Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Aryeh Kaplan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aryeh Moshe Eliyahu Kaplan in ebraico: אריה משה אליהו קפלן? (Bronx, 23 ottobre 193428 gennaio 1983[1]), noto studioso ebreo ortodosso, autore di importanti opere nei campi della fisica e della Cabala ebraica[2].

Kaplan è stato riconosciuto come uno dei più prolifici pensatori dell'Ebraismo moderno, con studi divulgativi in filosofia, Torah, Talmud, misticismo ebraico.[3][4] Le sue opere sono state spesso lodate per aver riportato alla pratica dell'Ebraismo molti ebrei laici, specie grazie alle sue attività nell'ambito del movimento baal teshuva.[5]

Opere tradotte in italiano[modifica | modifica wikitesto]

  • Le acque dell'Eden. Il mistero della mikvah. Rinnovamento e rinascita, trad. di Giuseppe Gennarini, Edizioni dehoniane, Roma 1996
  • La meditazione ebraica. Una guida pratica, trad. di Vanna Lucattini Vogelmann, Giuntina, Firenze 1996
  • Lo shabbat. Giorno di eternità, Centro Culturale Naar Israel, Milano 2009
  • Bahir. Libro dell'illuminazione, traduzione, introduzione e commento al testo originale di Aryeh Kaplan, pref. di Nadav Hadar Crivelli, trad. di Mariavittoria Spina, Spazio Interiore, Roma 2014 ISBN 978-88-97864-47-9
  • Meditazione e kabbalah, trad. di Mariavittoria Spina, Spazio interiore, Roma 2015
  • Sefer Yetzirah. Libro della creazione, trad. di Mariavittoria Spina, Spazio interiore, Roma 2016

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rabbi Aryeh Kaplan's gravesite, Briskodesh.org. URL consultato il 27/02/2013.
  2. ^ Aryeh Kaplan, The Aryeh Kaplan Reader: The gift he left behind: Collected essays on Jewish themes from the noted writer and thinker, Brooklyn, N.Y., Mesorah Publications, 1983, pp. 13, ISBN 0-89906-173-7.
  3. ^ Rabbi Ari Kahn, Age of the Universe, aishdas.org, 27 gennaio 2005. URL consultato il 27/02/2013.
  4. ^ Rabbi Aryeh Kaplan: Words to live by, in New York Jewish Week, 21 settembre 2010. URL consultato il 27/02/2013.
  5. ^ A Tribute To Rabbi Aryeh Kaplan, bible.ort.org, 1983. URL consultato il 27/02/2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN100968817 · LCCN: (ENn79053906 · ISNI: (EN0000 0001 1692 3510 · GND: (DE13241077X · BNF: (FRcb12323245m (data)