Arnold (modellismo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arnold
Logo
StatoGermania Germania
Fondazione1906 a Norimberga
Fondata daKarl Arnold
Chiusura1997
Sede principaleNorimberga
GruppoHornby Railways
SettoreGiocattoli, modellismo
ProdottiModelli in scala di treni, vagoni, materiale accessorio e binari
NoteNel 1995 acquisita da Rivarossi. Nel 2004 rilevata da Hornby
Sito web

Arnold è una impresa tedesca produttrice di giocattoli fondata da Karl Arnold a Norimberga il 4 ottobre 1906. Nel 1995 passò sotto il controllo dell'italiana Rivarossi e infine, nel 2004 confluì nel gruppo Hornby.

Modello in scala N della locomotiva "bavarese" Gt 2×4/4

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fabbrica si specializzò all'inizio nella produzione di giocattoli di stagno e, fino alla seconda guerra mondiale produsse, oltre a trenini in scala "0" anche navigli e case di bambole. Negli anni trenta venne intrapresa anche una produzione in scala più piccola[1]

I bombardamenti sulla città di Norimberga da parte degli"Alleati" distrussero la fabbrica interrompendone l'attività. Nel dopoguerra fu ripresa la produzione in Alto Palatinato con modelli di treni di varia scala[1] tra cui la "TT". Tra 1960 e 1962 fu intrapresa una produzione "miniatura", in scala 1:200, denominata "Arnold Rapido 200" di qualità estetica piuttosto bassa ma a partire dal 1962 i prodotti divennero molto più dettagliati lasciando in produzione solo quelli in scala 1:160; la linea di trenini elettrici Arnold Rapido in scala 1:160 utilizzava lo scartamento da 9 mm realizzando di fatto la nascita della scala N.

Nel 1964 la scala N fu riconosciuta dalle norme NEM.

Nel 1995 il marchio "Arnold Rapido" venne rilevato dalla ditta italiana Rivarossi e mantenuto fino alla chiusura dell'attività della fabbrica di Mulhouse nel 2001. Nel 2004 Hornby Railways rilevò il marchio e nel 2006 lo rimise in catalogo dopo averne spostato la produzione in Cina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Arnold Rapido, in The Railroad Guide. URL consultato il 27 novembre 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Guido Kruschke, Ralph Zinngrebe, Faszination Arnold. Die Geschichte der Spur N von 1960 bis heute in einer historisch-technischen Betrachtung., Mühlhausen, Arnold Modelleisenbahn GmbH, 2000.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito ufficiale, su arnold.hornbyinternational.com. URL consultato il 27 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2011).