Arthur Erickson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Arthur Erickson (Vancouver, 14 giugno 1924Vancouver, 20 maggio 2009) è stato un architetto canadese.

Compiuti gli studi all'Università della Columbia Britannica di Vancouver e alla McGill University di Montréal tra il 1942 e il 1950, dal 1953 al 1977 è stato il capogruppo della Arthur Erickson Associates, con un'attività progettuale internazionale (Vancouver, Toronto, Kuwait City, Gidda).

Nel 1963 progetta la Simon Fraser University a Burnaby (Vancouver) che assume una posizione chiave nel suo iter progettuale e rivela l'influenza di Le Corbusier, di Kahn e del nuovo brutalismo. Il suo particolare uso della geometria lo avvicina a posizioni che saranno dell'International Style, mentre parallelamente, in molte opere, privilegia l'aspetto iconografico (Padiglione Canadese all'Expo di Osaka, 1970; Museo di antropologia dell'Università della Columbia Britannica a Vancouver, 1970-71; nuovo palazzo di Giustizia di Vancouver, 1973-80). Oltre a progetti pubblici a grande scala, realizza edifici in legno strutturale, riprendendo le tecniche costruttive tradizionali e regionali.

La sua famiglia annunciò della sua scomparsa a Vancouver, la città della sua nascita, il 20 maggio 2009.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Arthur Erickson dead at 84, in Canadian Press, Globe and Mail. URL consultato il 21 maggio 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN42636360 · ISNI: (EN0000 0000 8121 8140 · LCCN: (ENn81090475 · GND: (DE118902024 · BNF: (FRcb123577238 (data) · ULAN: (EN500026210