Ashley Clarke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ashley Clarke

Ambasciatore del Regno Unito in Italia
Durata mandato 1953 –
1962
Monarca Elisabetta II
Predecessore Victor Mallet
Successore John Guthrie Ward

Dati generali
Università Pembroke College (Cambridge)

Sir Ashley Clarke (26 giugno 190320 gennaio 1994) è stato un diplomatico inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò presso il Repton School e il Pembroke College (Cambridge). Si unì al Servizio Diplomatico nel 1925[1]. Ha servito a Budapest, Varsavia, Costantinopoli, Ginevra e Tokyo. È stato ministro a Lisbona (1944–1946) e a Parigi (1946–1949) sotto gli ambasciatori Duff Cooper e Sir Oliver Harvey. Dal 1949 al 1953 fu assistente sottosegretario e poi vice sottosegretario. Era presente al funerale di Giorgio VI a Windsor, nel febbraio 1952[2]. Nel 1953 venne nominato ambasciatore in Italia[3], dove rimase per nove anni, un periodo insolitamente lungo.

Clarke si ritirò dal servizio diplomatico nel 1962 e si dedicò a numerose attività culturali ed artistiche. È stato presidente della British–Italian Society e del Royal Academy of Dancing, un governatore della BBC e del British Library Sound Archive. Nel 1971 fondò il Venice in Peril Fund, di cui Clarke era stato vicepresidente (1970–1983) e presidente (1983–1994). È stato segretario generale di Europa Nostra (1969–1970).

È sepolto a Venezia, nella sezione evangelica del cimitero monumentale di San Michele.

Matrimoni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1937 sposò Virginia Bell. La coppia divorziò nel 1960. Nel 1962 sposò Frances Molyneux, figlia di John Molyneux.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze britanniche[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine reale vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine reale vittoriano
— 1961[4]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Michele e San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Michele e San Giorgio
— 1962[5]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 10 maggio 1958[6]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Gregorio Magno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Gregorio Magno

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN93308346 · ISNI (EN0000 0000 7846 7752 · LCCN (ENn77005451 · BNF (FRcb148525647 (data) · WorldCat Identities (ENn77-005451
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie