Aroldis Chapman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aroldis Chapman
Aroldis Chapman on June 4, 2016 (1).jpg
Champman nel 2016
Nazionalità Cuba Cuba
Stati Uniti Stati Uniti[1] (dal 2016)
Altezza 193 cm
Peso 96 kg
Baseball Baseball pictogram.svg
Ruolo Lanciatore di rilievo
Squadra New York Yankees
Carriera
Squadre di club
2010-2015Cincinnati Reds
2016New York Yankees
2016Chicago Cubs
2017-New York Yankees
Statistiche
Batte sinistro
Lancia sinistro
Basi su ball 248
Strikeout 883
Punti concessi 133
Media PGL 2,23
Inning totali 535,2
Salvezze 273
Vittorie 33
Sconfitte 26
Rapporto vittorie 0,559
Palmarès
World Series 1
All-Star 6
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 2019

Albertín Aroldis Chapman de la Cruz, soprannominato "Cuban Missile" e "Cuban Flame Thrower" (Holguín, 28 febbraio 1988), è un giocatore di baseball cubano naturalizzato statunitense che gioca nel ruolo di lanciatore di rilievo per i New York Yankees della Major League Baseball (MLB).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Chapman è nato nella città di Holguín a Cuba. Ha vissuto la sua infanzia in una casa da tre stanze con il padre, un allenatore di pugilato, la madre, una casalinga, e le due sorelle. Suo nonno paterno emigrò dalla Giamaica per Cuba.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Campionato Cubano[modifica | modifica wikitesto]

Chapman debuttò nella Serie Nacional de Béisbol nel 2006. Nel 2007 con la Nazionale di baseball di Cuba vinse una medaglia d'oro ai giochi panamericani e una d'argento nel campionato del mondo. Nel 2009 partecipò al World Baseball Classic.

Major League[modifica | modifica wikitesto]

Chapman defezionò da Cuba nell'estate 2009 nei Paesi Bassi, durante un torneo che disputava con la nazionale cubana.[3] Il 10 gennaio 2010 firmò un contratto di 6 anni con i Cincinnati Reds. Iniziò la stagione 2010 in Tripla-A e debuttò nella MLB 31 agosto 2010, al Great American Ball Park di Cincinnati contro Milwaukee Brewers, nell'ottavo inning.[4][5] La prima vittoria la ottenne il 1º di nuovo contro i Brewers.[6] Il 24 settembre 2010, Chapman lanciò la palla più veloce mai registrata nella storia della MLB, 105,1 miglia l'ora (169,1 km/h) nell'ottavo inning.[7] Giocò con i Reds fino al stagione 2015, venendo convocato per quattro All-Star Game consecutivi dal 2012 al 2015.

Chapman con i Chicago Cubs in gara 7 delle World Series 2016

Il 28 dicembre 2015, Chapman fu scambiato con i New York Yankees in cambio di quattro prospetti delle minor league. Il 25 agosto 2016 fu nuovamente scambiato, questa volta con i Chicago Cubs, in cambio di 5 giocatori. Nelle National League Division Series contro i San Francisco Giants fece registrare un nuovo record delle NLDS con tre salvezze su quattro occasioni. In gara 1 delle National League Championship Series (NLCS) contro i Los Angeles Dodgers sprecò una salvezza ma rimase in campo e alla fine i Cubs rimontarono, guadagnando la vittoria.[8]. In gara 5 delle World Series 2016, con i Cubs in svantaggio per 3-1 nella serie, giocò gli ultimi tre inning concedendo una sola valida e conservando il vantaggio di 3–2 per Chicago.[9] Nella decisiva gara 7 sprecò una salvezza ma risultò il lanciatore vincente dopo che rimase in campo e i Cubs vinsero il titolo al 10º inning, conquistando le prime World Series degli ultimi 108 anni.[10]

Chapman divenne cittadino americano nella aprile 2016.[1]

Il 15 dicembre 2016, Chapman firmò un contratto quinquennale del valore di 86 milioni di dollari per fare ritorno agli Yankees.[11]. Fu il più ricco contratto della storia per un lanciatore di rilievo.[11] La sua stagione regolare 2017 si chiuse con 22 salvezze e una media PGL di 3.22, perdendo due mesi di gioco per un infortunio a una spalla. Gli Yankees giunsero fino alla American League Championship Series dove furono eliminati per quattro gare a tre dagli Houston Astros.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Chicago Cubs: 2016

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2012-2015, 2018, 2019

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Team Cuba: 2007
Team Cuba: 2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Yankees' Aroldis Chapman now a U.S. citizen, su m.mlb.com. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  2. ^ Craig Fehrman, The Enigma of Mr. 105, in Cincinnati Magazine, 3 gennaio 2013. URL consultato il 4 febbraio 2017.
  3. ^ Jose Arangue, Jr., New world of hope awaits Chapman, ESPN, 9 agosto 2009. URL consultato il 9 agosto 2009.
  4. ^ Roth, David, Chapman's 103-MPH Big-League Debut, in The Wall Street Journal, 1º settembre 2010. URL consultato il 17 giugno 2017 (archiviato il 2 settembre 2010).
  5. ^ Reds' Aroldis Chapman debuts with four pitches topping 100 mph (Sporting News.com), 31 agosto 2010. URL consultato il 17 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2010).
  6. ^ Reds' Aroldis Chapman perfect again, gets first victory (Sporting News.com), 2 settembre 2010. URL consultato il 2 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2010).
  7. ^ Chapman's 105-mph pitch was fastest ever, Cincinnati.reds.mlb.com, 25 settembre 2010. URL consultato il 17 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2016).
  8. ^ Jay Cohen, Montero's pinch-hit slam lifts Cubs over Dodgers 8–4, in ESPN, 16 ottobre 2016. URL consultato il 17 giugno 2017.
  9. ^ Ted Berg, Cubs survive, force Game 6 of World Series in Cleveland, in USA Today, 31 ottobre 2016. URL consultato il 17 giugno 2017.
  10. ^ Cubs outlast Indians in Game 7, win first World Series since 1908, in ESPN, 3 novembre 2016. URL consultato il 17 giugno 2017.
  11. ^ a b Yankees finalize 5-year deal with Chapman, su MLB.com, 15 dicembre 2016. URL consultato il 17 giugno 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]