Associazione Calcio Libertas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
AC Libertas
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Flag maroon HEX-7B1C20.svg Granata
Simboli le tre torri sopra Borgo Maggiore all'interno di uno scudetto attorniato da foglie di alloro e quercia con dicitura bassa LIBERTAS
Dati societari
Città Borgo Maggiore
Nazione San Marino San Marino
Confederazione UEFA
Federazione Flag of San Marino.svg FSGC
Campionato Campionato Dilettanti
Fondazione 1928
Presidente San Marino Massimo Ghiotti
Allenatore Italia Sandro Macerata
Stadio
( posti)
Sito web www.polisportivalibertas.com
Palmarès
Titoli nazionali 1 Campionato sammarinese
Trofei nazionali 11 Coppe Titano
4 Supercoppa di San Marino
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Calcio Libertas è una società polisportiva sammarinese, con sede a Borgo Maggiore. Si tratta della più antica associazione sportiva della repubblica, essendo stata fondata il 4 settembre 1928.

Il club gioca nel Campionato Dilettanti ed i suoi colori sociali sono il granata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Libertas fu la prima squadra a laurearsi campione nazionale, vincendo l'edizione 1937 della Coppa Titano con tre punti di vantaggio sulla Castellana[1]. Fino al 1961 il club si aggiudicherà tutte le edizioni del torneo disputatesi.

Dopo l'interruzione delle attività causata dalla seconda guerra mondiale, nel 1945 la Libertas viene riorganizzata, tentando poi inutilmente di iscriversi al campionato italiano di Prima Categoria: il CONI motiverà la bocciatura dei sammarinesi con l'inadeguatezza del terreno di gioco, il vetusto campo "Sotto il Monte"[1].

Nel 1982 la Libertas è la prima società calcistica della repubblica insignita di Medaglia d'oro al valore atletico e sportivo, onorificenza concessa in occasione dei cinquant'anni di attività[2].

Dopo un lungo periodo di insuccessi, il tecnico che riporta al trionfo i granata è Pier Luigi Parenti, già segretario federale[2], con cui la Libertas si aggiudica la Coppa Titano nel 1987, 1989 e nel 1991; arrivano anche due Trofei Federali, conquistati nel 1989 e 1992. Nel 1995-1996 i granata si aggiudicano lo scudetto sammarinese per la prima volta nella loro storia, nonché l'unica. Sempre nel 1996 arriva la terza vittoria nel Trofeo Federale, ultimo successo prima di un decennio di piazzamenti. Il giocatore-simbolo di questo decennio di Parenti, è senza dubbio Teodoro Bernardini, vincitore della classifica marcatori per ben 6 volte:

  • 1985/86 con 16 reti.
  • 1987/88 con 23 reti.
  • 1988/89 con 14 reti.
  • 1991/92 con 13 reti.
  • 1992/93 con 15 reti.
  • 1995/96 con 10 reti nella serie cadetta A2.

Nel 2006 il club si è aggiudicato la Coppa Titano per la decima volta nella sua storia. Il 19 luglio 2007 è una data storica per il calcio sammarinese: i granata partecipano per la prima volta al primo turno di qualificazione di Coppa Uefa. Incontrano nel sorteggio gli irlandesi del Drogheda United. A Serravalle, nel San Marino Stadium, la Libertas pareggia 1-1 con reti di Zayed al 44' e Federico Nanni al 77'. È il primo pareggio di una squadra sammarinese nelle competizioni europee. Nella partita di ritorno al Dalymount Park Dublin, il 2 agosto 2007, il Drogheda United vince per 3-0 sui granata.

La Libertas torna nelle competizioni europee il 5 luglio 2012 a Macedonia nel Bashkimi stadium per affrontare il Renova. Finisce 4-0 per i macedoni all'andata e 4-0 al ritorno a Serravalle il 12 luglio 2012.

L'anno dopo la Libertas ci riprova ma incontra il Sarajevo (BOS). Il 4 luglio 2013 all'Asim Ferhatovic Hase Stadium, la Libertas perde 1-0. L'11 luglio, nella partita di ritorno, i ragazzi di San Marino sfiorano l'impresa: a Serravalle nel San Marino Stadium, dopo la rete bosniaca di Haurdic al 2', Morelli al 28' pareggia momentaneamente. Al 46' del primo tempo è Todorovic a siglare il 2-1 del Sarajevo. La Libertas esce fra gli applausi.

In seguito alla vittoria dell'edizione Coppa Titano 2013-2014, la Libertas raggiunge quota 11 titoli e si qualifica, per il terzo anno consecutivo, all'Europa League. Incontra i bulgari del Botev e il 3 luglio 2014 in Bulgaria finisce 4-0 per il BOTEV. Al ritorno, il 10 luglio 2014 a Serravalle finisce 2-0 per i bulgari.

Il 17 settembre 2014, la Libertas vince la Supercoppa contro La Fiorita in una partita dalle mille emozioni: 3-3 dopo i tempi supplementari con reti di Bollini al 7' (LF), Rossi al 67' (L), Rocchetti al 70' (L), Petras all'86' (LF), Selva al 96' (LF), Morelli al 113' (L). Ai rigori vince la Libertas 8-7 e conquista il suo 16° trofeo nazionale

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1995-1996
1937, 1950, 1954, 1958, 1959, 1961, 1987, 1989, 1991, 2006, 2013-2014
1989, 1992, 1996, 2014
  • Fino al 1986, la Coppa Titano era l'unica competizione nazionale ed era considerata a tutti gli effetti il trofeo più importante del calcio sammarinese.

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1991-1992, 2011-2012, 2012-2013
Finalista: 2006-2007, 2014-2015
Semifinalista: 2011-2012, 2012-2013, 2018-2019
Finalista: 1987, 2006
Semifinalista: 2003

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 San Marino P Matteo Zavoli
2 San Marino D Alberto Celli
3 Italia D Daniele Rocchi
4 San Marino C Battistini Michael
5 Italia D Francesco De Rosa
6 San Marino D Davide Simoncini
7 San Marino C Maicol Berretti
8 San Marino C Enrico Golinucci
9 Italia A Riccardo Paganelli
10 Italia A Francesco Perrotta
11 Italia A Jacopo Ordonselli
12 San Marino P Giuseppe Taddei
13 Italia A Giorgio Mariotti
N. Ruolo Giocatore
14 San Marino A Marco Casadei
15 San Marino C Francesco Stacchini
16 Italia C Mattia Lualdi
17 San Marino C Mirko Giardi
18 San Marino D Manuel Battistini
19 Italia C Umberto Semeraro
20 Italia C Matteo Gaiani
21 Italia A Gianluca Morelli
23 Italia C Federico Pesaresi

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

1982

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Storia, polisportivalibertas.com. URL consultato il 2 luglio 2014.
  2. ^ a b FSGC - Libertas, fsgc.sm. URL consultato il 2 luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]