Grande assedio di Gibilterra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Assedio di Gibilterra (1779-1783))
Grande assedio di Gibilterra
The Siege and Relief of Gibraltar (2).jpg
Data24 giugno 1779 - 7 febbraio 1783
LuogoGibilterra
EsitoVittoria britannica
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
Giugno 1779:
5.382 uomini
Settembre 1782:
7.500 uomini
96 cannoni
4 navi da guerra
12 cannoniere
Giugno 1779:
13.749 uomini
Settembre 1782:
63.000 uomini (di cui 33.000 marinai)
86 cannoni
47 schiabecchi
10 cannoniere
Perdite
333 morti
911 feriti
536 deceduti per malattia
6.000 tra morti, feriti, catturati e dispersi
9 navi distrutte
1 nave catturata
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

Il Grande assedio di Gibilterra è stato un infruttuoso tentativo da parte della Spagna in alleanza con la Francia di sottrarre Gibilterra al controllo della Gran Bretagna, durante la Guerra anglo-spagnola. Questa è stata la più ampia operazione militare in termine di numeri, specialmente per quanto riguarda il grande assalto del 18 settembre 1782. Esso è stato il più lungo assedio subito dalle forze britanniche, oltre ad essere uno dei più lunghi in assoluto della storia.

L'assedio, ed il conseguente blocco, durò per tre anni, dal 1779 al 1783. Il 14 settembre 1783 gli inglesi distrussero le batterie galleggianti francesi e spagnole che assediavano la rocca e nel febbraio 1783 iniziarono le trattative preliminari di pace per cui lo stato di assedio cessò.

Mappa di Gibilterra attorno al 1750

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]