Assestamento forestale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'assestamento forestale (detto brevemente assestamento) è la scienza che studia le tecniche di gestione razionale dei boschi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nella concezione classica l'assestamento forestale mira ad una strutturazione del bosco che sia funzionale all'utilizzazione economica del soprassuolo forestale. In particolare gli obiettivi fondamentali dell'assestamento sono quelli di ottenere un prodotto legnoso annuo, massimo e costante.

A differenza delle classiche colture agrarie, che per le caratteristiche biologiche delle specie impiegate danno luogo naturalmente ad una produzione annua, nel caso delle specie forestali il "prodotto legno" è ricavabile solo al termine di un ciclo di sviluppo pluriennale che, a seconda della specie impiegata e degli assortimenti che si vogliono ottenere, può variare dalle decine alle centinaia di anni. Il periodo che intercorre tra la nascita delle piante e la sua utilizzazione va sotto il nome di turno.

Per ottenere un prodotto annuo (fine principe dell'assestamento) bisognerà perciò suddividere il bosco in appezzamenti omogenei per produzione detti particella assestamentale, in modo che ogni anno ci sia una particella matura per il taglio. Ovvero, se il turno di un bosco di faggio è stabilito in 400 anni, il bosco andrà diviso in 40 particelle e ogni 10 anni una sarà sottoposta ad utilizzazione finale.

Il risultato del processo assestamentale è il piano di assestamento, un documento che contiene un'analisi della situazione della foresta ed un'indicazione degli interventi futuri. In genere si tratta di un documento con valore normativo, che deve essere approvato da un organo della pubblica amministrazione (vista la varietà di funzioni svolte da bosco di interesse pubblico) e di validità limitata (es. 10 o 20 anni). Alla fine del periodo di validità si può procedere ad una revisione del piano di assestamento per analizzare l'evoluzione della foresta, l'attuazione degli interventi previsti e la pianificazione degli stessi per un successivo periodo di validità.

Le fasi della realizzazione di un piano di assestamento sono: