Armando Varricchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Armando Varicchio
Italian Ambassador to the United States Armando Varricchio delivers remark 161209-H-NI589-256.jpg

Ambasciatore d'Italia negli Stati Uniti d'America
In carica
Inizio mandato 7 marzo 2016
Capo di Stato Sergio Mattarella
Capo del governo Paolo Gentiloni, Giuseppe Conte
Vice capo del governo Matteo Salvini, Luigi Di Maio
Predecessore Claudio Bisogniero

Ambasciatore d'Italia in Serbia
Durata mandato 2009-2013

Capo di Gabinetto del Ministro per le Politiche Comunitarie
Durata mandato 1996-1998

Dati generali
Titolo di studio Laurea in Scienze Politiche
Università Università di Padova
Professione Diplomatico

Armando Varricchio (Venezia, 13 giugno 1961) è un diplomatico e ambasciatore italiano.

Dal 2016 è Ambasciatore italiano negli Stati Uniti.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laurea in Scienze politiche all'Università di Padova nel 1985. Entra al Ministero degli Affari Esteri come volontario della carriera diplomatica l'anno successivo. Dopo il primo anno di formazione, lavora come segretario di legazione alla Direzione Generale del Personale, passando nel 1988 all'incarico di secondo segretario commerciale a Budapest. Nel 1990 diventa primo segretario di legazione, confermato nella stessa sede ungherese. Nel 1992 è nominato alla rappresentanza permanente alla CEE a Bruxelles. Tornato alla Farnesina, passa fuori ruolo per lavorare nel 1996 alla Presidenza del Consiglio dei ministri, dove svolge l'incarico di capo di gabinetto di Enrico Letta, ministro per le Politiche Comunitarie fino al 1998, poi come consigliere del Presidente della Commissione Europea.

Nel 2000 passa al grado di consigliere di ambasciata, ottenendo due anni più tardi la nomina a primo consigliere commerciale a Washington. Nel 2006 è consigliere diplomatico aggiunto del Presidente della Repubblica. Divenuto ministro plenipotenziario nel 2007, copre il ruolo di ambasciatore a Belgrado dal 2009 al 2013. Successivamente torna alla Presidenza del Consiglio come consigliere diplomatico del Presidente del Consiglio dei Ministri, Letta. Dal 2014 è ambasciatore, confermato dal nuovo governo con l'incarico di rappresentate al G8 e G20.

Dal 7 marzo 2016 è accreditato a Washington come Ambasciatore d'Italia negli Stati Uniti, rappresentante anche alle Bahamas e Giamaica.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 21 novembre 2016[2][3]
Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 27/12/2013
Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 02/06/1999

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (IT) L'Ambasciatore, su ambwashingtondc.esteri.it. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  3. ^ In precedenza era stato nominato Grande ufficiale il 27 dicembre 2013, Commendatore il 13 luglio 2007, Ufficiale il 27 dicembre 2003 e Cavaliere il 2 giugno 1999.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN8538151052050733530004