Aschenez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Storia di Reggio Calabria
Città del Mediterraneo
Stemma
Storia di Reggio Calabria
Storia urbanistica di Reggio Calabria
Aschenez e gli Aschenazi
Anassila, tiranno dello Stretto
L'antica Giudecca cittadina
Culto nella polis
La Scuola Pitagorica di Reggio
Punta Calmizzi, Acroterio d'Italia
Via Popilia (Capua-Rhegium)
La Colonna Reggina
Il Poseidonio
La Torre di Giulia
Il Ducato di Calabria
La «Canzone d'Aspromonte»
Madonna della Consolazione
Gran Sigillo dell'Urbe Rhegina
Sindaci dal Medioevo ad oggi
Vescovi da San Paolo ad oggi
Terremoto del 1908
La «Grande Reggio»
I Fatti di Reggio del 1970

Aschenez è, nella tradizione mitologica reggina, un personaggio a cui è attribuita la fondazione della città di Reggio Calabria.

Viene identificato con Askenaz, citato nella Bibbia (Genesi, 10, 2-3), figlio di Gomer a sua volta figlio di Iafet e dunque pronipote di Noè. Nella tradizione rabbinica, da Askenaz deriverebbe uno dei due principali gruppi ebraici attuali, gli Ashkenaziti. A tal proposito lo storico ebreo Giuseppe Flavio nel primo libro delle Antichità giudaiche afferma:

(LA)

« Ashanaxus quidem Aschanaxos condidit, qui nunc Regines a Grecis nomantur. »

(IT)

« Aschenez in verità diede origine agli Aschenazi, che ora dai greci sono chiamati Reggini. »

(Giuseppe Flavio, Antichità giudaiche)

La notizia venne ripresa da san Girolamo, che nelle questioni ebraiche sopra la Genesi conferma che coloro che dai Greci erano chiamati Reggini, erano diretti discendenti di Aschenez, quindi Aschenazi:

« Aschenas Greci Rheginos vocant »

Tali fonti sono alla base della leggenda della urbs a diluvio condita da parte di questo mercante semita, inventore della barca a remi, giunto sulle sponde italiche tre generazioni dopo il diluvio universale, cioè quando si prosciugarono le acque che avevano sommerso le montagne. La fondazione sarebbe avvenuta intorno al 2.000 a.C. In seguito a questa leggenda si diede il nome di Aschenez ad una delle vie del centro cittadino.

In alcune fonti Aschenez è ritenuto anche fondatore di Numistra, nome che identificherebbe Nicastro (oggi Lamezia Terme).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe Maria Alfano, Istorica descrizione del regno di Napoli diviso in dodici provincie: in cui ..., 1798, V. Manfredi
    Giuseppe Francioni Vespoli, Itinerario per lo Regno delle Due Sicilie, 1828, Stamperia Francese
    Giuseppe Antonio Scaramuzzino, Memorie storiche riguardanti la città di Nicastro, Napoli, 1803

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]