Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Aristodemo (mito)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Aristodemo (in greco antico Ἀριστόδημος, traslitterato in Aristòdemos) era il nome del figlio di Aristomaco.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Aristodemo, discendente di Eracle, era un prode guerriero; aveva due fratelli, Temeno e Cresfonte. Un giorno, prima di una battaglia, gli fu chiesto di consultare l’oracolo; però Aristodemo, sicuro di se stesso, rifiutò di consultare l’oracolo di Delfi: per questo, a Naupatto, gli dei lo punirono colpendolo con un fulmine.

Aristodemo ebbe due figli, Procle ed Euristene che presero il suo posto in guerra dopo la sua morte.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca