Armoriale delle famiglie italiane (W)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Questo è l'armoriale delle famiglie italiane il cui cognome inizia con la lettera W.

Armi[modifica | modifica wikitesto]

Stemma Casato e blasonatura
Coa fam ITA Walrond.jpg Walrond (San Miniato)

Partito: nel 1° d'argento a 3 teste di becco di nero, cornute d'oro poste 2, 1; nel 2° d'argento alla croce scanalata di nero
(citato in Guelfi, pag. 475)
Partito: nel 1° d'argento, a tre rincontri di montone di nero, 2.1; nel 2° d'argento, alla croce spinata di nero
(citato in Ceramellifasc. 6719)

Stemma da disegnare.svg Wandeneinden (Siena)

Di cielo, a tre uccelli posati d'argento, 2.1, accompagnati in punta dal mare al naturale
(citato in Ceramellifasc. 7190)

Stemma da disegnare.svg Ward (Lucca, Firenze)

Di rosso, alla croce d'argento, accompagnata nel primo cantone da un giglio d'oro
alias
Di rosso, alla croce d'argento, accompagnata nel primo cantone da uno scudetto d'azzurro caricato di un giglio d'oro e coronato dello stesso
(citato in Ceramellifasc. 4915)

Stemma da disegnare.svg Watteville o Wattenvil o Wattenwyl Titolo: marchesi di Conflans; conti di Bussoleno (?); signori di Brossasco, Dronero, Venasca

Di rosso, a tre semivoli d'argento, due e uno
alias
Inquartato, al 1° e 4° di rosso, a tre semivoli d'argento, due e uno, al 2° e 3° d'oro, inferriato d'azzurro
Motto: Ingratis servire nefas - Sub umbra alarum tuarum protege me
(citato in BonaWatteville)

Stemma da disegnare.svg Weber (Napoletano)

(la blasonatura non è stata ancora caricata)
(citato in Nobili napoletaniWeber)

Stemma da disegnare.svg Weldre de Rieux (Fiesole)

D'azzurro, a dieci bisanti d'oro, 3.3.3.1
(citato in Ceramellifasc. 6721)

Stemma da disegnare.svg Wilcardel o Vilcardel o Villecardel (Piccardia, Piemonte) Titolo: marchesi di Andorno, Beaufort, Mortigliengo, Trivero; conti di Montà, Settimo Torinese; signori di Lucento, Montgex; consignori di Aubonne, Monthoux

D'argento, allo scaglione accompagnato da tre rose, il tutto di rosso
(citato in BonaWilcardel)

Stemma da disegnare.svg Wilde (Fiesole)

D'argento, alla fascia di nero accompagnata da tre teste di cervo al naturale, 2.1
(citato in Ceramellifasc. 6722)

Stemma da disegnare.svg Wilding (Sicilia)

partito al primo troncato: sopra d'argento a tre ghiande di verde, all'insù ordinate in fascia; sotto di rosso al tronco di melo d'oro reciso e sradicato, fogliato di tre pezzi a sinistra; al secondo, al ponte d'oro, merlato di tre archi fondato sulla campagna d'argento, sormontata da una corona d'oro, questa sormontata da due stelle d'argento
Sostegni: due uomini selvatici, coronati e cinti di edera, tenenti ciascuno un pennone, banderuolato a destra d'argento, a sinistra di rosso
(citato in MangoWilding)

Stemma da disegnare.svg Winspeare e Winspeare Guicciardi (Napoli, Portici) Titolo: nobile, barone, duca di Salve

Di rosso alla banda d'argento doppio dentata carica di un leone di rosso
(citato in La RosaWinspeare e in Nobili napoletaniWinspeare)
Notizie storiche in Nobili napoletaniFamiglia Winspeare

Stemma da disegnare.svg Woodville (Inghilterra)

D'argento alla fascia cantone a destra di rosso
(citato in D'Alena)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Federico Bona, Blasonario delle famiglie subalpine, su blasonario subalpino.it, 1999.
  • Enrico Ceramelli Papiani, Raccolta Ceramelli Papiani, su archiviodistato.firenze.it, 2008.
  • Alfonso di Sanza d'Alena, Storia della famiglia D'Alena, su casadalena.it.
  • Piero Guelfi Camaiani, Dizionario araldico, Milano, Ulrico Hoelpi, 1940.
  • Ciro La Rosa, I casati del Sud, su ilportaledelsud.org, 2008.
  • Antonino Mango di Casalgerardo, Nobiliario di Sicilia, 2 volumi, ristampa anastatica dell'edizione del 1912 (vol. I) e del 1915 (vol. II), Bologna, Forni Editore, 1970.
  • Stemmario delle famiglie nobili e notabili del Sud Italia, su nobili-napoletani.it, 2007.