Ashikaga Yoshimochi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ritratto di Ashikaga Yoshimochi

Ashikaga Yoshimochi[1] (足利 義持?; 12 marzo 13863 febbraio 1428) è stato un militare giapponese. Figlio di Ashikaga Yoshimitsu, fu il quarto shōgun dello shogunato Ashikaga.

Fu nominato Seii Taishōgun quando suo padre abdicò in suo favore nel 1394, ma non fu libero di esercitare il suo potere fino al 1408, quando suo padre morì.

Come era consuetudine all'epoca (pratica nota come shudō), prese come protetto un giovane samurai, Akamatsu Mochisada, che educò e al quale diede in amministrazione delle terre; per la cattiva gestione di queste, però, Mochisada fu accusato dalla sua stessa famiglia, e Yoshimochi stesso gli ordinò di uccidersi compiendo seppuku.

Nel 1423, Yoshimochi abdicò in favore del figlio Yoshikazu.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per i biografati giapponesi nati prima del periodo Meiji si usano le convenzioni classiche dell'onomastica giapponese, secondo cui il cognome precede il nome. "Ashikaga" è il cognome.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN29479123 · ISNI (EN0000 0000 6701 9399 · LCCN (ENnr2003029737 · ULAN (EN500127819