Asparagus acutifolius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Asparago selvatico
Asparagus acutifolius habito.jpg
Asparagus acutifolius, pianta adulta
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Liliales
Famiglia Liliaceae
Genere Asparagus
Specie A. acutifolius
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Asparagaceae
Nomenclatura binomiale
Asparagus acutifolius
Nomi comuni

asparago spinoso, asparago pungente, asparagina (I)

L'asparago selvatico (Asparagus acutifolius) è una piccola pianta sempreverde cespugliosa, perenne,della famiglia delle Liliaceae reperibile in tutto il bacino del Mediterraneo. I nomi comuni "asparago spinoso" e "asparago pungente" derivano dalle caratteristiche spine poste alla base dell'apparato foliare, è pianta caratteristica della macchia mediterranea.

Da non confondersi con il luppolo selvatico o con i germogli di pungitopo (entrambi chiamati anche "asparagi selvatici"), i cui germogli vengono ancora oggi raccolti a primavera nelle campagne e nei luoghi incolti per farne ottimi risotti, frittate e minestre.

Uso e Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Germogli di asparago selvatico, spesso usati in cucina

I germogli dal sapore amarognolo sono spesso utilizzati in cucina per fare frittate, o sughi, molto apprezzato il riso con asparagi.

Gli asparagi germogliano in primavera e sono molto più piccoli, ma anche più saporiti dei comuni asparagi coltivati, vengono raccolti allo stadio di getti immaturi (germogli), si possono cogliere più volte. Occorre fare attenzione nella raccolta staccando accuratamente il getto dalla base, senza strapparlo o danneggiare il cespo sotterraneo, queste precauzioni permettono che il cespo produca ancora getti. In stagione di primavera avanzata occorre sospendere la raccolta, e permettere la normale vegetazione dello stelo, la produzione delle foglie spinose, la fioritura (e la fruttificazione). La vegetazione completa permette l'accumulo di sostanze di riserva nel cespo sotterraneo che alimentano la vegetazione del anno successivo; questa cura permette la sopravvivenze della pianta per molti anni.

L'Asparagus acutifolius può essere coltivato in orto mediante impianto dei cespi o per seme, l'impianto opportunamente condotto (concimazioni, diserbo, potatura di rinnovo degli steli, interruzione della raccolta a fine primavera) ha una durata poliennale. La raccolta dal coltivato evita il danneggiamento della flora spontanea.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Da 0 a 1300 metri, comune in prossimità dei boschi e in luoghi incolti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica