Arrigo Petacco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arrigo Petacco nel 1973

Arrigo Petacco (Castelnuovo Magra, 7 agosto 1929Porto Venere, 3 aprile 2018) è stato un giornalista, saggista, storico e sceneggiatore italiano. È stato inviato speciale, caporedattore e direttore della Nazione di Firenze e del mensile Storia Illustrata, nonché autore di programmi televisivi di argomento storico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Una scena dello sceneggiato Joe Petrosino: Adolfo Celi (sulla destra) interpreta il poliziotto italo-americano

Nato nel 1929 a Castelnuovo Magra, nella provincia della Spezia, ha iniziato la sua carriera giornalistica presso Il Lavoro di Genova diretto da Sandro Pertini. Prolifico scrittore con grande capacità di divulgazione,[1] ha iniziato con una biografia su Gaetano Bresci, l'anarchico attentatore del re Umberto I a Monza, quindi si è concentrato su personalità note della prima metà del Novecento e del fascismo, ha sceneggiato vari film e realizzato numerosi programmi televisivi, in particolare con la Rai. Nella sua attività giornalistica ha intervistato alcuni tra i protagonisti della seconda guerra mondiale.

È del 1982 la sua Storia del fascismo edita in sei volumi, mentre nel 1983 ha vinto il Premio Saint-Vincent per il giornalismo grazie alle sue inchieste televisive[2] e nel 2006 il Premio Capo d'Orlando per il giornalismo[3]. Nel biennio 1986-87, succedendo a Tino Neirotti, ha diretto il quotidiano fiorentino La Nazione.

Dal suo romanzo dedicato all'ufficiale della polizia statunitense Joe Petrosino - che combatté contro la mafia - è stato tratto nel 1972 l'omonimo sceneggiato televisivo con Adolfo Celi, mentre un altro su Cesare Mori - il funzionario spedito da Mussolini in Sicilia a combattere la criminalità organizzata - ha ispirato nel 1977 Pasquale Squitieri per il suo Il prefetto di ferro con Giuliano Gemma e Claudia Cardinale, su sceneggiatura dello stesso Petacco.

Tra le sue tesi più controverse quella espressa nel novembre del 2014 in un'intervista sul blog di Beppe Grillo in merito all'omicidio Matteotti: nell'occasione Petacco sostiene che non fu Mussolini il mandante di quel delitto[4][5], suscitando dibattiti e polemiche[6][7].

Scrittore controcorrente[8], è deceduto nella sua casa di Porto Venere il 3 aprile 2018, lasciando due figlie: Carlotta e Monica.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La morte cammina con la sposa, come Harry Arpet, Roma, Boselli, 1958.
  • L'anarchico che venne dall'America. Storia di Gaetano Bresci e del complotto per uccidere Umberto I, Milano, A. Mondadori, 1969; 2000. ISBN 88-04-47807-1.
  • Joe Petrosino, Milano, A. Mondadori, 1972.
  • Dal Gran Consiglio al Gran Sasso. Una storia da rifare, con Sergio Zavoli, Milano, Rizzoli, 1973.
  • Il prefetto di ferro. L'uomo di Mussolini che mise in ginocchio la mafia, Milano, A. Mondadori, 1975.
  • Le battaglie navali del Mediterraneo nella Seconda guerra mondiale, Milano, A. Mondadori, 1976.
  • Il Cristo dell'Amiata. Storia di David Lazzaretti, Milano, A. Mondadori, 1978.
  • La seconda guerra mondiale, 9 volumi, Roma, Curcio, 1979.
  • Riservato per il Duce. I segreti del regime conservati nell'archivio personale di Mussolini, Milano, A. Mondadori 1979.
  • Storia del fascismo, 6 volumi, Roma, Curcio, 1982.
  • Pavolini. L'ultima raffica di Salò, Milano, A. Mondadori, 1982.
  • I grandi enigmi fra cronaca e storia, 8 voll., Novara, De Agostini, 1983-1985.
  • Come eravamo negli anni di guerra? Cronaca e costume 1940-1945, Novara, De Agostini, 1984.
  • La Spezia in guerra, 1940-45. Cinque anni della nostra vita, Bologna-La Spezia, La Nazione-Cassa di Risparmio della Spezia, 1984.
  • Dear Benito, caro Winston. Verità e misteri del carteggio Churchill-Mussolini, Milano, A. Mondadori, 1985.
  • Italia terra di tesori, con la collaborazione di Sergio De Santis, Novara, De Agostini, 1987.
  • Storia d'Italia dall'unità ad oggi, 8 volumi, Roma, Curcio, 1987.
  • I ragazzi del '44, Milano, A. Mondadori, 1987. ISBN 88-04-30010-8.
  • Livorno in guerra. Come eravamo negli anni di guerra, hanno collaborato Ugo Mannoni e Giuseppe Isozio, Livorno, Il Telegrafo, 1988.
  • Storia bugiarda, Roma-Bari, Laterza, 1988. ISBN 88-420-3316-2.
  • W Gesù W Maria W l'Italia. Ugo Bassi, il cappellano di Garibaldi, Roma, Nuove edizioni del gallo, 1990.
  • 1940. Giorno per giorno attraverso i bollettini del Comando supremo, Milano, Leonardo, 1990. ISBN 88-355-0064-8.
  • 1941. Giorno per giorno attraverso i bollettini del Comando supremo, Milano, Leonardo, 1990. ISBN 88-355-0096-6.
  • 1942. Giorno per giorno attraverso i bollettini del Comando supremo, Milano, Leonardo, 1991. ISBN 88-355-0140-7.
  • 1943. Giorno per giorno attraverso i bollettini del Comando supremo, Milano, Leonardo, 1993. ISBN 88-355-0237-3.
  • La regina del Sud. Amori e guerre segrete di Maria Sofia di Borbone, Milano, A. Mondadori, 1992. ISBN 88-04-35979-X.
  • La principessa del nord. La misteriosa vita della dama del Risorgimento. Cristina di Belgioioso, Milano, A. Mondadori, 1993. ISBN 88-04-36725-3.
  • La signora della Vandea. Un'italiana alla conquista del trono di Francia, Milano, A. Mondadori, 1994. ISBN 88-04-35978-1.
  • La nostra guerra, 1940-1945. L'avventura bellica tra bugie e verità, Milano, A. Mondadori, 1995. ISBN 88-04-38526-X.
  • Il comunista in camicia nera. Nicola Bombacci, tra Lenin e Mussolini, Milano, A. Mondadori, 1996. ISBN 88-04-40305-5.
  • Regina. La vita e i segreti di Maria José, Milano, Mondadori, 1997. ISBN 88-04-42512-1.
  • L'archivio segreto di Mussolini, Milano, Mondadori, 1997. ISBN 88-04-42031-6.
  • L'armata scomparsa. L'avventura degli italiani in Russia, Milano, Mondadori, 1998. ISBN 88-04-42030-8.
  • Il superfascista. Vita e morte di Alessandro Pavolini, Milano, Mondadori, 1998. ISBN 88-04-44799-0.
  • L'esodo. la tragedia negata degli italiani d'Istria, Dalmazia e Venezia Giulia, Milano, Mondadori, 1999. ISBN 88-04-45897-6.
  • L'amante dell'imperatore. Amori, intrighi e segreti della contessa di Castiglione, Milano, Mondadori, 2000. ISBN 88-04-48177-3.
  • L'armata nel deserto. Il segreto di El Alamein, Milano, Mondadori, 2001. ISBN 88-04-48956-1.
  • Ammazzate quel fascista! Vita intrepida di Ettore Muti, Milano, Mondadori, 2002. ISBN 88-04-50686-5.
  • La Spezia. Una città ritrovata. Arrigo Petacco intervista il sindaco Giorgio Pagano, Genova, Sagep, 2002. ISBN 88-7058-846-7.
  • Faccetta nera. Storia della conquista dell'Impero, Milano, Mondadori, 2003. ISBN 88-04-51803-0; riedito col titolo Faccetta nera. L'illusione coloniale italiana 1892-1947, Novara, UTET, 2018, ISBN 978-88-511-5753-1.
  • L'uomo della provvidenza. Mussolini, ascesa e caduta di un mito, Milano, Mondadori, 2004. ISBN 88-04-53466-4.
  • La croce e la mezzaluna. Lepanto 7 ottobre 1571. Quando la Cristianità respinse l'Islam, Milano, Mondadori, 2005. ISBN 88-04-54397-3.
  • ¡Viva la muerte! Mito e realtà della guerra civile spagnola, 1936-39, Milano, Mondadori, 2006. ISBN 88-04-56002-9.
  • L'ultima crociata. Quando gli ottomani arrivarono alle porte dell'Europa, Milano, Mondadori, 2007. ISBN 978-88-04-57261-9.
  • La scelta. L'invenzione della Repubblica Italiana, Roma, Curcio, 2008. ISBN 978-88-95049-33-5.
  • La strana guerra, 1939-1940. Quando Hitler e Stalin erano alleati e Mussolini stava a guardare, Milano, Mondadori, 2008. ISBN 978-88-04-58304-2.
  • Il regno del Nord. 1859. Il sogno di Cavour infranto da Garibaldi, Milano, Mondadori, 2009. ISBN 978-88-04-59355-3.
  • A. Petacco-Giancarlo Mazzuca, La Resistenza tricolore. La storia ignorata dei partigiani con le stellette, Collana Le Scie, Milano, Mondadori, 2010, ISBN 978-88-04-60144-9.
  • O Roma o morte. 1861-1870. La tormentata conquista dell'unità d'Italia, Milano, Mondadori, 2010. ISBN 978-88-04-60457-0.
  • La Spezia nel Risorgimento, La Spezia, Fondazione Eventi, 2011.
  • Quelli che dissero no. 8 settembre 1943. La scelta degli italiani nei campi di prigionia inglesi e americani, Mondadori, Milano, 2011. ISBN 978-88-04-61293-3.
  • Eva e Claretta. Le amanti del diavolo, Milano, Mondadori, 2012. ISBN 978-88-04-62246-8.
  • A Mosca, solo andata. La tragica avventura dei comunisti italiani in Russia, Milano, Mondadori, 2013. ISBN 978-88-04-63093-7.
  • La storia ci ha mentito. Dai misteri della borsa scomparsa di Mussolini alle «armi segrete» di Hitler, le grandi menzogne del Novecento, Milano, Mondadori, 2014. ISBN 978-88-04-63982-4.
  • Nazisti in fuga. Intrighi spionistici, tesori nascosti, vendette e tradimenti all'ombra dell'Olocausto, Milano, Mondadori, 2014. ISBN 978-88-04-64653-2.
  • Come eravamo negli anni di guerra. La vita quotidiana degli italiani tra il 1940 e il 1945, con la collaborazione di Marco Ferrari, Novara, UTET, 2015. ISBN 978-88-511-3491-4.
  • A. Petacco-Marco Ferrari, Ho sparato a Garibaldi. La storia inedita di Luigi Ferrari, il feritore dell'eroe dei due mondi, Collezione Le Scie, Milano, Mondadori, 2016, ISBN 978-88-04-65995-2.
  • La nostra guerra 1940-1945. L'Italia al fronte tra bugie e verità, Novara, UTET, 2016. ISBN 978-88-511-4065-6.
  • La guerra dei mille anni. Dieci secoli di conflitto fra Oriente e Occidente, Novara, UTET, 2017, ISBN 978-88-51-14455-5.
  • A. Petacco-Marco Ferrari, Caporetto. 24 ottobre-12 novembre 1917: storia della più grande disfatta dell'esercito italiano, Collezione Le Scie.Nuova serie, Milano, Mondadori, 2017, ISBN 978-88-046-7912-7.

Prefazioni e curatele[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Bertillo, Cronaca di giorni duri. Città Sant'Angelo e la guerra, 1943-44, presentazione di Arrigo Petacco, Pescara, Orizzonti Angolani, 1986.
  • Pia Piccioni, Compagno silenzio. Una vedova italiana del gulag racconta, a cura di Arrigo Petacco, Milano, Leonardo, 1989. ISBN 88-355-0041-9.
  • Gino Patroni, Il meglio di Gino Patroni, prefazione di Arrigo Petacco, Milano, Longanesi; La Spezia, Cassa di risparmio, 1993. ISBN 88-304-1172-8.
  • Mario Lombardo, Le colonie e l'impero. Dall'archivio fotografico TCI, prefazione di Arrigo Petacco, Milano, Touring club italiano, 2004. ISBN 88-365-3071-0.
  • Alberto Cavanna e Furio Ciciliot, Nelson e noi. Un quasi saggio sul più famoso ammiraglio della storia, presentazione di Arrigo Petacco, Milano, Mursia, 2006. ISBN 88-425-3461-7.
  • Bettino Craxi, Passione garibaldina, prefazione di Arrigo Petacco, Venezia, Marsilio, 2007. ISBN 978-88-317-9371-1.
  • Giuseppe Meneghini, La Caporetto del fascismo. Sarzana, 21 luglio 1921, prefazione di Arrigo Petacco, Milano, Mursia, 2011. ISBN 978-88-425-4737-2.
  • Luciano Dalla Tana, Mussolini socialista rivoluzionario. Scritti, risse e invettive, prefazione di Arrigo Petacco, Parma, Edizioni Diabasis, 2013. ISBN 978-88-8103-808-4.
  • Alberto Mazzuca, Luciano Foglietta, Mussolini e Nenni amici nemici, prefazione di Arrigo Petacco, Argelato, Minerva Edizioni, 2015. ISBN 978-8873815891

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

  • L'impresa di Premuda, Secondo Programma, 8 giugno 1966.
  • La battaglia d'Inghilterra, Secondo Programma, 17 marzo 1967.
  • La scomparsa di un sommergibile atomico, Programma Nazionale, 11 maggio 1967.
  • La fine della Graf Spee, Secondo Programma, 7 maggio 1968.
  • Prima pagina (Mussolini dal Gran Consiglio al Gran Sasso, con Sergio Zavoli), Programma Nazionale, 22 luglio 1968.
  • Lo sbarco di Salerno, Secondo Programma, 15 ottobre 1968.
  • Da Caporetto a Vittorio Veneto, Programma Nazionale, 13 novembre 1968.
  • Da Caporetto a Vittorio Veneto: il Piave, Programma Nazionale, 20 novembre 1968.
  • Da Caporetto a Vittorio Veneto: Vittorio Veneto, Programma Nazionale, 27 novembre 1968.
  • La fine del dirigibile, Programma Nazionale, 4 dicembre 1968.
  • La battaglia dell'Atlantico, Programma Nazionale, 11 dicembre 1968.
  • Operazione C-3: obiettivo Malta, Programma Nazionale, 18 dicembre 1968.
  • La vera storia di Eddie Chapman, Programma Nazionale, 8 gennaio 1969.
  • Valachi accusa, Programma Nazionale, 21 maggio 1969.
  • La battaglia di Mosca, Secondo Programma, 1º luglio 1969.
  • La battaglia di Mosca: i giorni della riscossa, Secondo Programma, 8 luglio 1969.
  • Lo battaglia di Normandia, Programma Nazionale, 23 luglio 1969.
  • L'ultima trincea, Programma Nazionale, 13 ottobre 1970.
  • La vera storia di Rommel, Programma Nazionale, 9 giugno 1971.
  • Sestante (I figli di Lawrence), Programma Nazionale, 29 gennaio 1972.
  • Ustascia, Secondo Programma, 15 maggio 1972.
  • Servizi speciali del telegiornale (I due Yemen), Programma Nazionale, 22 settembre 1972.
  • Servizi speciali del telegiornale (L'anno della svolta), Programma Nazionale, 11, 18, 25 agosto 1973.
  • La spia di Pearl Harbor
  • TG1, Rai 1, dal 1976 al 1986

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 27 dicembre 1986. Su proposta della Presidenza del Consiglio dei ministri.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Petacco, il revisionista che faceva capire tutti i problemi della storia, su ilgiornale.it, 4 aprile 2018. URL consultato il 5 aprile 2018.
  2. ^ Anno 1983, Premio Saint-Vincent per il giornalismo, 2 ottobre 2006. URL consultato il 26 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2010).
  3. ^ Edizione 2006, Premio Capo D'Orlando. URL consultato il 26 luglio 2010.
  4. ^ Addio a Arrigo Petacco, indagò i misteri della storia italiana, su ansa.it, 3 aprile 2018. URL consultato il 5 aprile 2018.
  5. ^ Morto Arrigo Petacco, lo storico che scandalizzò la sinistra su Mussolini e il fascismo, su liberoquotidiano.it, 3 aprile 2018. URL consultato il 5 aprile 2018.
  6. ^ Arrigo Petacco: l'indegna difesa del Duce sul blog di Grillo, su tagli.me (archiviato dall'url originale il 2 settembre 2017).
  7. ^ grillo e petacco alla ricerca del mussolini buono, su popoffquotidiano.it.
  8. ^ "Il mio amico Arrigo Petacco don Chisciotte contro l'ipocrisia", su ilgiornale.it, 5 aprile 2018. URL consultato il 5 aprile 2018.
  9. ^ Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana Petacco sig. Arrigo, su quirinale.it. URL consultato il 6 giugno 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN76358836 · ISNI (EN0000 0001 0917 2026 · SBN IT\ICCU\CFIV\004499 · LCCN (ENn78096118 · GND (DE1055805044 · BNF (FRcb12175680d (data) · BAV ADV10115245