Arkadij e Boris Strugackij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Boris Strugackij nel 2006

I fratelli Arkadij Natanovič Strugackij (in russo: Аркадий Натанович Стругацкий? ascolta[?·info]; Batumi, 28 agosto 1925Mosca, 12 ottobre 1991) e Boris Natanovič Strugackij (in russo: Борис Натанович Стругацкий? ascolta[?·info]; Leningrado, 14 aprile 1933San Pietroburgo, 19 novembre 2012) sono stati due scrittori russi, autori di numerosi romanzi e racconti di genere fantascientifico.

Iniziarono a scrivere verso la metà degli anni '50 (dapprima solo racconti e poi, a partire dal 1959, anche romanzi), firmando per lo più insieme le proprie opere, senza tuttavia rinunciare a proporre, ciascuno per conto proprio, alcuni lavori sotto pseudonimo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Strugatskij fu evacuata dall'assedio di Leningrado nel 1942 lungo la "strada della vita" (дорогa жизни) attraverso il lago Ladoga. Arkadij, il fratello maggiore, si arruolò nell'esercito e fu distaccato a Mosca, presso l'Istituto militare di lingue straniere. Si laureò nel 1949 come traduttore dall'inglese e dal giapponese. Insegnò alla Scuola di traduttori militari di Kansk e prestò servizio come traduttore in Estremo Oriente. Dopo aver cessato il servizio nell'esercito, nel 1955, ha lavorato a Mosca come redattore per le case editrici Goslitizdat (Chudožestvennaja Literatura) e Detgiz (Detskaja Literatura). Nel 1959 fu ammesso all'Unione dei giornalisti dell'URSS. Alla sua morte, per sua volontà il corpo fu cremato e le sue ceneri furono disperse (in data 6 dicembre 1991) da un elicottero nei pressi di Ryazan, alla presenza di sei testimoni. Boris, il fratello minore, tornò a Leningrado nel 1945, nel 1950 si diplomò al liceo ma non fu accettato alla facoltà di fisica e presentò quindi domanda a quella di matematica e meccanica. Si laureò nel 1955 con una tesi in astronomia. Entrò nella scuola di specializzazione dell'Osservatorio Pulkovo e vi prese poi servizio come ingegnere, addetto alle macchine di calcolo e analisi. Nel 1960 prese parte a una spedizione sul Caucaso nell'ambito di un programma per l'individuazione di un'area idonea all'installazione del Grande telescopio ottico BTA-6 dell'Accademia delle scienze dell'URSS. Membro dell'Unione degli scrittori divenne, dal 1972, in sostituzione di Il'ja Varšavskij,[1] capo del seminario di Leningrado di giovani scrittori di fantascienza (in seguito divenne noto come "seminario Boris Strugatskij").

«Gli inferni che gli Strugatskij avrebbero più tardi costruito per i loro astronomi-protagonisti riflettono l'effettivo inferno attraverso cui molti astronomi sovietici avevano vissuto durante gli anni delle purghe, un inferno che non si era ancora raffreddato quando BN era arrivato a Pulkovo nel 1955».[2]

Boris Strugatskij è stato il fondatore e caporedattore dell'almanacco mensile di fantascienza Polden', XXI vek (Mezzogiorno, XXI secolo), pubblicato a partire dal 2002. Dopo la morte, la rivista si è rinnovata, diventando digitale e abbreviando il nome semplicemente in Polden'. [3]

Dopo la morte, il corpo di Boris Strugatskij fu cremato e le ceneri disperse sulle colline di Pulkovo.[4][5]

Piazza Fratelli Strugatskij a San Pietroburgo

L'asteroide 3054, scoperto nel 1977 dall'astronomo russo Nikolaj Stepanovič Černych, fu battezzato "Strugatskia" nel 1985, in onore dei fratelli Strugatskij.[6]

Carriera letteraria[modifica | modifica wikitesto]

La carriera dei fratelli Strugatskij prende il via sull'onda della fase di "disgelo" che visse il paese durante gli anni di Nikita Chruščëv. Tra la fine degli anni '50 e gli inizi degli anni '60 le opere sono caratterizzate da un forte ottimismo e da una certa vena didattica. Romanzi come Il paese delle nubi purpuree, La via verso Amaltea e Apprendisti portano i giovani lettori in giro per il sistema solare e infondono loro molte nozioni di astronomia. Gli anni tra il '62 e il '65 sono quelli dell'affermazione (i fratelli Strugatskij diventano "Gli Strugatskij") e dell'illusione di poter vivere dei frutti del lavoro di scrittori. Un periodo molto prolifico in cui gli autori riescono a pubblicare una mezza dozzina di opere (tra cui classici come È difficile essere un dio e Lunedì inizia sabato). A partire dal romanzo Le cose predatorie del secolo (1965) gli autori cominciano avvertire un'attenzione sempre più invasiva da parte della censura e si rendono conto di non aver più il favore dei vertici politico-editoriali. Sono gli anni di Breznev e della stagnazione e proprio in coincidenza con questo periodo (a partire dalla metà degli anni '60) i fratelli virano temporaneamente verso la satira, già sperimentata in precedenza con Lunedì inizia sabato. Con l'eccezione de La seconda invasione dei marziani, alcuni romanzi vengono del tutto bloccati dalla censura e non trovano alcuno sbocco editoriale (così La favola della Trojka e La chiocciola sul pendio). A partire dagli anni '70, e soprattutto in seguito al cambiamento radicale al vertice della Molodaja Gvardja (l'organo editoriale del Komsomol) gli Strugatskij vengono osteggiati e boicottati apertamente, con la conseguenza che le loro pubblicazioni si fanno via via sempre più sporadiche. Sono gli anni dell'affermazione all'estero del romanzo Picnic sul ciglio della strada, soprattutto in seguito alla trasposizione cinematografica di Andrej Tarkovskij, e ciò acuisce ancor più il conflitto. La censura si abbatte anche su Brutti cigni e su La città condannata, un romanzo che peraltro gli autori scrissero direttamente per sé stessi, senza alcuna speranza di pubblicazione e che tennero nel cassetto per due decenni (roman napisan v stol). Solo a partire dalla metà degli anni '80, con l'avvento della glasnost', c'è la definitiva emancipazione degli autori e le loro opere vengono tutte pubblicate, in versione integrale.[7]

Quando hanno pubblicato al di fuori della coppia, i fratelli Strugatskij hanno sempre fatto uso di pseudonimi (S. Jaroslavtsev per Arkadij e S. Vititskij per Boris).

Opere pubblicate in coppia[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano Titolo russo anno Pubblicazioni italiane Versione inglese
Il paese delle nubi purpuree in russo: Страна багровых туч?, traslitterato: Strana bagrovych tuč 1959 inedito inedito
Dall'esterno in russo: Извне?, traslitterato: Izvne 1960 inedito From beyond, pubblicato anche come The visitors e The strangers
La via verso Amaltea in russo: Путь на Амальтею?, traslitterato: Put' na Amal'teju 1960 inedito The way to Amalthea, pubblicato anche come Destination: Amaltheia
Apprendisti in russo: Стажёры?, traslitterato: Stažëry 1961 inedito Space apprentice, pubblicato anche come Probationers
Tentativo di fuga, conosciuto anche come Fuga nel futuro in russo: Попытка к бегству?, traslitterato: Popytka k begstvu 1962 1966, 1988 Escape attempt
Arcobaleno lontano, conosciuto anche come Catastrofe planetaria in russo: Далёкая Радуга?, traslitterato: Dalëkaja Raduga 1963 1967 Far Rainbow
È difficile essere un dio in russo: Трудно быть богом?, traslitterato: Trudno byt' bogom 1964 1989, 1996, 2005 Hard to be a god
Lunedì inizia sabato in russo: Понедельник начинается в субботу?, traslitterato: Ponedel'nik načinaetsja v subbotu 1965 2019 Monday Begins On Saturday, pubblicato anche come Monday Starts on Saturday
Le cose predatorie del secolo in russo: Хищные вещи века?, traslitterato: Chiščnye vešči veka 1965 inedito The final circle of paradise
La chiocciola sul pendio, conosciuto anche come Il Direttorato in russo: Улитка на склоне?, traslitterato: Ulitka na sklone 1965 1996, 2019 Snail on the slope
La seconda invasione dei marziani in russo: Второе нашествие марсиан?, traslitterato: Vtoroe našestvie marsian 1967 1974 The second invasion from Mars, pubblicato anche come The second martian invasion
Mezzogiorno. XXII secolo in russo: Полдень, XXII век?, traslitterato: Polden', XXII vek 1967 inedito (eccetto la pubblicazione separata di alcuni racconti che lo compongono) Noon: 22nd century
La favola della Trojka in russo: Сказка о Тройке?, traslitterato: Skazka o Trojke 1967 inedito Tale of the Troika
Brutti cigni in russo: Гадкие лебеди?, traslitterato: Gadkie lebedi 1967 inedito The ugly swans
L'isola abitata in russo: Обитаемый остров?, traslitterato: Obitaemyj ostrov 1969 inedito Prisoners of power, pubblicato anche come The inhabited island
L'hotel "All'Alpinista morto" in russo: Отель «У Погибшего Альпиниста»?, traslitterato: Otel' «u Pogibšego Al'pinista» 1970 inedito Dead Mountaineer's Hotel; la versione nota come Inspector Glebsky's Puzzle non fu in realtà pubblicata[8]
Bambino in russo: Малыш?, traslitterato: Malyš 1971 inedito Space Mowgli
Picnic sul ciglio della strada in russo: Пикник на обочине?, traslitterato: Piknik na obočine 1972 1982, 1988, 2003, 2011, 2015 Roadside Picnic
Il ragazzo dall'inferno in russo: Парень из преисподней?, traslitterato: Paren' iz preispodnej 1974 inedito The kid from hell
Un miliardo di anni prima della fine del mondo in russo: За миллиард лет до конца света?, traslitterato: Za miliard let do kontsa sveta 1974 2017 pubblicato come Definitely maybe (nel 1978) e come One billion years to the end of the world (nel 2020)
La città condannata in russo: Град обреченный?, traslitterato: Grad obrečennyj 1975 (ma rimasto inedito fino al 1989) 2020 The doomed city
Lo scarabeo nel formicaio in russo: Жук в муравейнике?, traslitterato: Žuk v muravejnike 1979 1988 Beetle in the anthill
Racconto su amicizia e inimicizia (racconto lungo) in russo: Повесть о дружбе и недружбе?, traslitterato: Povest' o družbe i nedružbe 1980 inedito A tale of true and false friendship
Destino zoppo in russo: Хромая судьба?, traslitterato: Chromaja sud'ba 1984 inedito Lame fate
Le onde placano il vento, anche conosciuto come Passi nel tempo in russo: Волны гасят ветер?, traslitterato: Volny gasjat veter 1986 1988 The time wanderers
Schiacciati dal male, ovvero quarant'anni dopo in russo: Отягощённые злом, или Сорок лет спустя?, traslitterato: Otjagaščennye zlom, ili sorok let spustja 1988 inedito Those burdened by evil (ne è stato pubblicato solo un estratto nel 2015)[9]
Giudei della città di Piter, ovvero Malinconiche conversazioni a lume di candela (opera teatrale) in russo: Жиды города Питера, или Невесёлые беседы при свечах ?, traslitterato: Židy goroda Pitera, ili Nevesëlye besedy pri svečach 1990 inedito The Kikes of Peter's town or unhappy discourses by candlelight

Elenco delle opere (racconti e romanzi) tradotte in italiano[modifica | modifica wikitesto]

Racconti scritti insieme[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è riportato l'elenco dei racconti:[10]

Riflesso spontaneo appare su Amazing Stories del 1959 (come Initiative)

La raccolta Šest' spiček[modifica | modifica wikitesto]

La raccolta Šest' spiček (Шесть спичек, lett. I sei fiammiferi) fu pubblicata nel 1960 e conteneva:

Altri racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • La febbre delle sabbie (in russo: Песчаная горячка?, traslitterato: Pesčanaja gorjačka,scritto nel 1955 e pubblicato per la prima volta nel 1990);
  • L'uomo da Pasifida (in russo: Человек из Пасифиды?, traslitterato: Čelovek iz Pasifidy,scritto nel 1957, pubblicato nel 1962);[11]
  • Riflesso spontaneo (in russo: Спонтанный рефлекс?, traslitterato: Spontannyj refleks, scritto e pubblicato nel 1958); secondo gli storici russi Dmitrij Volodichin e Gennadij Praškevič è stato questo racconto «a condurre gli Strugatskij nel mondo della SF»; [12]
  • La gigantesca fluttuazione (in russo: Гигантская флюктуация?, traslitterato: Gigantskaja fljuktuacija, scritto nel 1958 e pubblicato per la prima volta nel 2005);
  • Quasi gli stessi (in russo: Почти такие же?, traslitterato: Počti takie že, scritto nel 1959 e pubblicato per la prima volta nel 1960), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Circostanze estreme (in russo: Чрезвычайное происшествие?, traslitterato: Črezvyčajnnoe proisšestvie, scritto nel 1959 e pubblicato per la prima volta nel 1960);
  • Truppe da sbarco (in russo: Десантники?, traslitterato: Desantniki, scritto nel 1959 e pubblicato per la prima volta nel 1961), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Un matusa, nella versione italiana (in russo: Перестарок?, traslitterato: Perestarok, scritto nel 1959 e pubblicato per la prima volta nel 1961), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Tovaglia magica (in russo: Скатерть-самобранка?, traslitterato: Skatert'-samobranka, scritto nel 1959 e pubblicato per la prima volta nel 1961), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo, anche se in alcune edizioni è stato omesso;
  • Notte su Marte (in russo: Ночь на Марсе?, traslitterato: Noč na Marse, scritto e pubblicato per la prima volta nel 1960), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo e che ha anche avuto il titolo alternativo Notte nel deserto (Ночь в пустыне);
  • Un pianeta ben sviluppato (in russo: Благоустроенная планета?, traslitterato: Blagoustroennaja planeta, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1961), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Il ritorno (in russo: Возвращение?, traslitterato: Vozvraščenie, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1961), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo, titolo alternativo I pazienti del dottor Protos (Пациенты доктора Протоса);
  • I due del «Tajmyr» (in russo: Двое с «Таймыра»?, traslitterato: Dvoe s «Tajmyra», scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1961), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Il mistero della gamba posteriore (in russo: Загадка задней ноги?, traslitterato: Zagadka zadnej nogi, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1961), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Come sarete (in russo: Какими вы будете?, traslitterato: Kakimi vy budete, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1961), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Strade semoventi (in russo: Самодвижущиеся дороги?, traslitterato: Samodvižuščiesja dorogi, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1961), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Candele davanti alla consolle (in russo: Свечи перед пультом?, traslitterato: Sveči pered pul'tom, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1961), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Appuntamento (in russo: Свидание?, traslitterato: Svidanie, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1961), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo; titolo alternativo: Gente, gente... (Люди, люди…);
  • Scienze naturali nel mondo delle anime (in russo: Естествознание в мире духов?, traslitterato: Estestvoznanie v mire duchov, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1962), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Cospiratori (in russo: Злоумышленники?, traslitterato: Zloumyšlenniki, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1962), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Moby Dick (in russo: Моби Дик?, traslitterato: Mobi Dik, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1962), racconto poi apparso in Il ritorno, primissima variante di Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Tormento dello spirito (in russo: Томление духа?, traslitterato: Tomlenie ducha, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1962), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • Immersione al reef Octopus (in russo: Погружение у рифа Октопус?, traslitterato: Pogruženie u rifa Oktopus, scritto nel 1960 e pubblicato per la prima volta in un'antologia del 2015);
  • La presidenza CEM (in russo: Президиум ЭСМ?, traslitterato: Prezidium ESM, scritto nel 1961 e pubblicato per la prima volta in un'antologia del 2005); sta per presidenza del Consiglio Economico Mondiale;
  • Su vagabondi e viaggiatori (in russo: О странствующих и путешествующих?, traslitterato: O stranstvujuščich i putešestvujuščich, scritto nel 1962 e pubblicato per la prima volta nel 1963), racconto poi apparso in Mezzogiorno. XXII secolo;
  • La macchina del tempo (quasi secondo H. G. Wells) (in russo: Машина времени (почти по Г. Дж. Уэллсу)?, traslitterato: Mašina vremeni (počti po G. Dž. Uellsu, scritto nel 1962 e pubblicato per la prima volta nel 2005);
  • Segnale stradale (in russo: Дорожный знак?, traslitterato: Dorožnyj znak, scritto nel 1962 e pubblicato per la prima volta nel 2017);
  • I primi uomini sulla prima zattera (in russo: Первые люди на первом плоту?, traslitterato: Pervye ljudi na pervom plotu, scritto nel 1962 e pubblicato per la prima volta nel 1968), noto anche come I nomadi volanti e I vichinghi;
  • Povera gente malvagia (in russo: Бедные злые люди?, traslitterato: Bednye zlye ljudi, scritto nel 1963 e pubblicato per la prima volta nel 1990);
  • A proposito della ciclotazione (in russo: К вопросу о циклотации ?, traslitterato: K voprosu o tsiklotatsii, scritto nel 1963 e pubblicato per la prima volta nel 2008)

Opere pubblicate separatamente[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi pubblicati da Arkadij Strugatskij, sotto lo pseudonimo di S. Jaroslavtsev[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano Titolo russo Prima pubblicazione russa Pubblicazioni italiane Versione inglese
Spedizione all'inferno in russo: Экспедиция в преисподнюю?, traslitterato: Ekspeditsja v preispodnjuju 1984 inedito inedito
Dettagli della vita di Nikita Vorontsov in russo: Подробности жизни Никиты Воронцова?, traslitterato: Podrobnosti žizni Nikity Vorontsova 1984 inedito The Details of Nikita Vorontsov's Life
Il diavolo tra la gente in russo: Дьявол среди людей?, traslitterato: D'javol sredi ljudej 1993 inedito inedito

Romanzi pubblicati da Boris Strugatskij, sotto lo pseudonimo di S. Vititskij[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano Titolo russo Prima pubblicazione russa Pubblicazioni italiane Versione inglese
La ricerca del destino, ovvero Il ventisettesimo teorema dell'etica in russo: Поиск предназначения, или Двадцать седьмая теорема этики?, traslitterato: Poisk prednaznačenija, ili dvatsat' sed'maja teorema etiki 1995 inedito inedito
Gli impotenti di questo mondo in russo: Бессильные мира сего?, traslitterato: Bessiln'nye mira sego 2003 inedito inedito

I due autori risultano aver pubblicato singolarmente anche altri lavori minori di narrativa, lunga e breve, (Arkadij, ad esempio, come coautore insieme ad altri) e poesia, oltre a un gran numero di articoli.

La raccolta delle opere complete[modifica | modifica wikitesto]

In Russia l'opera dei fratelli Strugatskij è oggetto di grande attenzione. Molte le raccolte pubblicate nel corso degli anni, a cui via via si aggiungevano materiali inediti. La più importante e attualmente (aprile 2020) ancora in via di pubblicazione è l'opera omnia in 33 tomi (Полное Собрание сочинений в 33 томах) per l'editore di Gerusalemme Mlečnij put' (lett. Via lattea) a cura di Sveltlana Bondarenko e Leonid Filippov e con l'attivo sostegno del gruppo dei "Ljudeny", studiosi e appassionati strugatskiani. L'opera contiene tutta la produzione dei fratelli Strugatskij, sia letteria (romanzi, racconti, poesie, sceneggiature, versioni complete e alternative ecc.) che saggistica ed epistolare. Da segnalare, anche la raccolta pubblicata a più riprese, in 11 volumi, dalla moscovita AST.

Il primo volume dell'opera omnia, uscito nel 2017. Il simbolo è la chiocciola sul pendio.

Il mondo del Mezzogiorno[modifica | modifica wikitesto]

Il Mondo del Mezzogiorno (in russo Мир Полудня, traslitterato Mir Poludnja) è un mondo letterario in cui si svolgono gli eventi descritti in alcuni romanzi dei fratelli Strugatskij. Esso si colloca nel XXII secolo, dopo la realizzazione dell'utopia comunista. Il testo più rappresentativo è "Mezzogiorno, XXII secolo" (da cui il nome deriva), mentre l'ultimo è Passi nel tempo (edizione italiana di Волны гасят ветер, lett. Le onde placano il vento).

L'umanità di spostarsi nel cosmo in modo pressoché istantaneo grazie al grande avanzamento tecnologico (ad esempio con la tecnologia della "deritrinitazione").

Una delle figure caratteristiche della Terra del XXI e XXII secolo è quella del "progressore". Si tratta di agenti che vengono infiltrati all'interno delle civiltà umanoidi meno avanzate della nostra, al fine di studiare e agevolare - per lo più indirettamente - il loro sviluppo proteggendo gli studiosi, gli umanisti e gli scienziati e financo cercando di facilitare il rovesciamento di governi autoritari e violenti (si cerca sempre di aiutare i c.d. "fratelli d'intelletto").

L'universo è popolato da numerose civiltà, non sempre umanoidi. La presenza di civiltà umanoidi, così come altri indizi lasciano supporre l'esistenza di una super-civiltà misteriosa e potente, i cui scopi restano ignoti e indecifrabili, ancorché si supponga che miri a sua volta a far progredire gli altri esseri senzienti. Si tratta dei cosiddetti "Nomadi" (o "Vagabondi") dello spazio. Tuttavia, il livello estremamente superiore dei "Nomadi" fa sì che il presunto "bene" cui si ispirano sia in realtà un "super-bene" vale a dire un concetto indecifrabile, estraneo all'umanità e che potrebbe anche rappresentare in una minaccia. Una parte considerevole di misteri riguardo ai "Nomadi" viene svelata in Le onde placano il vento (Passi nel tempo nell'edizione italiana).

Nonostante la natura apparentemente utopica dell'universo, il Mondo di Mezzogiorno è intriso di problemi e conflitti, analogamente al mondo terrestre della nostra epoca.

Romanzi e racconti rientranti nel Ciclo del Mezzogiorno[modifica | modifica wikitesto]

  • Esperimento «SEC» (racc.)
  • Ipotesi particolari (racc.)
  • Mezzogiorno. XXII secolo
  • Tentativo di fuga (anche noto come Fuga nel futuro)
  • Arcobaleno lontano (anche noto come Catastrofe planetaria)
  • È difficile essere un dio
  • L'inquietudine (variante originaria di La chiocciola sul pendio, anche nota come Il direttorato)
  • L'isola abitata
  • Bambino
  • Il ragazzo dall'inferno
  • Lo scarabeo nel formicaio
  • Le onde placano il vento (anche noto come Passi nel tempo)

Opere considerate pre-Mezzogiorno (ambientate in un XX e XXI secolo alternativi)[modifica | modifica wikitesto]

  • Il paese delle nubi purpuree
  • La via verso Amaltea
  • Apprendisti
  • Le cose predatorie del secolo
  • Riflesso spontaneo (racc.)
  • Circostanze estreme (racc.)

Le varie opere del ciclo non sono tecnicamente l'una il seguito dell'altra, ma facendo parte del medesimo continuum narrativo, condividono fatti e personaggi (ad es. il ciclo di Ivan Žilin, il ciclo di Maksim Kammerer ecc.), in modo che è possibile stilare una cronologia abbastanza accurata degli eventi scientifici e socio-politici più rilevanti accaduti tra il XX e il XXII secolo.[13]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Qui sotto una lista (parziale) di film basati sui romanzi dei fratelli Strugackij e/o su sceneggiature dei medesimi.

Il regista-attore Fëdor Bondarčuk in una scena di Inhabited island

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.fantascienza.com/catalogo/autori/NILF15403/ilija-varshavshkij/
  2. ^ Kevin Reese, Celestial Hellscapes. Cosmology as the key to the Strugatskiis science fiction, Boston, Acadamic Studies Press, 2019, p. 20.
  3. ^ https://polden.com/
  4. ^ Biografia, dal sito ufficiale: http://www.rusf.ru/abs/books/bns-11.htm
  5. ^ https://rg.ru/2012/11/23/reg-szfo/strugacky.html
  6. ^ https://www.minorplanetcenter.net/db_search/show_object?object_id=3054
  7. ^ Per apprpfondimenti, si rinvia a: Erik Simon, The Strugatskys in Political Context, in Science Fiction Studies, Vol. 31, No. 3, Soviet Science Fiction: The Thaw and After (nov. 2004), pp. 378-406, https://www.jstor.org/stable/4241284?seq=1
  8. ^ http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?278047
  9. ^ sulla raccolta Red Star Tales. A century of russian and societ science fiction, RIS Publications, ISBN 9781880100387: https://scholarship.richmond.edu/bookshelf/198/
  10. ^ La bibliografia completa si può trovare su https://fantlab.ru/autor52
  11. ^ Il termine "Pasifida" (o "Pacifida") identifica il mitico continente di Mu: Great History of the Ancients: The great mystical ways of the ancients, Gina Gibbons, Camea Publish, 2018
  12. ^ Жизнь замечательных людей — ISBN 978-5-235-03475-4
  13. ^ Si vedano le Cronache del XXII secolo compilate dal gruppo dei Ljudeny, studiosi appassionati strugatskiani e pubblicate sul sito degli autori: http://www.rusf.ru/abs/22_0.htm

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]