Charlotte Flair

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ashley Fliehr)
Charlotte Flair
Charlotte nel 2015
Charlotte nel 2015
Nome Ashley Elizabeth Fliehr
Ring name Charlotte
Charlotte Flair[1]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Charlotte[1]
5 aprile 1986 (31 anni)
Residenza dichiarata Queen City[2]
Altezza dichiarata 181[2] cm
Peso dichiarato 68[2] kg
Allenatore Ric Flair
Lodi[3]
WWE Performance Center[1]
Debutto ottobre 2012[1]
Federazione WWE - SmackDown
Progetto Wrestling

Ashley Elizabeth Fliehr, meglio conosciuta come Charlotte Flair (Charlotte, 5 aprile 1986), è una wrestler statunitense sotto contratto con la WWE, dove lotta nel roster di SmackDown e dove è l'attuale detentrice del WWE SmackDown Women's Championship al suo primo regno. È considerata una delle divas più forti di tutti i tempi.

Wrestler di seconda generazione (è figlia del leggendario Ric Flair), è una sei volte campionessa del mondo, avendo vinto per quattro volte il WWE (Raw) Women's Championship, una volta il WWE Divas Championship, di cui è stata l'ultima detentrice e il WWE SmackDown Women's Championship. Nel territorio di sviluppo della WWE, NXT, ha conquistato anche l'NXT Women's Championship: è quindi l'unica donna nella storia della WWE ad avere ottenuto tre titoli diversi.

Nel 2014 la rivista statunitense Pro Wrestling Illustrated le ha assegnato il premio di Rookie of the Year. Assieme alle colleghe Sasha Banks, Bayley e Becky Lynch ha costituito le cosiddette Four Horsewomen, gruppo che riprendeva la storica stable dei Four Horsemen, di cui il padre faceva parte.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

WWE[modifica | modifica wikitesto]

NXT (2012–2015)[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 maggio 2012, la Flair firmò un contratto di sviluppo con la WWE e venne assegnata al territorio di sviluppo, NXT.[4] L'11 agosto scelse il ring name di Charlotte, e combatté il suo primo incontro televisivo il 17 luglio 2013 a NXT, dove sconfisse Bayley.[5] Nella puntata di NXT del 10 ottobre, Bayley accompagnò Charlotte nel suo match contro Santana Garrett, che vinse, durante il match le "BFFs (Beautiful, Fierce Females)" (Sasha Banks e Summer Rae) fecero la loro apparizione sul ring per convincere Bayley a unirsi a loro.[6]

Dopo il match per l'NXT Women's Championship di NXT Arrival si è presentata assieme al padre Ric Flair sfidando ufficialmente l'allora campionessa Paige, per poi sconfiggere la settimana seguente Emma. Dopo che Paige venne privata dell'NXT Women's Championship il general manager di NXT John "Bradshaw" Layfield ha annunciato un torneo per decretare la nuova campionessa. Dopo aver sconfitto Emma e Alexa Bliss nella finale svoltasi a NXT Takeover ha sconfitto anche Natalya per conquistare l'NXT Women's Champion. Il 5 giugno a NXT TakeOver: Fatal 4-Way Charlotte ha sconfitto Bayley, ripetendosi anche contro Shasha Banks a NXT TakeOver: R Evolution, per poi perdere il titolo in favore della Banks a NXT TakeOver: Rival in un match che includeva anche Bayley e Becky Lynch. A NXT TakeOver: Unstoppable Charlotte e Bayley hanno sconfitto Emma e Dana Brooke.

Regni titolati (2015–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Charlotte come WWE Divas Champion fa la sua entrata a WrestleMania 32 insieme al padre Ric Flair

Charlotte ha fatto la sua prima apparizione nel roster principale della WWE nella speciale puntata di Raw degli Slammy Award dell'8 dicembre 2014, dove è stata sconfitta da Natalya. Ha fatto un'ulteriore apparizione nella puntata di Main Event del 30 dicembre 2014, quando ha sconfitto Sasha Banks.

Charlotte ha fatto il suo debutto ufficiale nel nella puntata di Raw del 13 luglio 2015 insieme a Sasha Banks e Becky Lynch, dopo che Stephanie McMahon aveva affermato di voler "rivoluzionare" la divisione delle Divas; mentre Charlotte e Lynch si sono alleate con Paige, che stava avendo una faida con il Team Bella (The Bella Twins e Alicia Fox), Banks ha formato un'alleanza con Tamina e Naomi, partecipando alla rissa che è scaturita tra i tre team. Charlotte ha vinto un triple threat match contro Brie Bella e Sasha Banks al pay-per-view Battleground.

Dopo essere diventata la prima sfidante per il Divas Championship detenuto da Nikki Bella, è riuscita a vincere il titolo a Night of Champions. La sera seguente a Raw, durante la celebrazione per la sua vittoria, Paige l'ha offesa e ha deciso di lasciare il Team PCB. Nel mese di ottobre Paige sembrava essersi riconciliata con Charlotte e la Lynch, salvo poi attaccarla la notte successiva a Hell in a Cell, dove Charlotte aveva difeso il titolo in una rivincita contro Nikki Bella. Charlotte ha poi difeso il titolo contro Paige in tre diverse occasioni: il 22 novembre alle Survivor Series, nella puntata di Raw del 22 ottobre e il 13 dicembre a TLC grazie all'intervento del padre.

Charlotte ha iniziato a mostrare atteggiamenti da heel quando ha sconfitto la Lynch dopo aver finto un infortunio, in seguito alla distrazione fornita da suo padre Ric Flair, che ha iniziato ad accompagnarla sul ring e anche ad aiutarla durante in match, come in questo caso e in quello a TLC contro Paige. Per tutto il mese di dicembre la relazione tra Charlotte e Lynch è vacillata e, dopo aver perso un match titolato contro la stessa Lynch nella puntata di Raw del 4 gennaio 2016, Charlotte l'ha attaccata al termine della contesa. Ciò ha portato a un match tra le due nella puntata di SmackDown del 7 gennaio in cui Charlotte ha difeso con successo il titolo grazie a un'altra distrazione del padre. Il 24 gennaio 2016 alla Royal Rumble Charlotte ha sconfitto nuovamente Becky Lynch per mantenere il titolo, mentre il 21 febbraio a Fastlane ha sconfitto Brie Bella. Il 12 marzo, a Roadblock, ha invece affrontato e sconfitto Natalya in un match titolato.

Il 3 aprile a WrestleMania 32 il Divas Championship è stato ritirato in favore del nuovo WWE Women's Championship, che Charlotte ha vinto dopo aver sconfitto Becky Lynch e Sasha Banks la sera stessa. Nella puntata di Raw dell'11 aprile Charlotte ha perso per squalifica contro Natalya a causa dell'intervento di suo padre Ric Flair, ma ha comunque mantenuto il titolo. Il 1º maggio a Payback Charlotte ha difeso con successo il WWE Women's Championship contro Natalya (accompagnata da Bret Hart) in una rivisitazione dello screwjob di Montreal e il 22 maggio a Extreme Rules ha nuovamente sconfitto Natalya in un submission match (con la stipulazione speciale che prevedeva che Ric Flair fosse bandito da bordo ring e, qualora fosse intervenuto, il titolo sarebbe stato immediatamente tolto a Charlotte) per mantenere il titolo, questa volta grazie all'intervento di Dana Brooke.[7] Nella puntata di Raw del 23 maggio Charlotte ha interrotto la sua collaborazione con il padre Ric Flair, dicendogli di non avere più bisogno di lui. Il 19 giugno a Money in the Bank Charlotte e Dana Brooke hanno sconfitto Natalya e Becky Lynch.[8] Nella puntata di Raw del 20 giugno Charlotte ha difeso con successo il titolo contro Paige ma è stata attaccata nel post match dalla rientrante Sasha Banks.

Raw (2016–2017)[modifica | modifica wikitesto]

Con la Draft Lottery avvenuta nella puntata di SmackDown del 19 luglio, Charlotte è stata trasferita nel roster di Raw e con lei anche il WWE Women's Championship. Il 24 luglio a Battleground Charlotte e Dana Brooke sono state sconfitte da Sasha Banks e dalla sua partner misteriosa, rivelatasi essere Bayley.

Nella puntata di Raw del 25 luglio Charlotte ha perso il WWE Women's Championship contro Sasha Banks. Nella puntata di Raw del 1º agosto Charlotte e Chris Jericho hanno sconfitto Sasha Banks e Enzo Amore in un Mixed Tag Team match. Il 21 agosto a SummerSlam Charlotte ha sconfitto Sasha Banks, nonostante l'assenza di Dana Brooke, diventando per la seconda volta WWE Women's Champion. Il 25 settembre a Clash of Champions Charlotte ha difeso con successo il titolo contro Sasha Banks e Bayley in un Triple Threat match. Nella puntata di Raw del 3 ottobre Charlotte ha perso il titolo per la seconda volta contro Sasha Banks. Nella stessa puntata Sasha annuncia che per la prima volta nella storia della divisione femminile difenderà il suo titolo in un Hell in a cell match il 30 ottobre ad Hell in a Cell contro Charlotte. A Hell in a Cell, però, Charlotte ha sconfitto Sasha Banks diventando così WWE Raw Women's Champion per la terza volta. Il 20 novembre a Survivor Series Charlotte ha preso parte al 5-on-5 Traditional Survivor Series Women's Elimination match come parte del Team Raw contro il Team SmackDown, risultando l'unica sopravvissuta, insieme a Bayley, e autrice di due eliminazioni. Nella puntata di Raw del 28 novembre Charlotte ha affrontato Sasha Banks per il WWE Raw Women's Championship ma l'incontro è terminato in un doppio count-out; per questo motivo, il General Manager Mick Foley ha fatto ripartire il match più tardi, quella sera, rendendolo un Falls Count Anywhere match, dove Charlotte ha perso il titolo contro Sasha. Il 18 dicembre a Roadblock: End of the Line Charlotte ha sconfitto Sasha in un 30-minute Iron Woman match per 3-2 (fuori tempo limite) diventando per la quarta volta WWE Raw Women's Champion. Nella puntata di Raw del 9 gennaio Charlotte Nia Jax hanno sconfitto Bayley e Sasha Banks. Il 29 gennaio, alla Royal Rumble, Charlotte ha difeso con successo il WWE Raw Women's Championship contro Bayley. Nella puntata di Raw del 13 febbraio Charlotte ha perso il WWE Raw Women's Championship contro Bayley dopo 57 giorni di regno. Nella puntata di Raw del 27 febbraio Charlotte e Nia Jax hanno sconfitto Bayley e Sasha Banks. Il 5 marzo, a Fastlane, Charlotte è stata sconfitta da Bayley, fallendo l'assalto al WWE Raw Women's Championship e subendo la prima sconfitta in un match titolato in pay-per-view dal 2015. Nella puntata di Raw del 20 marzo Charlotte ha sconfitto la sua ex-partner Dana Brooke (che aveva effettuato un turn face ribellandosi a Charlotte la settimana prima). Il 2 aprile, a WrestleMania 33, Charlotte ha partecipato ad un Fatal 4-Way Elimination match che includeva anche la campionessa Bayley, Nia Jax e Sasha Banks ma è stata l'ultima ad essere eliminata dalla stessa campionessa. Nella puntata di Raw del 3 aprile Charlotte, Nia Jax e Emma sono state sconfitte da Bayley, Dana Brooke e Sasha Banks. Nella puntata di Raw del 10 aprile Charlotte è stata sconfitta da Nia Jax.

SmackDown (2017–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Con lo Shake-up dell'11 aprile Charlotte è stata trasferita nel roster di SmackDown. Nella puntata di SmackDown del 18 aprile Charlotte ha sconfitto la WWE SmackDown Women's Champion Naomi in un match non titolato. Nella successiva puntata di SmackDown del 25 aprile il match tra Charlotte e Naomi per il WWE SmackDown Women's Championship è terminato in doppia squalifica a causa dell'intervento di Carmella, Natalya e Tamina. Nella puntata di SmackDown del 2 maggio Charlotte (ora una face) e Naomi sono state sconfitte da Carmella e Natalya. Il 21 maggio, a Backlash, Charlotte, Becky Lynch e Naomi sono state sconfitte da Carmella, Natalya e Tamina. Nella puntata di SmackDown del 23 maggio Charlotte e Becky Lynch hanno sconfitto Carmella e Natalya. Nella puntata di SmackDown del 6 giugno Charlotte, Becky Lynch e Naomi sono state sconfitte da Carmella, Natalya e Tamina a causa dell'intervento della debuttante Lana. Nella puntata di SmackDown del 13 giugno Charlotte ha sconfitto Natalya. Il 18 giugno, a Money in the Bank, Charlotte ha partecipato all'omonimo Ladder match (il primo nella storia disputato da lottatrici) assieme a Becky Lynch, Carmella, Natalya e Tamina ma il match è stato vinto da Carmella grazie all'intervento di James Ellsworth. Nella puntata di SmackDown del 27 giugno Charlotte ha partecipato nuovamente al Money in the Bank Ladder match (fatto ripartire dal General Manager Daniel Bryan a causa dell'interferenza di James Ellsworth) insieme a Becky Lynch, Carmella, Natalya e Tamina ma il match è stato vinto da Carmella, la quale è diventata l'indiscussa detentrice della valigetta. Nella puntata di SmackDown dell'11 luglio Charlotte e Becky Lynch sono state sconfitte da Natalya e Tamina a causa dell'intervento di Lana. Nella puntata di SmackDown del 18 luglio Charlotte è stata sconfitta da Becky Lynch. Il 23 luglio, a Battleground, Charlotte ha partecipato ad Fatal 5-Way Elimination match che includeva anche Becky Lynch, Lana, Natalya e Tamina per determinare la contendente n°1 al WWE SmackDown Women's Championship di Naomi per SummerSlam ma è stata eliminata da Natalya, la quale si è aggiudicata la contesa. Nella puntata di SmackDown del 25 luglio Charlotte e Becky Lynch hanno sconfitto Lana e Tamina. Nella puntata di SmackDown dell'8 agosto Charlotte ha sconfitto Lana. Nella puntata di SmackDown del 19 settembre Charlotte ha vinto un Fatal 4-Way match che includeva anche Becky Lynch, Naomi e Tamina, diventando la contendente n°1 al WWE SmackDown Women's Championship di Natalya. Nella puntata di SmackDown del 26 settembre Charlotte ha sconfitto Carmella. Nella puntata di SmackDown del 3 ottobre Charlotte e Becky Lynch sono state sconfitte da Carmella e Natalya. L'8 ottobre, a Hell in a Cell, Charlotte ha sconfitto la WWE SmackDown Women's Champion Natalya per squalifica ma il titolo è rimasto alla campionessa. Nella puntata di SmackDown del 17 ottobre Charlotte, Becky Lynch e Naomi hanno sconfitto Natalya, Lana e Tamina. Nella puntata di SmackDown del 24 ottobre Charlotte ha partecipato ad un Fatal 5-Way match che includeva anche Becky Lynch, Carmella, Naomi e Tamina con in palio la possibilità di diventare il capitano del Team femminile di SmackDown per Survivor Series ma il match è stato vinto da Becky. Nella puntata di SmackDown del 14 novembre Charlotte ha sconfitto Natalya conquistando il WWE SmackDown Women's Championship per la prima volta.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È nata a Charlotte (North Carolina), dove è cresciuta con i genitori Elizabeth Harrell e Richard Fliehr (Ric Flair), ex wrestler e WWE Hall of Famer. Ha una sorellastra di nome Megan ed un fratellastro di nome David, ex wrestler professionista. Aveva un fratello minore, Reid, morto nel 2013 a causa di un'overdose da eroina.

Dal 2010 al 2012 è stata sposata con un uomo chiamato Riki Johnson. Nel 2013 ha sposato il wrestler della TNA Tom Latimer, meglio conosciuto con il ring-name di Bram; il 29 ottobre 2015 la coppia ha ufficialmente divorziato.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "Daddy's Little Girl"[9]
  • "The Dirtiest Player in the Game"[9]
  • "The Flair of NXT"[10]
  • "The Genetically Superior Athlete"
  • "The Nature Girl"[9]
  • "The Queen"[11][12]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "Recognition" di CFO$ (NXT/WWE; 29 maggio 2014–presente)[13]
  • "Respectful" di CFO$ (WWE; 23 maggio 2016–13 marzo 2017; usata con Dana Brooke)[14]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Charlotte con il WWE Raw Women's Championship, titolo di cui è stata la prima campionessa e per cui detiene il record del maggior numero di regni con 4 (record condiviso con Sasha Banks) e del regno più lungo con 113 giorni

1 Il titolo, fino al 5 settembre 2016, era noto come WWE Women's Championship.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Charlotte, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 26 giugno 2016.
  2. ^ a b c (EN) Charlotte, su wwe.com, WWE. URL consultato il 26 giugno 2016.
  3. ^ (EN) Mike Johnson, WWE signs another Flair, su pwinsider.com, Pro Wrestling Insider. URL consultato il 26 giugno 2016.
  4. ^ (EN) Bryan Alvarez, Friday update: More on three-hour Raw move, more on live Impacts, Brooke Hogan, huge weekend schedule of shows, Ashley Flair signs, NXT tapings, tons more, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 18 maggio 2012. URL consultato il 26 giugno 2016.
  5. ^ (EN) Richard Trionfo, WWE NXT report: number one contender match; tag title match; second generation wrestler debuts; women's tournament finals next week, su pwinsider.com, Pro Wrestling Insider, 17 luglio 2013. URL consultato il 15 novembre 2016.
  6. ^ (EN) Justin James, James WWE NXT results 11/6 – Week 71: Luke Harper Week continues with Harper vs. Ohno/Hero, NXT tag champs in action, Summer Rae, more, Overall Reax, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 15 novembre 2016.
  7. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Women's Champion Charlotte vs. Natalya (Submission Match; Ric Flair banned from ringside), su WWE.com, WWE, 2 maggio 2016. URL consultato il 6 maggio 2016.
  8. ^ (EN) James Caldwell, 6/19 WWE MITB PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  9. ^ a b c Charlotte: Daddy’s little 'Nature Girl' August 15, 2013:
    In part two of “Daddy’s Little Girl,” Charlotte speaks
  10. ^ Shows, wwe.com.
  11. ^ Heiresses battle for the crown at WWE Payback, wwe.com.
  12. ^ Raw preview, Dec. 26, 2016, WWE. URL consultato il 26 dicembre 2016.
  13. ^ WWE NXT: Recognition (Charlotte) - Single, iTunes. URL consultato il 29 maggio 2014.
  14. ^ WWE NXT: Respectful (Dana Brooke) - Single, iTunes. URL consultato il 18 maggio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]