Arte (manga)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arte
アルテ
(Arute)
Arte copertina.jpg
Copertina del primo numero dell'edizione italiana, raffigurante la protagonista Arte
Generestorico, sentimentale, drammatico
Manga
AutoreKei Ōkubo
EditoreTokuma Shoten
RivistaMonthly Comic Zenon
Targetseinen
1ª edizione25 ottobre 2013 – in corso
Tankōbon16 (in corso)
Editore it.Panini Comics - Planet Manga
1ª edizione it.26 ottobre 2017 – in corso
Periodicità it.bimestrale
Volumi it.15 / 16 Completa al 94%
Serie TV anime
RegiaTakayuki Hamana
Composizione serieReiko Yoshida
Char. designChieko Miyakawa
MusicheGorō Itō
StudioSeven Arcs
ReteTokyo MX, BS Fuji, ytv
1ª TV4 aprile – 20 giugno 2020
Episodi12 (completa)
Rapporto16:9
Durata ep.24 min
Editore it.Yamato Video
1ª TV it.23 novembre 2021
1º streaming it.Sky On Demand, Now TV
Episodi it.12 (completa)
Durata ep. it.24 min
Dialoghi it.Gamilax
Studio dopp. it.ASCI Voice and Mind
Dir. dopp. it.Gualtiero Cannarsi

Arte (アルテ Arute?) è un manga seinen scritto e disegnato da Kei Ōkubo, pubblicato in Giappone sulla rivista Monthly Comic Zenon di Tokuma Shoten dal 25 ottobre 2013[1].

L'opera racconta le vicende personali e professionali di Arte, un'immaginaria giovane fiorentina che in pieno Rinascimento decide di seguire la sua vocazione e diventare una pittrice[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Firenze, 1506. Arte Spalletti è l'unica figlia di una nobile ma decaduta famiglia fiorentina che, fin da bambina, ha dimostrato un amore e una propensione particolari per la pittura. Quando però suo padre, l'unico che l'avesse incentivata ed appoggiata nelle sue passioni, muore improvvisamente, sua madre, anche nel tentativo di risollevare le sorti del casato, impone alla figlia di abbandonare le sue passioni e trovarsi quanto prima un gentiluomo da sposare.

Arte, tuttavia, si rifiuta di rinunciare ai suoi sogni, e sfidando tutte le convenzioni e la morale dell'epoca si mette alla ricerca di un maestro da cui andare a bottega per poter ultimare la sua formazione. I suoi sforzi vengono infine premiati quando incontra Leo, giovane ma molto conosciuto artista che dopo qualche esitazione decide di prenderla come sua apprendista.

Tutto sembra andare per il meglio, se non fosse che ben presto Arte finisce per innamorarsi del suo mentore: una passione che potrebbe compromettere le sue aspirazioni.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Arte (アルテ Arute?)
Doppiata da: Mikako Komatsu (ed. giapponese), Emanuela Ionica[3] (ed. italiana)
Unica figlia della famiglia Spalletti, innamorata del disegno fin da piccola, ha potuto coltivare liberamente la sua passione grazie a suo padre, che non ha mancato di fornirle alcuni tra i migliori maestri di Firenze. Morto lui all'improvviso, e non volendosi piegare alla morale del tempo che relega le donne al talamo e alla cura della casa, la ragazza decide di continuare ad inseguire i propri sogni, e lasciata la dimora di famiglia (nonché il suo raffinato stile di vita) si trasferisce a casa del pittore Leo, di cui diventa apprendista.
Leo (レオ Reo?)
Doppiato da: Katsuyuki Konishi (ed. giapponese), Lorenzo Scattorin[3] (ed. italiana)
Giovane pittore con un'infanzia infelice ed un passato da mendicante, accetta dopo molte titubanze di prendere Arte come sua apprendista, soprattutto perché in lei rivede sé stesso quando aveva deciso di inseguire la propria vocazione a discapito delle sue umili origini. Schivo e di poche parole, ma dal notevole talento, è riuscito negli anni ad entrare nelle buone grazie di alcuni tra i più noti esponenti della nobiltà fiorentina.
Veronica (ヴェロニカ Veronika?)
Doppiata da: Sayaka Ōhara (ed. giapponese), Chiara Gioncardi[4] (ed. italiana)
Ricca, bellissima e pragmatica cortigiana, è la donna più desiderata di Firenze, con uno stuolo infinito di ammiratori e spasimanti. Prende in simpatia Arte fin dal loro primo incontro, al punto da commissionarle il proprio ritratto, che diventa quindi l'opera d'esordio della giovane pittrice. In seguito, le due diventano buone amiche, tanto che in varie occasioni Veronica farà uso dei propri contatti nella nobiltà di Firenze per agevolare il lavoro di Arte.
Angelo (アンジェロ Anjero?)
Doppiato da: Junya Enoki (ed. giapponese), Stefano Broccoletti[4] (ed. italiana)
Giovane apprendista pittore, proviene da una famiglia relativamente benestante, ma è stato costretto ad andare a bottega per aiutare il padre, magistrato della Signoria, a mettere da parte i soldi necessari per pagare la dote delle sue cinque sorelle. Dopo essersi innamorato di Arte a prima vista è stato però da questa respinto, ma da allora tra i due perdura comunque una solida amicizia.
Ubertino (ウベルティーノ Uberutīno?)
Doppiato da: Yōsuke Akimoto (ed. giapponese), Bruno Alessandro[4] (ed. italiana)
Ricco commerciante di lana, con interessi anche nel sistema bancario e nelle sfere di potere di Firenze. Ha conosciuto Leo quando questi era ancora un apprendista, e da allora è solito commissionargli innumerevoli quadri ed altre opere con cui abbellisce la sua lussuosissima villa.
Dacia (ダーチャ Dācha?)
Doppiata da: Kiyono Yasuno (ed. giapponese), Agnese Marteddu[4] (ed. italiana)
Sarta, figlia di un contadino, lavora con l'ago sin da bambina. In precedenza era gelosa dell'aristocrazia di cui faceva parte Arte, ma è rimasta colpita dal suo duro lavoro e ha imparato da lei a leggere e scrivere.
Juri (ユーリ Yūri?)
Doppiato da: Kōsuke Toriumi (ed. giapponese), Federico Zanandrea[4] (ed. italiana)
Nobile veneziano e abile mercante, conosce casualmente Arte dopo essersi recato a far visita a Veronica nel corso di una visita a Firenze. Rimasto stregato dal talento e dal carattere deciso di Arte, le propone di recarsi a Venezia per diventare sia la pittrice di famiglia che la precettrice di sua nipote, incarico che la ragazza accetterà anche per allontanarsi dai patimenti d'animo che le vengono dall'essersi innamorata del suo maestro. Sebbene la sua abilità e competenza in materia di affari abbiano fatto la fortuna della sua famiglia, il rapporto con il fratello maggiore Marco è da tempo incrinato.
Caterina (カタリーナ Katarīna?)
Doppiata da: M.A.O (ed. giapponese), Carolina Gusev[4] (ed. italiana)
Figlia primogenita di Marco e Sofia dei Faliero (ファリエル家 Farieru-ka?), famiglia di nobili mercanti e tra le più antiche di Venezia. Arte viene convocata a Venezia per essere la sua precettrice di etichetta, scoprendo molto presto che la ragazzina è una vera peste, che è riuscita negli anni a far scappare via tutte le insegnanti venute prima di lei. In un secondo momento Arte capisce che la sua intolleranza per l'etichetta è dovuta in larga parte alla mancanza di affetto da parte dei genitori, con un padre che la rifiutava a priori preferendole il fratellino (al punto da averla costretta a trascorrere i suoi primi anni di vita lontano da casa, nella residenza estiva di famiglia nei pressi di Treviso) e una madre succube della volontà del marito. Segretamente appassionata di cucina, è solita sgattaiolare fuori di casa e organizzare fastosi banchetti per gli abitanti meno abbienti della città, il tutto con la silente complicità dello zio Juri e di parte della servitù. All'insaputa del padre è in realtà frutto di una relazione extraconiugale avuta da Sofia con lo stesso Juri.
Sofia (ソフィア Sofia?)
Doppiata da: Rie Tanaka (ed. giapponese), Ilaria Latini[4] (ed. italiana)
Madre di Caterina.
Dafne (ダフネ Dafune?)
Doppiata da: Haruka Tomatsu (ed. giapponese), Rossa Caputo[4] (ed. italiana)
Donna al servizio della famiglia dei Faliero.

Media[modifica | modifica wikitesto]

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Il manga è stato serializzato sulla rivista Monthly Comic Zenon per la prima volta nell'ottobre 2013 e successivamente è pubblicato in sedici tankōbon per conto della Tokuma Shoten, usciti tra il 19 aprile 2014[5] ed il 19 marzo 2022. In Italia i diritti per la pubblicazione sono stati acquistati da Panini Comics (Planet Manga), che ne ha curato la pubblicazione a partire dal 26 ottobre 2017[6].

Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
119 aprile 2014[5]ISBN 978-4-19-980203-4 26 ottobre 2017[6]ISBN 978-88-912-6655-2
220 novembre 2014[7]ISBN 978-4-19-980242-3 25 gennaio 2018[8]ISBN 978-88-912-6743-6
320 giugno 2015[9]ISBN 978-4-19-980275-1 29 marzo 2018[10]ISBN 978-88-912-6744-3
420 novembre 2015[11]ISBN 978-4-19-980309-3 17 maggio 2018[12]ISBN 978-88-912-6745-0
520 giugno 2016[13]ISBN 978-4-19-980348-2 19 luglio 2018[14]ISBN 978-88-912-6746-7
620 gennaio 2017[15]ISBN 978-4-19-980391-8 20 settembre 2018[16]ISBN 978-88-912-6747-4
720 luglio 2017[17]ISBN 978-4-19-980431-1 15 novembre 2018[18]ISBN 978-88-912-6748-1
820 gennaio 2018[19]ISBN 978-4-19-980473-1 21 febbraio 2019[20]ISBN 978-88-912-8702-1
920 luglio 2018[21]ISBN 978-4-19-980504-2 18 aprile 2019[22]ISBN 978-88-912-8774-8
1019 gennaio 2019[23]ISBN 978-4-19-980544-8 18 luglio 2019[24]ISBN 978-88-912-8910-0
1120 luglio 2019[25]ISBN 978-4-19-980582-0 23 gennaio 2020[26]ISBN 978-88-912-9218-6
1220 gennaio 2020[27]ISBN 978-4-19-980611-7 18 marzo 2021[28]ISBN 978-88-912-9865-2
1320 aprile 2020[29]ISBN 978-4-86720-015-5 24 giugno 2021[30]ISBN 978-88-287-6037-5
1420 gennaio 2021[31]ISBN 978-4-86720-191-6 30 settembre 2021[32]ISBN 978-88-287-6240-9
1520 agosto 2021[33]ISBN 978-4-86-720256-2 17 febbraio 2022[34]ISBN 978-88-287-6538-7
1619 marzo 2022[35]ISBN 978-4-86-720315-6

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 luglio 2019, l'editore Tokuma Shoten ha annunciato la messa in opera di una serie anime dedicata ad Arte, trasmessa dal 4 aprile[36] al 20 giugno 2020. La notizia è stata in seguito confermata dalla stessa Kei Ōkubo[37][38][39]. La serie è stata prodotta dallo studio d'animazione Seven Arcs, diretta da Takayuki Hamana, Reiko Yoshida si è occupata della sceneggiatura, Chieko Miyakawa del character design mentre Gorō Itō della colonna sonora[40]. Maaya Sakamoto canta la sigla d'apertura Clover (クローバー?), mentre Kiyono Yasuno quella di chiusura Hare moyō (晴れ模様?)[41]. Gli episodi sono stati poi raccolti in tre cofanetti Blu-ray, usciti rispettivamente il 10 giugno, 8 luglio e 5 agosto 2020, di cui l'ultimo assieme ai DVD[42].

In Italia i diritti della serie sono stati acquistati da Yamato Video che l'ha pubblicata sul proprio canale YouTube in versione sottotitolata in lingua italiana, simultaneamente col Giappone[43]. La realizzazione di un'edizione doppiata in italiano viene resa nota il 23 luglio 2021 da Yamato Video[44], resa disponibile su Sky On Demand e Now TV dal 23 novembre 2021[45].

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
GiapponeseItaliano
1Richiesta di apprendistato
「弟子入り志願」 - Deshi iri shigan
4 aprile 2020
23 novembre 2021
2Una nuova vita
「新生活」 - Shin seikatsu
11 aprile 2020
23 novembre 2021
3Il primo lavoro
「最初の仕事」 - Saisho no shigoto
18 aprile 2020
23 novembre 2021
4Cortigiana
「コルティジャーナ」 - Korutijāna
25 aprile 2020
23 novembre 2021
5Legame indissolubile
「腐れ縁」 - Kusare'en
2 maggio 2020
23 novembre 2021
6Corporazione
「同業組合」 - Dōgyō kumiai
9 maggio 2020
23 novembre 2021
7Il nobile veneziano
「ヴェネツィアの貴族」 - Venetsia no kizoku
16 maggio 2020
23 novembre 2021
8Nuovi orizzonti
「新天地」 - Shintenchi
23 maggio 2020
23 novembre 2021
9Monella
「悪童」 - Akudō
30 maggio 2020
23 novembre 2021
10La cena di Caterina
「カタリーナの晩餐」 - Katarīna no bansan
6 giugno 2020
23 novembre 2021
11La ritrattista di casa Falier
「ファリエル家の肖像画家」 - Farieru-ke no shōzō gaka
13 giugno 2020
23 novembre 2021
12Discepola
「弟子」 - Deshi
20 giugno 2020
23 novembre 2021

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Arte: le nostre prime impressioni sul manga di Kei Ohkubo, su animeclick.it, AnimeClick.it, 26 dicembre 2017. URL consultato il 18 aprile 2019.
  2. ^ Arte: recensione del piccolo capolavoro manga, su animeclick.it, AnimeClick.it, 18 gennaio 2019. URL consultato il 18 aprile 2019.
  3. ^ a b Arte - Yamato Video annuncia il doppiaggio italiano, su mangaforever.net, 23 luglio 2021. URL consultato il 21 novembre 2021.
  4. ^ a b c d e f g h Arte: Yamato Video annuncia cast e staff della versione italiana, su AnimeClick.it, 20 novembre 2021. URL consultato il 21 novembre 2021.
  5. ^ a b (JA) アルテ ①, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 18 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  6. ^ a b Arte 1, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 18 aprile 2019.
  7. ^ (JA) アルテ ②, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 18 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  8. ^ Arte 2, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 18 aprile 2019.
  9. ^ (JA) アルテ ③, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 18 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  10. ^ Arte 3, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 18 aprile 2019.
  11. ^ (JA) アルテ ④, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 18 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  12. ^ Arte 4, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 18 aprile 2019.
  13. ^ (JA) アルテ ⑤, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 18 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  14. ^ Arte 5, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 18 aprile 2019.
  15. ^ (JA) アルテ ⑥, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 18 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  16. ^ Arte 6, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 18 aprile 2019.
  17. ^ (JA) アルテ ⑦, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 18 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  18. ^ Arte 7, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 18 aprile 2019.
  19. ^ (JA) アルテ ⑧, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 18 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  20. ^ Arte 8, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 18 aprile 2019.
  21. ^ (JA) アルテ ⑨, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 18 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  22. ^ Arte 9, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 18 aprile 2019.
  23. ^ (JA) アルテ ⑩, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 18 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  24. ^ Arte 10, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 18 luglio 2019.
  25. ^ (JA) アルテ ⑪, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 27 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 27 luglio 2019).
  26. ^ Arte 11, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 26 dicembre 2019.
  27. ^ (JA) アルテ ⑫, su tokuma.jp, Tokuma Shoten. URL consultato il 26 dicembre 2019 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2019).
  28. ^ Arte 12, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 18 marzo 2021.
  29. ^ (JA) アルテ 13, su Media Arts. URL consultato il 15 aprile 2021.
  30. ^ Arte 13, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 24 giugno 2021.
  31. ^ (JA) アルテ 14, su Media Arts. URL consultato il 24 giugno 2021.
  32. ^ Arte 14, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 28 settembre 2021.
  33. ^ (JA) アルテ 15, su Media Arts. URL consultato il 9 gennaio 2022.
  34. ^ Arte 15, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 15 febbraio 2022.
  35. ^ (JA) アルテ 16, su Media Arts. URL consultato il 2 giugno 2022.
  36. ^ Arte: primo trailer per l'anime che ci porterà nella Firenze del Rinascimento, in AnimeClick.it, 22 novembre 2019. URL consultato il 22 novembre 2019.
  37. ^ Gemma Rubboli, Arte: il manga di Kei Ohkubo diventa un anime, in BadTaste.it, 22 luglio 2019. URL consultato il 27 luglio 2019.
  38. ^ (EN) Martina Trlica, Arte Anime Adaptation Announced, in MANGA.TOKYO, 23 luglio 2019. URL consultato il 27 luglio 2019.
  39. ^ Arte: anime per il manga da noi per Planet Manga, in AnimeClick.it, 19 luglio 2019. URL consultato il 27 luglio 2019.
  40. ^ (EN) Crystalyn Hodgkins, Arte TV Anime Reveals Promo Video, Staff, More Cast, Visual, April 2020 Debut, in Anime News Network, 22 novembre 2019. URL consultato il 23 gennaio 2020.
  41. ^ (EN) Egan Loo, Arte TV Anime Adds Kiyono Yasuno as Cast Member, Ending Song Artist, in Anime News Network, 21 dicembre 2019. URL consultato il 23 gennaio 2020.
  42. ^ (JA) Blu-rayシリーズ・DVD BOX & スペシャルイベント情報、公開!, su arte-anime.com. URL consultato il 12 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 15 gennaio 2021).
  43. ^ Roberto Addari, Yamato Video annuncia Arte, terzo anime in simulcast per la Primavera 2020, in MangaForever, 3 aprile 2020. URL consultato il 3 aprile 2020.
  44. ^ Arte: Yamato Video annuncia il doppiaggio della serie anime, su AnimeClick.it, 23 luglio 2021. URL consultato il 29 giugno 2022.
  45. ^ Arte, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net. URL consultato il 1º aprile 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Manga
Serie animata
  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga