Assassinio sul palcoscenico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Assassinio sul palcoscenico
Assassinio sul palcoscenicо.png
Una scena del film
Titolo originaleMurder Most Foul
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUK
Anno1964
Durata90 min
Rapporto1.66 : 1
Generegiallo
RegiaGeorge Pollock
Soggettodal romanzo Fermate il boia (Mrs. McGinty's Dead) di Agatha Christie
SceneggiaturaJack Seddon
ProduttoreBen Arbeid
Produttore esecutivoLawrence P. Bachmann
Casa di produzioneLawrence P. Bachmann Productions e Metro-Goldwyn-Mayer British Studios
FotografiaDesmond Dickinson
MontaggioErnest Walter
MusicheRon Goodwin
ScenografiaFrank White
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Assassinio sul palcoscenico (Murder Most Foul) è un film del 1964 diretto da George Pollock, terzo capitolo di una serie inglese di quattro film su Miss Marple interpretati da Margaret Rutherford. Il film è tratto dal romanzo di Agatha Christie Fermate il boia; nel romanzo il protagonista è Hercule Poirot e non Miss Marple, cosa già avvenuta nel secondo film, Assassinio al galoppatoio. Nel film cambiano molti personaggi e le loro azioni.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un giovane è sotto accusa per l'omicidio di una ex attrice di teatro ma Miss Marple, che fa parte della giuria, lo ritiene innocente. Convinta che il vero colpevole si nasconda tra i membri di una compagnia teatrale (la stessa cui apparteneva la donna assassinata), Miss Marple, facendosi credere un'anziana attrice, ottiene una scrittura e inizia le sue indagini.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Lawrence P. Bachmann Productions e dalla Metro-Goldwyn-Mayer British Studios.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), uscì nelle sale britanniche nel marzo 1964. Negli Stati Uniti, venne distribuito nel settembre 1964[2].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il titolo originale in lingua inglese, Murder Most Foul, è una citazione dell'Amleto di William Shakespeare (Atto I, Scena V, 27-28): lo Spettro di suo padre chiede ad Amleto di vendicare la sua uccisione (ritenuta fino a quel momento morte naturale) e all'incredula domanda del figlio «Uccisione?» («Murder?») esso conferma «Uccisione inumana, scellerata, contro natura.» («Murder most foul as in the best it is/But this most foul, strange and unnatural.»)[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) John Douglas Eames, The MGM Story Octopus Book Limited, Londra 1975 ISBN 0-904230-14-7

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema