Arslantepe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arslantepe
Malatya
Arslantepe5.jpg
Scavi ad Arslantepe
Localizzazione
StatoTurchia Turchia
Mappa di localizzazione

Coordinate: 38°22′55″N 38°21′40″E / 38.381944°N 38.361111°E38.381944; 38.361111

Arslantepe, la "collina dei leoni", sorge nel villaggio di Orduzu, nella piana di Malatya in Anatolia Orientale, un'oasi nella catena dell'Antitauro, a circa 15 chilometri dalla riva destra dell'Eufrate e a 6 chilometri dalla città moderna di Malatya.

Il sito di Arslantepe è un tell, ossia collina artificiale nata per il sovrapporsi di abitati ricostruiti sempre nello stesso punto per millenni; esso è stato occupato ininterrottamente a partire almeno dal V millennio a.C. fino all'età romana e bizantina.

Ad Arslantepe, i primi scavi furono condotti dall'archeologo francese L. Delaporte tra il 1932 e il 1939. Dopo il secondo conflitto mondiale le indagini furono riprese brevemente da Claude F. A. Schaeffer. A partire dal 1961 la Missione Archeologica Italiana in Anatolia Orientale ha condotto sistematiche campagne di scavo prima sotto la guida congiunta del Prof. Meriggi (Università di Pavia) e del Prof. Salvatore Maria Puglisi (Sapienza Università di Roma), successivamente solo di quest'ultimo, quindi della Prof. Alba Palmieri (Sapienza Università di Roma) e dal 1990 della Prof. Marcella Frangipane (Sapienza Università di Roma).

Imponente è la scoperta di un complesso palatino datato alla fine del IV millennio a.C. Unico nel suo genere, esso si caratterizza per la presenza di almeno due aree templari, magazzini, dipinti e per il ritrovamento di quelle che sono considerate le più antiche spade mai ritrovate al mondo.

Questo insediamento (Arslantepe IVa) era presumibilmente la più settentrionale (e militarmente protetta) colonia di Uruk, che da lì a poco fu conquistata e distrutta e ricostruita da una popolazione caucasica, che ne fece la capitale di un dominio personale.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN247832101
Archeologia Portale Archeologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di archeologia