Pacoro II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Arsace XXXVIII)
Moneta di Pacoro II

Pacoro II di Partia (... – ...) è stato un sovrano che governò l'Impero Parto dal 78 al 105 circa.

Era figlio di Vonone II e fratello di Vologase I. Gli venne assegnato da quest'ultimo il regno della Media Atropatete, odierno Azerbaigian. Dopo la morte di Vologase, Pacoro si rivoltò contro il nipote e successore, Vologase II, sconfiggendolo e deponendolo dal trono.

Secondo quanto affermato da Cassio Dione Pacoro vendette il regno di Osroene a Abgar VII e secondo Ammiano Marcellino allargò la città di Ctesifonte costruendone addirittura le mura.

Sulle numerose monete che vennero coniate durante il suo regno si fece chiamare "Arsace Pacoro". L'utilizzo del nome proprio insieme al nome reale Arsace dimostra che il regno era conteso anche da rivali. Tre di questi li conosciamo attraverso monete: oltre a Vologase II vi furono anche Artabano III, tra l'80 e il 90 e Vologase III dal 105.

Pacoro morì nel 105 circa, lasciando il regno nelle mani di Osroe I.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sovrani dei Parti Successore
Vologase II 78105 Vologase III