Ariana DeBose

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ariana DeBose nel 2022
Statuetta dell'Oscar Oscar alla miglior attrice non protagonista 2022

Ariana DeBose (Raleigh, 25 gennaio 1991) è un'attrice, cantante e ballerina statunitense, vincitrice dell'Oscar alla miglior attrice non protagonista nel 2022.

Nel 2022 ottiene il plauso di pubblico e critica per la sua performance nel ruolo di Anita in West Side Story, per il quale ha vinto il Premio Oscar come miglior attrice non protagonista, il Golden Globe come migliore attrice non protagonista, il BAFTA come migliore attrice non protagonista e lo Screen Actors Guild Award come migliore attrice non protagonista. Lo stesso anno viene inserita dalla rivista Time tra le 100 persone più influenti del pianeta.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origini afroamericane, portoricane ed italiane,[2] Ariana DeBose è nata in North Carolina, figlia dell'insegnante di scuola media Gina DeBose. È entrata nel mondo dello spettacolo nel 2009 con il reality So You Think You Can Dance. Successivamente ha cominciato a recitare a teatro in musical come Hairspray in North Carolina e Company al Kennedy Center con Neil Patrick Harris nel 2011. Nell'autunno dello stesso anno si è unita al cast del tour statunitense di Bring It On, musical con cui la DeBose ha fatto il suo debutto a Broadway nel luglio del 2012.

Nel 2013 è tornata a Broadway nel musical Motown, in cui interpretava Mary Wilson e Diana Ross, mentre nell'autunno dello stesso anno si è unita al cast di Pippin, sempre a Broadway. Dopo aver recitato nell'ensemble del musical per circa un anno, nel 2014 ha rimpiazzato Patina Miller nel ruolo della protagonista dello spettacolo.[3] Nel 2015 ha lasciato il cast di Pippin per unirsi a quello di Hamilton in scena nell'Off Broadway; il musical si è rivelato un successo, ha vinto il Premio Pulitzer ed è stato riproposto a Broadway nell'autunno della 2015, con la DeBose sempre nel cast.[4] Per la sua interpretazione l'attrice ha ottenuto una nomination all'Astaire Award alla migliore ballerina e la DeBose è successivamente apparsa anche nell'adattamento cinematografico del musical, distribuito nel 2020.[5]

Dopo aver recitato ancora a Broadway nel 2016 nel musical A Bronx Tale, nel 2018 ha interpretato una giovane Donna Summer nel musical Summer: The Donna Summer Musical; per la sua interpretazione ha ottenuto una nomination al Drama League Award e al Tony Award alla migliore attrice non protagonista in un musical.[6] Successivamente, l'attrice ha cominciato a recitare al cinema, venendo diretta da Ryan Murphy in The Prom e da Steven Spielberg in West Side Story, in cui ha interpretato il ruolo principale di Anita.[7][8]. Il film si rivela un grande successo al botteghino e, per questo ruolo, Ariana DeBose ha vinto l'Oscar, diventando la prima persona apertamente LGBTQ a vincerne uno in una categoria attoriale, il Golden Globe, lo Screen Actors Guild Award, il Critics' Choice Award e il BAFTA alla migliore attrice non protagonista.

Nel 2022 è stata annunciata la sua presenza nel film del Sony's Spider-Man Universe Kraven The Hunter, nel quale interpreterà il ruolo di Calypso. L'uscita del film è prevista per il 2023.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

DeBose è dichiaratamente queer.[9][10]

Nel dicembre 2020, assieme a Jo Ellen Pellman ha lanciato la Unruly Hearts Initiative. L'iniziativa è stata creata per aiutare i giovani a entrare in contatto con organizzazioni e enti di beneficenza che sostengono la comunità LGBTQ+.[11]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano delle opere in cui ha recitato, Ariana DeBose è stata doppiata da:

  • Erica Necci in West Side Story, Westworld - Dove tutto è concesso
  • Roisin Nicosia in The Prom

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ariana DeBose Is on the 2022 TIME 100 List, su time.com.
  2. ^ (EN) The star of Donna Summer’s musical on speaking up for queer women of colour, su GAY TIMES, 22 ottobre 2018. URL consultato il 23 ottobre 2020.
  3. ^ (EN) Ryan McPhee, Ariana DeBose to Those Profiting Off Black and Brown Stories: ‘True Allyship Is Earned. Can You Show Up For Us?’, su Playbill, Tue Jun 02 20:13:58 EDT 2020. URL consultato il 23 ottobre 2020.
  4. ^ (EN) Ian S, well, Hamilton's 'secret' character The Bullet is the musical's most significant, su Digital Spy, 3 luglio 2020. URL consultato il 23 ottobre 2020.
  5. ^ (EN) Andrew Gans, In the News: Jeremy Jordan and Ariana DeBose Launch Character Building Series, Kristin Chenoweth Joins The Witches Movie, More, su Playbill, Tue Sep 29 16:58:23 EDT 2020. URL consultato il 23 ottobre 2020.
  6. ^ (EN) Andrew Gans, The Crazy Day Ariana DeBose Found Out She’d Been Cast in Summer: The Donna Summer Musical, su Playbill, Fri Jun 01 00:00:00 EDT 2018. URL consultato il 23 ottobre 2020.
  7. ^ (EN) Britt Hennemuth, Ariana DeBose Stars in the Buzziest New Musicals, su Vanity Fair. URL consultato il 23 ottobre 2020.
  8. ^ Ariana DeBose Dances Her Way Onto the A-List With 'The Prom,' 'West Side Story' | Hollywood Reporter, su www.hollywoodreporter.com. URL consultato il 23 ottobre 2020.
  9. ^ (EN) Mekishana Pierre, Ariana DeBose Explains Why Having Queer Leads Makes The Prom So Special, su POPSUGAR Entertainment UK, 11 dicembre 2020. URL consultato l'8 febbraio 2022.
  10. ^ (EN) Mekishana Pierre, Ariana DeBose Explains Why Having Queer Leads Makes The Prom So Special, in POPSUGAR Entertainment. URL consultato l'8 febbraio 2022.
  11. ^ (EN) The Prom Stars Ariana DeBose and Jo Ellen Pellman Launch Unruly Hearts Initiative, su playbill.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar alla miglior attrice non protagonista Successore
Youn Yuh-jung
per Minari
2022
per West Side Story
in carica
Controllo di autoritàVIAF (EN31149912451906211528 · LCCN (ENno2017082955 · GND (DE1256854700 · WorldCat Identities (ENlccn-no2017082955