Arzachena Costa Smeralda Calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arzachena Costa Smeralda Calcio
Calcio Football pictogram.svg
Arzachenacalcio.png
Smeraldini, Biancoverdi, Galluresi, L'Arza
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Bianco e Verde.svg bianco-verde
Dati societari
Città Arzachena
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie C
Fondazione 1964
Presidente Italia Menio Fiorini
Allenatore Italia Mauro Giorico
Stadio Stadio Bruno Nespoli (Olbia)[1]
(4 000 posti)
Sito web www.arzachenacalcio.it/
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L'Arzachena Costa Smeralda Calcio, meglio nota come Arzachena, è una società calcistica italiana con sede nella città di Arzachena, in provincia di Sassari.

Fondata nel 1964 con il nome Gruppo Sportivo Luisiana assume il nome di Polisportiva Arzachena nel 1974. Il club ha alle spalle 18 campionati al massimo livello dilettantistico, di cui 14 consecutivi, culminati con la vittoria del torneo di Serie D e la conseguente promozione in Serie C nell'annata 2016-2017.

Nella stagione 2017-2018, in seguito alla promozione in Serie C, cambia denominazione sociale divenendo Arzachena Costa Smeralda Calcio s.r.l.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima società di calcio della città di Arzachena venne fondata nel 1964 sotto il nome di Gruppo Sportivo Luisiana che cambiò il nome in Polisportiva Arzachena dal termine della stagione 1973-1974.

Il club dopo aver iniziato la sua attività agonistica nei campionati regionali, si conquistò per la prima volta la promozione nel Campionato Interregionale al termine dell'annata 1982-1983, poi, dopo diversi anni nelle divisioni regionali, a partire dalla stagione 1999-2000 prese parte alla nuova Serie D, tuttavia retrocedendo dopo appena un anno. Il ritorno nella massima divisione dilettantistica, per gli smeraldini, arrivò dopo la vittoria del campionato di Eccellenza Sardegna 2002-2003, militandovi fino alla stagione 2016-2017 al termine della quale ottenne il primo posto nel proprio girone maturando il diritto ad iscriversi al successivo campionato di Lega Pro. Dopo 18 stagioni in Serie D, di cui 14 consecutive, si tratta della prima partecipazione ad un campionato professionistico per il sodalizio sardo.[2]

Dall'estate 2017, con l'approdo nel mondo professionistico cambia ragione sociale e passa alla denominazione Arzachena Costa Smeralda Calcio.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Arzachena Costa Smeralda Calcio
  • 1964 - Fondazione del Gruppo Sportivo Luisiana.
  • 1964-1965 - Partecipa al campionato di Seconda Categoria Sardegna.
  • 1965-1966 - 1ª nel campionato di Seconda Categoria Sardegna. Promossa in Prima Categoria.
  • 1966-1967 - 7ª nel girone B della Prima Categoria Sardegna.
  • 1967-1968 - 5ª nel girone A della Prima Categoria Sardegna.
  • 1968-1969 - 2ª nel girone sardo della Prima Categoria.
  • 1969-1970 - 13ª nel girone sardo della Prima Categoria. Ammesso nel nuovo campionato di Promozione.

  • 1970-1971 - 6ª nel girone unico della Promozione Sardegna.
  • 1971-1972 - 8ª nel girone unico della Promozione Sardegna.
  • 1972-1973 - 11ª nel girone unico della Promozione Sardegna.
  • 1973-1974 - 9ª nel girone unico della Promozione Sardegna.
  • 1974 - La società cambia denominazione in Polisportiva Arzachena.
  • 1974-1975 - 2ª nel girone unico della Promozione Sardegna dopo aver perso lo spareggio per il primo posto.
  • 1975-1976 - 9ª nel girone unico della Promozione Sardegna.
  • 1976-1977 - 15ª nel girone unico della Promozione Sardegna.
  • 1977-1978 - 12ª nel girone B della Promozione Sardegna.
  • 1978-1979 - 12ª nel girone B della Promozione Sardegna.
  • 1979-1980 - 15ª nel girone B della Promozione Sardegna. Retrocessa in Prima Categoria.

  • 1980-1981 - 2ª nel campionato di Prima Categoria Sardegna.
  • 1981-1982 - 1ª nel campionato di Prima Categoria Sardegna. Promossa in Promozione.
  • 1982-1983 - 2ª nel girone B della Promozione Sardegna. Ripescata nel Campionato Interregionale a completamento organici.
  • 1983-1984 - 6ª nel girone N del Campionato Interregionale
  • 1984-1985 - 15ª nel girone N del Campionato Interregionale. Retrocessa in Promozione.
  • 1985-1986 - 9ª nel girone B della Promozione Sardegna.
  • 1986-1987 - 6ª nel girone B della Promozione Sardegna.
  • 1987-1988 - 12ª nel girone B della Promozione Sardegna.
  • 1988-1989 - 9ª nel girone B della Promozione Sardegna.
  • 1989-1990 - 15ª nel girone B della Promozione Sardegna. Retrocessa in Prima Categoria.

  • 1990-1991 - ?ª nel campionato di Prima Categoria Sardegna.
  • 1991-1992 - ?ª nel campionato di Prima Categoria Sardegna.
  • 1992-1993 - 1ª nel campionato di Prima Categoria Sardegna. Promossa in Promozione.
  • 1993-1994 - 1ª nel girone B della Promozione Sardegna. Promossa in Eccellenza.
  • 1994-1995 - 10ª nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna.
  • 1995-1996 - 12ª nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna.
  • 1996-1997 - 6ª nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna.
  • 1997-1998 - 1ª nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna. Promossa nel Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1998-1999 - 13ª nel girone F del Campionato Nazionale Dilettanti. Ammessa nella nuova Serie D.
Sedicesimi di finale della Coppa Italia Dilettanti (Fase C.N.D.).
  • 1999-2000 - 18° nel girone F della Serie D. Retrocessa in Eccellenza.
Primo turno di Coppa Italia Serie D.

  • 2000-2001 - 8ª nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna.
  • 2001-2002 - 7ª nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna.
  • 2002-2003 - 1ª nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna. Promossa in Serie D.
  • 2003-2004 - 5ª nel girone B della Serie D. Perde il secondo turno dei play-off.
Secondo turno di Coppa Italia Serie D.
Primo turno di Coppa Italia Serie D.
Fase a gironi di Coppa Italia Serie D.
  • 2006-2007 - 5ª nel girone B della Serie D. Perde la semifinale dei play-off.
Secondo turno di Coppa Italia Serie D.
  • 2007-2008 - 12ª nel girone G della Serie D.
Primo turno di Coppa Italia Serie D.
  • 2008-2009 - 5ª nel girone G della Serie D. Perde la finale dei play-off.
Fase a gironi di Coppa Italia Serie D.
  • 2009-2010 - 16ª nel girone G della Serie D. Retrocessa dopo aver perso i play-out e successivamente ripescata.
Primo turno di Coppa Italia Serie D.

  • 2010-2011 - 10ª nel girone G della Serie D.
Turno preliminare di Coppa Italia Serie D.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie D.
  • 2012-2013 - 10ª nel girone G della Serie D.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie D.
  • 2013-2014 - 16ª nel girone G della Serie D. Retrocessa dopo aver perso i play-out e successivamente ripescata.
Primo turno di Coppa Italia Serie D.
Turno preliminare di Coppa Italia Serie D.
Primo turno di Coppa Italia Serie D.
Primo turno di Coppa Italia Serie D.
  • 2017 - Cambia la denominazione in Arzachena Costa Smeralda Calcio S.r.l.
  • 2017-2018 - nel girone A della Serie C.
in Coppa Italia Serie C.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

I colori della maglia dell'Arzachena sono il bianco ed il verde, bicolore comune tra le squadre sportive dell'area della Costa Smeralda.[3]

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stadio Biagio Pirina e Stadio Bruno Nespoli.

L'Arzachena disputa le sue partite interne presso lo Stadio Biagio Pirina, inaugurato nel 1999.[3][4]

Dal 2017 disputa i match casalinghi nel campionato di Serie C allo Stadio Bruno Nespoli di Olbia, in attesa che l'amministrazione comunale di Arzachena provveda ad omologare lo stadio Biagio Pirina per il terzo livello del campionato italiano.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2016-2017 (gir. G)

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

1993/1994 (gir. B)
1997-1998, 2002-2003

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie C 1 2017-2018 1
Serie D 15 1999-2000 2016-2017 15
Campionato Interregionale 2 1983-1984 1984-1985 3
Campionato Nazionale Dilettanti 1 1998-1999

Regionali[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
I Promozione 18 1968-1969 1989-1990 27
Prima Categoria 2 1966-1967 1967-1968
Eccellenza 7 1994-1995 2002-2003
II Prima Categoria 2 1990-1991 1991-1992 3
Promozione 1 1993-1994
III Prima Categoria 1 1992-1993 1

Partecipazione alle coppe[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa Italia Serie D 14 1999-2000 2016-2017 14

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Arzachena Costa Smeralda Calcio 2017-2018.
N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Marco Ruzittu
2 Italia D Luca Ranucci
3 Italia D Luca La Rosa
4 Italia C Danilo Bonacquisti (Capitano)
5 Italia D Andrea Maestrelli
6 Italia D Danilo Piroli
7 Italia C Marco Aiana
8 Italia C Giuseppe Nuvoli
9 Italia A Michele Vano
10 Italia A Alessio Curcio
11 Italia A Andrea Sanna
12 Italia P Francesco Fabio Cancelli
N. Ruolo Giocatore
13 Italia D Andrea Peana
14 Italia C Riccardo Casini
16 Italia A Matteo Bertoldi
18 Italia D Christian Arboleda
19 Italia D Simone Sbardella
20 Italia C Melkamu Taufer
21 Italia C Giancarlo Lisai
22 Italia P Matteo Esposito
23 Italia D Marco Russu
24 Italia C Fabio Varricchio
25 Italia D Ivano Baldanzeddu

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito lo staff tecnico tratto dal sito internet ufficiale della società.[5]

Staff dell'area tecnica
  • Italia Davide Altana - Direttore generale
  • Italia Mauro Giorico - Allenatore
  • Italia Marco Fresi - Allenatore in seconda
  • Italia Matteo Roberto Scirpoli - Allenatore portieri
  • Italia Christian Parabita - Preparatore atletico
  • Italia Davide Carducci - Collaboratore tecnico
  • Italia Ubaldo Piccotti - Collaboratore Prima squadra
  • Italia Fabio Pasella - Team manager
  • Italia Giorgio Chiarelli - Responsabile sanitario
  • Italia Ionel Castron - Magazziniere

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni la tifoseria arzachenese è stata capeggiata dai gruppi Onda d'Urto, Vecchia Guardia 1981 e Cuore Bianco Verde.

All'attuale l'unico gruppo organizzato attivo è l'Onda d'Urto che, con la promozione in Lega Pro nell'annata 2016-2017, si è rimesso in piedi. I gruppi Vecchia Guardia 1981 e Cuore Bianco Verde sono ormai relagati al rango di fans club.

Gemellaggi e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

La tifoseria di Arzachena non sostiene nessun gemellaggio ufficiale. Tuttavia, ci sono o ci sono state amicizie con le tifoserie di Rieti, Torres e Tempio.

Le rivalità principali degli ultras dell'Arzachena si verificano esclusivamente in chiave isolana: in virtù delle amicizie dei biancoverdi, le principali rivali sono le gemellate Olbia e Calangianus, mentre rimane rilevante una forte inimicizia con gli ultras dell'Ilvamaddalena, un tempo in rapporti di amicizia con le principali rivali degli smeraldini.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'impianto di gioco di Olbia sostituisce in via temporanea lo Stadio Biagio Pirina di Arzachena, causa adeguamento per la Lega Pro.
  2. ^ L'Arzachena batte l'Albalonga e conquista la promozione in Lega Pro, http://lanuovasardegna.gelocal.it/, 5 maggio 2017. URL consultato il 5 maggio 2017.
  3. ^ a b Scheda della Polisportiva Arzachena su Diario Sportivo, in Diario Sportivo. URL consultato il 07 maggio 2017.
  4. ^ Articolo de La Nuova Sardegna riguardante l'inaugurazione dello stadio Biagio Pirina., in Archivio - La Nuova Sardegna. URL consultato il 07 maggio 2017.
  5. ^ arzachenacalcio.it, http://www.arzachenacalcio.it/squadra/#staff.
  6. ^ Forum per tifosi che sottolinea i rapporti tra gli arzachenesi e le tifoserie di Calangianus e La Maddalena, un tempo legate da un'amicizia., su www.risultatisportivi.it. URL consultato l'08 maggio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]