Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Argo Anfilochico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Argo Anfilochico
Map of ancient Epirus and environs (Italiano).svg
Città della regione storica dell'Epiro e dell'Acarnania
Nome originale in greco antico: Ἄργος τὸ Ἀμφιλοχικόν, Árgos tò Amphilochikón
Cronologia
Fondazione età classica (VI-V secolo a.C.)[1]
Fine impero romano (IV-III secolo d.C.)[1]
Territorio e popolazione
Lingua greco antico
Localizzazione
Stato attuale Grecia Grecia
Località a sud-est del golfo di Ambracia[2]

Argo anfilochico (in greco antico: Ἄργος τὸ Ἀμφιλοχικόν[3]) è stata un'antica città presso la costa orientale del golfo di Ambracia. Secondo la leggenda la città venne fondata da alcuni Argivi al comando di un certo Anfiloco, figlio di Anfiarao (Tucidide, II, 68). Una seconda versione (Apollodoro, Biblioteca, III, 7, 7) vuole che l'abbia fondata Alcmeone, in onore al fratello Anfiloco. Probabilmente la città, che, dalle fonti, risulta non avere chiare origini elleniche, fu fondata dagli Ambracioti che la chiamarono "Argo" (un nome comune per le città in pianura presso la costa).[4][5]

Durante la guerra del Peloponneso la città fu conquistata dagli Ambriacioti, i quali si allearono con gli Acarnani. Gli Ateniesi, considerata pericolosa la conquista di Argo degli Ambracioti, inviarono una spedizione al comando di Formio, che distrusse la città e fece schiavi gli abitanti (432 a.C.). Dopo un primo tentativo di riconquista (431 a.C.), gli Ambracioti si allearono con Euriloco che marciò verso Argo anfilochico con 3 000 opliti. I risultati della spedizione risultarono effimeri: gli Ateniesi, al comando di Demostene, riconquistarono la città per gli Acarnani e conclusero con gli Ambracioti una pace.[5]

Durante il III secolo a.C., Argo fece parte del regno di Pirro e, successivamente, si unì alla lega etolica fino a quando nel 167 a.C. fu conquistata da Lucio Emilio Paolo Macedonico durante la terza guerra macedonica.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Mappa 54 Epiro-Acarnania Archiviato il 5 marzo 2016 in Internet Archive..
  2. ^ Per la possibile ubicazione s. v. Murray, W., R. Talbert, S. Gillies, T. Elliott, J. Becker, Places: 530809 (Argos Amphilochikon?), Pleiades. URL consultato il 4 settembre 2015 4:09 am.
  3. ^ Attestato in Strabone, VII, 7; Tucidide, II, 68.
  4. ^ a b Treccani.
  5. ^ a b Smith.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]