Aron (I Cavalieri dello zodiaco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aron
Aron.png
Alone
UniversoI Cavalieri dello zodiaco
Nome orig.アローン (Alone)
Lingua orig.Giapponese
Autori
StudioTMS Entertainment
EditoreAkita Shoten
1ª app. inShōnen Champion
Editori it.
  • Panini Comics versione Lost Canvas
  • J-Pop versione Next Dimension
app. it. inManga Legend
Voce orig.Hiro Shimono
Voce italianaFederico Viola
SessoMaschio
Luogo di nascitaItalia Italia

Alone (アローン Arōn?) è un personaggio che appare nei manga prequel Saint Seiya - Next Dimension - Myth of Hades e I Cavalieri dello zodiaco - The Lost Canvas - Il mito di Ade e nella serie televisiva tratta da quest'ultimo.

Si tratta di un giovane pittore italiano, scelto da Ade come corpo ospite a causa del suo buon cuore, nonché migliore amico di Tenma, Cavaliere di Pegasus prima di Seiya.
Da notare che la traslitterazione ufficiale del nome è Alone[1] e non "Aron" come molti pensano (viene chiamato Alone in molte traduzioni straniere), che indicherebbe anche la situazione di solitudine in cui si trovava prima d'incontrare Tenma (cosa ribadita dallo stesso Tenma nel capitolo 134 di Lost Canvas[2]), usata nell'edizione italiana di Next Dimension edita da J-Pop[3]. Questo personaggio appare per la prima volta nel manga di Next Dimension poi ri-utilizzato nel manga di Lost Canvas.

Personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Next Dimension (in corso)[modifica | modifica wikitesto]

In Next Dimension, il manga seguito della serie classica, Alone è un giovane pittore orfano. Un giorno, mentre si trovava in un bellissimo campo fiorito nelle vicinanze di antiche rovine, viene raggiunto da Shion e Dohko, appena promossi a sacri guerrieri d'Oro, i quali decidono di ucciderlo per impedire che lo spirito del dio dell'oltretomba Hades, prenda possesso del suo corpo iniziando così una nuova Guerra Sacra. Alone infatti è l'uomo più puro della terra, è sul suo collo ha sin da piccolo un ciondolo con inciso "Yours Ever" che indica che è destinato ad essere il contenitore dell'anima del dio. I due cavalieri d'oro vengono poi fermati dall'arrivo di Tenma, allievo del loro compagno di addestramento il Silver Saint Suikyo di Crateris, che ha allevato Tenma e Alone dopo averli trovati alcuni anni prima in una capanna in cui erano entrati per ripararsi dal freddo, che fu anche l'occasione in cui i due ragazzi si conobbero. Alone però viene raggiunto e portato via da Pandora, sacerdotessa e comandante degli Specter, che gli fa trovare la sacra spada di Hades che era nascosta da alcuni secoli; una volta impugnata, il ragazzo viene investito da una luce arcana simile ad un fulmine, lo spirito del signore degli Inferi si è impossessato del suo corpo, poi insieme a Pandora si reca al Castello terreno di Hades.

Lost Canvas[modifica | modifica wikitesto]

Anche in Lost Canvas Aron è un giovane pittore amico di Tenma, ma i due vivono in un orfanotrofio nella zona povera in una città del centro Italia. Aron ha anche una sorella di nome Sasha, che ha vissuto con lui e Tenma all'orfanotrofio prima di essere adottata. Il suo sogno è quello di creare un quadro in grado di far commuovere tutte le persone in modo da condurle alla redenzione. Approfittando di questo suo desiderio il dio Ipno (sotto le mentite spoglie di un prete) lo spingerà a recarsi in un luogo sulle montagne a nord della città, in modo che incontri Pandora (la quale poi, andando avanti col manga, si rivelerà essere sua sorella maggiore) che gli metterà al collo il ciondolo Yours Ever. Nei due anni successivi, a seguito della partenza dell'amico Tenma per il Santuario, il potere di Ade si manifesta sempre di più, ad insaputa del povero Aron, facendo sì che ogni cosa dipinta da lui muoia. Approfittando dello stato di depressione di Aron, Pandora e Ipno lo spingono ad abbracciare l'idea che solo la morte sia salvezza, in modo che Ade possa prendere possesso del suo corpo.

Aron sulla copertina di un numero di Lost Canvas

Tuttavia il risveglio di Ade non è completo e la mente di Aron influenza ancora il dio, che si sente ancora estremamente legato a Tenma e alla sorella Sasha (che si scopre essere Atena); per questo motivo Ipno, Tanato e Pandora isolano il dio in un atelier speciale, risvegliando così il vero ego del loro signore per cui la morte non è salvezza ma condanna. Per ben due volte (al Santuario e in Jamir) Sasha e Tenma sono quasi riusciti a liberare Aron da Ade, senza però riuscirci a causa dell'intervento di Pandora. Tuttavia l'anima di Aron non è mai scomparsa ed il ragazzo ha ingannato tutti per poter usare il potere di Ade e compiere quella che lui ritiene essere la vera salvezza, ossia portare le anime di tutte le persone nel gigantesco quadro chiamato Tela Perduta(il Lost Canvas del titolo) dove potranno vivere un'esistenza priva di dolore e sofferenza.[4]. Inoltre ad inserire l'anima di Ade nel corpo di Aron quando era neonato è stato Yoma di Mefistofe (Specter nonché padre di Tenma) per evitare il solito procedere statico della guerra sacra[5].
Dopo aver sostenuto uno scontro con Tenma che si conclude con la sua sconfitta, Aron viene totalmente posseduto dallo spirito di Ade, rivelando che il suo scopo era quello di ultimare la Tela Perduta prima del vero risveglio del dio degl'inferi, da cui viene però liberato dalla luce del Sole generata dalle dodici armature d'oro evocate da Sion. Infine, Aron si reca alla Casa Malefica di Plutone (la cattedrale divenuta castello di Ade) insieme a Sasha e Tenma, e si sacrifica insieme a loro usando il bracciale di fiori di Tenma per ricacciare il dio nell'Elisio[6].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Hiro Shimono ha inciso l'image song del personaggio (dal titolo Nothing), pubblicato all'interno del CD di character song della serie[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga