Arthur Hugh Clough

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arthur Hugh Clough

Arthur Hugh Clough (1º gennaio 181913 novembre 1861) è stato un poeta inglese, fratello di Anne Jemima Clough ed assistente di Florence Nightingale.

È stato descritto come "un abile poeta i cui esperimenti nell'estendere il campo e i soggetti del linguaggio letterario erano molto avanti in rispetto al suo tempo".[1] Clough è considerato uno dei più lungimiranti poeti inglesi dell'Ottocento anche a causa della sua schiettezza in campo sessuale che sconvolse i suoi contemporanei.[1] Spesso in contrasto con le credenze religiose e gli ideali sociali del suo tempo, è stato detto che i suoi versi posseggono la malinconia e la perplessità di un'epoca di transizione, sebbene dal suo Through a Glass Darkly traspare che egli stesso non mancasse di determinate certezze religiose.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Glenn Everett, Arthur Hugh Clough — A Brief Biography, Victorian Web..

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN68944993 · ISNI (EN0000 0001 0911 9161 · BAV 495/273656 · CERL cnp01322267 · Europeana agent/base/62352 · LCCN (ENn80023139 · GND (DE118669583 · BNF (FRcb12031548p (data) · J9U (ENHE987007280395305171 (topic) · CONOR.SI (SL60935779 · WorldCat Identities (ENlccn-n80023139