Ascesa e declino delle grandi potenze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ascesa e declino delle grandi potenze
Titolo originale The Rise and Fall of the Great Powers: Economic Change and Military Conflict From 1500 to 2000
Autore Paul Kennedy
1ª ed. originale 1987
1ª ed. italiana 1989
Genere Saggio
Lingua originale inglese

Ascesa e declino delle grandi potenze è un saggio sul pensiero politico dell'età moderna, scritto da Paul Kennedy e pubblicato nel 1987.

L'autore prende in considerazione il periodo di tempo compreso tra il 1500 ed il 1980, studiando i mutamenti economico-tecnologici che hanno caratterizzato la nascita, lo sviluppo e il declino delle potenze mondiali di questi secoli. Dall'epoca pre-industriale a quella post-industriale, Paul Kennedy studia il rapporto tra le risorse economiche delle più grandi potenze e le loro spese per la difesa militare. Secondo Kennedy, quando il bilancio militare ha superato le risorse dell'economia, si è sempre verificata quella costante che conduce dall'ascesa al declino della Potenza.

Nell'epilogo viene illustrato lo stato di salute delle attuali potenze economico-militari: (Stati Uniti, Cina, Giappone, Russia ed Unione europea) all'anno 1980; offre spunti di riflessione ed analisi sul futuro delle stesse nel ventunesimo secolo.

Mappe e tabelle[modifica | modifica wikitesto]

Il libro contiene dodici mappe e quarantanove tabelle per guidare il lettore nella comprensione del testo.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il libro è stato insignito del prestigioso Wolfson History Prize.

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

  • Ascesa e declino delle Grandi Potenze, Presentazione di Gian Giacomo Migone, Collezione Storica, Milano, Garzanti, 1989, pp. 843.