendo il decimo posto senza passare per la lotteria dei play-out.

Nell'estate 2016 entra in società come socio di maggioranza Carmine Franco, con propositi ambiziosi.

Dopo un avvio incerto che vede l'esonero del tecnico Masecchia e l'azzeramento delle precedenti cariche dirigenziali, la rivoluzione porta sulla panchina Giovanni Ferraro e d.s. Casapulla e d.t. Bruno Giordano (ex bandiera del Napoli tricolore).

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Gragnano Calcio Football Club
  • 1939 - Viene fondato l'Intergragnano Calcio.

  • 1945-46 - 3° nel girone B della Prima Divisione Campania. Green Arrow Up.svg Ripescato in Serie C.
  • 1946-47 - 7° nel girone A di Lega Sud della Serie C.
  • 1947-48 - 7° nel girone R di Serie C. Red Arrow Down.svg Retrocede in Promozione.
  • 1948-49 - 16° nel girone M di Promozione. Red Arrow Down.svg Retrocede in Prima Categoria.
  • 1949-56 - ?

  • 1956-57 - 12° nel girone B della Promozione Campania.
  • 1957-58 - 13° nel girone C del Campionato Dilettanti Campano.
  • 1958-59 - 12° nel girone C del Campionato Dilettanti Campano. Red Arrow Down.svg Retrocede in Seconda Categoria.
  • 1959-1968 - ?

  • 1968-69 - 4° nel girone B di Promozione Campania.
  • 1969-70 - 10° nel girone B di Promozione Campania.

  • 1970-71 - 8° nel girone B di Promozione Campania.
  • 1971-72 - 10° nel girone B di Promozione Campania.
  • 1972-73 - 7° nel girone B di Promozione Campania.
  • 1973-74 - 7° nel girone B di Promozione Campania.
  • 1974-75 - 4° nel girone B di Promozione Campania.
  • 1975-76 - 8° nel girone B di Promozione Campania.
  • 1976-77 - 9° nel girone B di Promozione Campania.
  • 1977-78 - 16° nel girone C di Promozione Campania. Red Arrow Down.svg Retrocede in Prima Categoria.
  • 1978-79 - in Prima Categoria Campania.
  • 1979-80 - in Prima Categoria Campania. Green Arrow Up.svg Promosso in Promozione.

  • 1980-81 - 12° nel girone C di Promozione Campania.
  • 1981-82 - 3° nel girone C di Promozione Campania.
  • 1982-83 - 6° nel girone C di Promozione Campania.
  • 1983-84 - 7° nel girone C di Promozione Campania.
  • 1984-85 - 1° nel girone C di Promozione Campania. Vince gli spareggi promozione contro Sanciprianese e Posillipo. Green Arrow Up.svg Promosso nell'Interregionale.
  • 1985-86 - 14° nel girone I di Interregionale. Red Arrow Down.svg Retrocede in Promozione.
  • 1986-87 - 15° nel girone B di Promozione Campania. Red Arrow Down.svg Retrocede in Prima Categoria.
  • 1987-1992 - ?

  • 1992-93 - 1° nel girone B di Promozione Campania. Green Arrow Up.svg Promosso in Eccellenza.
  • 1993-94 - 10° nel girone A di Eccellenza Campania.
  • 1994-95 - 2° nel girone B di Eccellenza Campania. Perde lo spareggio per il primo posto contro il Giovani Lauro (1-2). Perde il primo turno dei play-off nazionali contro il Terzigno (0-0 e 1-2).
  • 1995-96 - 5° nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 1996-97 - 12° nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 1997-98 - 9° nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 1998-99 - 8° nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 1999-00 - 8° nel girone B di Eccellenza Campania.

  • 2000-01 - 7° nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 2001-02 - 4° nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 2002-03 - 5° nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 2003-04 - 4° nel girone B di Eccellenza Campania.
  • 2004-05 - 2° nel girone B di Eccellenza Campania. Perde la finale play-off nazionali con il Villafranca.
  • 2005-06 - 2° nel girone B di Eccellenza Campania. Perde la finale play-off nazionali con il Castrovillari.
  • 2006-07 - 2° nel girone B di Eccellenza Campania. Vince la finale play-off nazionali con il Carini. Green Arrow Up.svg Promosso in Serie D.
  • 2007-08 - 12° nel girone H di Serie D. Non si iscrive alla stagione successiva di Serie D. Cede quindi il titolo sportivo alla Puteolana, la quale lo cede alla Real Boschese.
  • 2008-2012 - Inattiva

  • 2013 - Viene rifondato la Società Sportiva Calcio Gragnano e si iscrive in Prima Categoria, grazie al titolo sportivo del Ristor Lettere mediante fusione.
  • 2013-14 - 2° nel girone C di Prima Categoria Campania. Vince i play-off regionali contro il Teora. Green Arrow Up.svg Promosso in Promozione.
  • 2014 - Si iscrive in Eccellenza col titolo sportivo della Libertas Stabia, mediante fusione, e cambia denominazione in Gragnano Calcio Football Club.
  • 2014-15 - 1º nel girone B di Eccellenza Campania. Green Arrow Up.svg Promosso in Serie D.
  • 2015 - Assume la denominazione di Associazione Sportiva Dilettantistica Città di Gragnano.
  • 2015-16 - 10° nel girone I di Serie D.
  • 2016-17 - 11° nel girone I di Serie D.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori
  • 1939-1994 ...
  • 1994-1995 Italia Simonetti
  • 1995-1996 Italia Gaetano Di Liddo
  • 1996-1997 Italia Petrone
    Italia Simonetti
  • 1997-1998 Italia Simonetti
    Italia Ruffelli
  • 1998-2004 ...
  • 2004-2005 Italia Giuseppe Monti
    Italia Salvatore Amura
    Italia Sebastiano Scarfato
    Italia Catello Gargiulo
  • 2005-2006 Italia Amerigo Ferrara
    Italia Domenico Citarelli
  • 2006-2007 Italia Salvatore Amato
    Italia Domenico Citarelli
    Italia Carlo Condemi
  • 2007-2008 Italia Carlo Condemi
    Italia Antonio Foglia Manzillo
    Italia Carlo Condemi
  • 2008-2013 carica vacante[2]
  • 2013-2014 ...
  • 2014-2015 ?
    Italia Maurizio Coppola
  • 2015-2016 ?
    Italia Maurizio Coppola
  • 2016-2017 Italia Giovanni Masecchia
    Italia Giovanni Ferraro
  • 2017-oggi Italia Rosario Campana
Presidenti
  • 1939-2004 ...
  • 2004-2005 Italia Enzo Cannavacciuolo e Italia Simone Lettieri
  • 2005-2006 Italia Michele Serrapica
  • 2006-2007 Italia Tonino Vitiello
  • 2007-2008 Italia Sergio Cannavacciuolo
  • 2008-2013 carica vacante[2]
  • 2013-2016 Italia Franco Minopoli
  • 2016-2017 Italia Carmine Franco
  • 2017-oggi Italia Vincenzo Martone

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie C 2 1946-1947 1947-1948 2
Promozione 1 1948-1949 4
Serie D 3 2015-2016 2017-2018
Campionato Interregionale 1 1985-1986 2
Serie D 1 2007-2008

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il tifo Gragnanese sempre presente e appassionato si identifica in vari gruppi che ricalcano i vari rioni cittadini. Il gruppo storicamente più vecchio è la BRIGATA CONCERIA 1990 di Piazza Aubry comunemente chiamata dai Gragnanesi piazza Conceria, poi troviamo il R.M.G.'03 (RIONE MANDRIO GROUP '03) zona via Mandrio e piazza San Leone. Negli ultimi anni sono nati altri gruppi tra cui TEMPI DURI della zona bassa Trivione e palazzine Sigliano, ed ultimissimo gruppo nato ESTREMO SOSTEGNO E.S. Spesso i vari gruppi si riuniscono sotto un unico gruppo denominato "ULTRAS GRAGNANO" nelle gare in casa e "GRAGNANESI" in trasferta. Malgrado in passato il tifo si sia macchiato in Eccellenza Campana di episodi finiti sotto l'occhio dell'osservatorio, attualmente il tifo gragnanese non è stato protagonista di episodi di violenza mostrandosi, al contrario, molto corretto e sportivo verso altrui tifoserie che dimostrano di meritare il loro rispetto.[senza fonte]

Gemellaggi e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Rivalità

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]