Assedio di Lilla (1792)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Assedio di Lilla
Siège de Lille 1792.JPG
Un episodio dell'assedio di Lilla, dipinto di Watteau de Lille
Data29 settembre - 8 ottobre 1792
LuogoLilla
EsitoVittoria francese
Schieramenti
Effettivi
10.000 uomini13.000 uomini
50 cannoni
12 mortai
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

L'assedio di Lilla del 1792 si è tenuto dal 29 settembre all'8 ottobre 1792, durante le guerre rivoluzionarie francesi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il 20 aprile la Francia rivoluzionaria dichiarò guerra ai Paesi Bassi austriaci, comandato da Alberto di Sassonia-Teschen. Il 20 settembre 1792 i prussiani furono fermati alla battaglia di Valmy. Il 29 settembre 1792 il duca di Sassonia-Teschen dichiarò che egli era disposto a risparmiare la città se si fosse consegnata. André Bonte, sindaco di Lilla, rispose che la sua gente aveva rinnovato la fedeltà alla Francia e che non si sarebbe arresa. Gli austriaci iniziarono un violento bombardamento che distrusse case nel centro storico, dove ora c'è la chiesa di Saint-Etienne.

Per la scarsità di munizioni e sotto la pressione delle armate rivoluzionarie, gli austriaci conclusero l'assedio l'8 ottobre. Più di duemila case furono distrutte o colpite, e il quartiere Saint-Sauveur venne devastato da un incendio. L'8 ottobre 1792 la Convenzione Nazionale decretò che in quell'occasione "Lilla e dei suoi abitanti hanno ben meritato la patria".