Armenzano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Armenzano
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Umbria-Stemma.svg Umbria
ProvinciaProvincia di Perugia-Stemma.png Perugia
ComuneAssisi-Stemma.png Assisi
Territorio
Coordinate43°04′15″N 12°42′01″E / 43.070833°N 12.700278°E43.070833; 12.700278 (Armenzano)Coordinate: 43°04′15″N 12°42′01″E / 43.070833°N 12.700278°E43.070833; 12.700278 (Armenzano)
Altitudine740 m s.l.m.
Abitanti34 (2009)
Altre informazioni
Cod. postale06081
Prefisso075
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantiarmenzanesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Armenzano
Armenzano

Armenzano (talvolta chiamato dai locali Armezzano) è una frazione del comune di Assisi (PG).

Il paese è situato 8 km ad est rispetto alla città di Assisi, sul fianco orientale del monte Subasio, ad una altezza di circa 760 m s.l.m.. Gli abitanti, 34 secondo i dati Istat del 2009 [1], si chiamano armenzanesi. Altre località che ricadono nelle pertinenze del borgo sono Nottiano, Rocca Paida, Villa Caberta, Villa Marforio ,Serra di Valtopina, Casa del conte e Villa Cavanna

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal latino armentum, mandria, in quanto l'allevamento ha sempre costituito la principale risorsa economica del paese. Il paese giace su un poggio, con un castello centrale e una doppia cerchia concentrica di case.

Probabilmente di origini Umbre, nel Medioevo il castello era di proprietà del conte Napoleone di Umbertino dei Monaldi, coevo di san Francesco, di cui era amico, che ospitò in parecchie occasioni. Dei figli di Napoleone va menzionato Ugolino sposo di Bionda e padre di Dialta. Dialta, ancora fanciulla, appena Chiara degli Scifi fondò l'ordine delle Monache Clarisse, entrò in convento cambiando il suo nome profano, celebrato nelle danze e nelle canzoni d'amore, in quello di suor Lucia. Dei luoghi è originario anche il beato Giovanni il semplice, seguace di san Francesco, che usava imitare in tutte le sue espressioni e movimenti.

Nel medioevo, Armenzano era parte del comune di Spello e del Ducato di Spoleto; venne poi venduto ad Assisi, di cui è stabilmente frazione dal 1860. Dal punto di vista ecclesiastico, Armenzano fa comunque ancora parte, come Spello, della Diocesi di Foligno.

Dagli anni '80 vi si tiene un celebre Presepe Vivente, che ogni anno richiama un gran numero di visitatori da tutta l'Umbria. Il borgo, grazie alla partecipazione di tutti gli abitanti, si trasforma e riporta il visitatore indietro nel tempo, presentando abbigliamento, lavori e stili di vita dell'epoca.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alle attività di tipo silvo-pastorale, è sviluppato anche il turismo naturalistico e l'agriturismo, poiché Armenzano è inserito all'interno del Parco Regionale del Monte Subasio. Data la pressoché totale assenza di fonti di inquinamento luminoso, la zona è ideale per l'osservazione astronomica.

Monumenti e luoghi d'arte[modifica | modifica wikitesto]

  • Parco Regionale del Monte Subasio;
  • Grotta di S. Francesco, gola del fosso Vettoio e sorgente dell'Acqua Gelata;
  • Castello di Armenzano (XIII secolo);
  • Cappella di San Michele Arcangelo, a Nottiano;
  • Cappellina delle Montarelle, dedicata a San Leonardo;
  • Cappellina della Madonna delle Grazie, a Balestraccio;
  • Chiesa di San Felice a Vallemare (XIII secolo);[senza fonte]
  • Edicola della Madonna col Bambino (1444);
  • Monumento al carabiniere Renzo Rosati, originario del luogo e morto in servizio.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Umbria Portale Umbria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Umbria