Assane Gnoukouri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Assane Demoya Gnoukouri
Nazionalità Costa d'Avorio Costa d'Avorio
Altezza 180 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Inter
Carriera
Giovanili
2013-2014 Marano
2014-2015 Inter
Squadre di club1
2013-2014 Marano 10 (0)
2014-2017 Inter 11 (0)
2017 Udinese 0 (0)
2017- Inter 0 (0)
Nazionale
2016- Costa d'Avorio Costa d'Avorio U-23 1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º luglio 2017

Assane Demoya Gnoukouri (Divo, 28 settembre 1996) è un calciatore ivoriano, centrocampista dell'Inter.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista, viene spesso utilizzato da regista davanti alla difesa. È abile nei passaggi e nei lanci lunghi, oltre che in possesso di un'ottima visione di gioco e di personalità.[1][2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi tra le giovanili dell'Inter e il prestito al Marano[modifica | modifica wikitesto]

In patria non è tesserato in nessuna società, giocando su campi improvvisati: a notare il giocatore è il procuratore Giovanni Damiano Drago. Supera un provino con l'Olympique Marsiglia, ma non le pratiche per il tesseramento.[3] Viene portato all'Inter dall'osservatore Giuseppe Giavardi: nel dicembre 2013 è tesserato dal Marano (dove il padre lavora come carrellista), militante in Serie D.[4]

Inter[modifica | modifica wikitesto]

L'anno successivo la società nerazzurra lo ingaggia per la squadra Primavera; il fratello Zate Wilfried, di tre anni più giovane, entra invece a far parte dei Giovanissimi Nazionali[5] (con cui vince subito lo scudetto[6]). Nel 2015 Assane vince il Torneo di Viareggio con la Primavera.[7]

L'11 aprile 2015 esordisce in Serie A,[8] nella vittoria per 3-0 in casa dell'Hellas Verona.[9][10] Il 19 aprile viene lanciato dal mister Mancini nel derby della madonnina contro il Milan, in cui sfodera una buona prestazione dimostrando personalità.[11] Successivamente colleziona altre 4 presenze in campionato.[12] L'8 maggio, rinnova il contratto per cinque anni.[13] Nella stagione 2015-2016 fa il suo debutto nella prima giornata di campionato da titolare, giocando il primo tempo e venendo poi sostituito all'inizio del secondo tempo da Hernanes. Nella stagione successiva, sotto la guida di Frank de Boer prima e Stefano Pioli poi, non riesce a giocare con regolarità.

Udinese[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 gennaio 2017 viene ceduto in prestito con diritto di riscatto all'Udinese.[14] L'8 febbraio la società friulana comunica che sono stati riscontrati problemi cardiaci al giocatore ivoriano, il quale dovrà osservare uno stop forzato di almeno tre mesi, terminando così la stagione in anticipo senza aver collezionato presenze con la squadra bianconera.[15]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 27 gennaio 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2013-2014 Italia Marano D 10 0 CI-D 0 0 - - - - - - 10 0
2014-2015 Italia Inter A 5 0 CI 0 0 UEL[16] 0 0 - - - 5 0
2015-2016 A 2 0 CI 1 0 - - - - - - 3 0
2016-gen. 2017 A 4 0 CI 0 0 UEL 4 0 - - - 8 0
Totale Inter 11 0 1 0 4 0 0 0 16 0
gen.-giu. 2017 Italia Udinese A 0 0 CI - - - - - - - - 0 0
Totale carriera 21 0 1 0 4 0 0 0 26 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il talento della settimana: Assane Gnoukouri, uefa.com, 8 agosto 2015. URL consultato il 9 agosto 2015.
  2. ^ Inter, brilla Gnoukouri: è il talento della settimana per l'Uefa, su it.uefa.com. URL consultato il 3 aprile 2016.
  3. ^ Matteo Brega, L'Inter si gode Gnoukouri, che giocava con un albero in mezzo al campo, La Gazzetta dello Sport, 22 aprile 2015. URL consultato il 24 aprile 2015.
  4. ^ Calcio Marano » Team.
  5. ^ GdS - Mancini ora pensa a Gnoukouri. Ecco chi è.
  6. ^ Finale Giovanissimi: scudetto all'Inter dopo i supplementari, 4-3 al Parma, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato l'11 maggio 2016. Inter, stangata su Wilfred Gnoukouri, fratello di Assane: 2 anni di squalifica, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato l'11 maggio 2016.
  7. ^ Vincenzo D'Angelo, Torneo di Viareggio, festa Inter davanti a Mancini: 2-1 al Verona, La Gazzetta dello Sport, 16 febbraio 2015. URL consultato il 24 aprile 2015.
  8. ^ Inter, ag. Gnoukouri: "Felice per lui, convocazione meritata", tuttomercatoweb.com, 1 novembre 2014. URL consultato il 24 aprile 2015.
  9. ^ Icardi-Palacio in gol, Handanovic saracinesca: l'Inter batte il Verona, Canale Inter, 11 aprile 2015. URL consultato il 12 aprile 2015.
  10. ^ Diego Costa, Verona-Inter 0-3: Icardi, Palacio e super Handanovic restituiscono il sorriso a Mancini, la Repubblica, 11 aprile 2015. URL consultato il 20 aprile 2015.
  11. ^ Le pagelle di Inter-Milan 0-0, eurosport.it, 19 aprile 2015.
  12. ^ L'esordio di Gnoukouri: "Ho fatto vedere chi sono", Canale Inter, 20 aprile 2015. URL consultato il 20 aprile 2015.
  13. ^ L’Inter blinda Gnoukouri: l’ag è stato in sede oggi, firmato il rinnovo, su fcinter1908.it. URL consultato il 3 aprile 2016.
  14. ^ Gnoukouri all'Udinese, su inter.it, 27 gennaio 2017.
  15. ^ Udinese, problemi cardiaci per Gnoukouri. Calciatore out per tre mesi
  16. ^ Non inserito nella lista UEFA.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio