Aspidites melanocephalus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pitone dalla testa nera
Blackheaded python.jpg
Aspidites melanocephalus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Serpentes
Famiglia Pythonidae
Genere Aspidites
Specie A. melanocephalus
Nomenclatura binomiale
Aspidites melanocephalus
Krefft, 1864
Sinonimi

Aspidiotes melanocephalus

Il pitone dalla testa nera (Aspidites melanocephalus),[1] per il caratteristico colore scuro della testa, è un rettile appartenente alla famiglia dei pitoni, originario dell'Australia. Attualmente non è stata scoperta alcuna sottospecie.[2]

Nomenclatura[modifica | modifica wikitesto]

La nomenclatura (Gr. Aspidites "portatore di scudo" melanocephalus "dalla testa nera") si riferisce alle due grandi squame a forma di scudo sulla sommità della testa e alle scaglie scure sul capo e sul collo.

Areale[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie si trova esclusivamente nel nord dell'Australia, escluse le regioni aride. Il tipo nomenclaturale dato è "Port Denison Bowen" Queensland, Australia.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il pitone dalla testa nera vive prevalentemente negli ambienti umidi/tropicali e in condizioni semi aride.

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Questi serpenti sono terrestri e si trovano spesso tra rocce e detriti sciolti. È stato scoperto inoltre che sono soliti appartarsi vicino agli alberi di fico durante la stagione della maturazione dei frutti. Così facendo, celati nelle cavità rocciose, non devono neppure tessere un'imboscata per procacciare, visto l'arrivo in massa dei piccoli mammiferi, ghiotti di frutta. Se disturbati emettono un verso molto acuto, ma è improbabile che mordano, a meno che non stiano cacciando. Talvolta attaccano con la bocca chiusa, ma in generale possono essere maneggiati facilmente. Sono inoltre esperti nuotatori, anche se vederli in acqua è un fenomeno raro.

Studi[modifica | modifica wikitesto]

Il pitone dalla testa nera è considerato alla stregua di un fossile vivente. Rispetto a molti altri pitoni infatti presenta divergenze non trascurabili. Innanzitutto la testa non è nettamente separata dal resto del corpo ma forma un continuum con esso. Evidenti sono poi i residui delle zampe, nella parte posteriore del corpo, a simboleggiare un percorso evolutivo oramai abbandonato da tempo. Lo stesso comportamento mite, che caratterizza il pitone dalla testa nera, non si confà ai suoi simili. Ma la differenza più netta con i suoi simili è la totale assenza di termo - recettori, generalmente posti in corrispondenza della cavità orale.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mehrtens JM. 1987. Living Snakes of the World in Color. New York: Sterling Publishers. 480 pp. ISBN 0-8069-6460-X.
  2. ^ (EN) ITIS Standard Report Page: {{{2}}}, in Integrated Taxonomic Information System. URL consultato il {{{3}}}.
  3. ^ Austin Stevens In Search of the Giant Lizard - YouTube

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili