Arlo U. Landolt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Arlo U. Landolt (1935) è un astronomo statunitense.

Ottenuto il titolo di Doctor of Philosophy nel 1962 presso l'Università dell'Indiana, Landolt si è occupato principalmente di fotometria pubblicando un gran numero di liste, oggi molto utilizzate,[1][2][3] di stelle standard.[4][5] Ricevette nel 1995 il Premio George van Biesbroeck da parte dell'American Astronomical Society.[6]

Landolt fu lo scopritore di una particolare classe di nane bianche, le nane bianche pulsanti, quando osservò tra il 1965 e il 1966 che la luminosità di HL Tau 76 variava con un periodo di circa 12,5 minuti.[7]

A lui è stato dedicato l'asteroide 15072 Landolt.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ UBVRI photometric standard stars around the celestial equator, Arlo U. Landolt, Astronomical Journal, 88, #3 (Marzo 1983), pp. 439–460.
  2. ^ UBV photoelectric sequences in the celestial equatorial selected areas 92–115, Arlo U. Landolt, Astronomical Journal, 78, #9 (Novembre 1973), pp. 959–981.
  3. ^ UBVRI photometric standard stars in the magnitude range 11.5<V<16.0 around the celestial equator, Arlo U. Landolt, Astronomical Journal 104, #1 (Luglio 1992), pp. 340–371, 436–491.
  4. ^ Arlo U. Landolt, web page at Louisiana State University. URL consultato in data 19 settembre 2007.
  5. ^ a b 15072 Landolt (1999 BS12), web page from the JPL Small-Body Database Browser. URL consultato in data 19 settembre 2007.
  6. ^ AAS — Grants, Prizes and Awards, web page, URL consultato in data 19 settembre 2007.
  7. ^ A New Short-Period Blue Variable, Arlo U. Landolt, Astrophysical Journal 153, #1 (Luglio 1968), pp. 151–164.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]