Aree naturali protette della Bulgaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'area dei sette laghi nel Parco nazionale di Rila

Le aree naturali protette della Bulgaria sono costituite per un terzo del territorio dai tre parchi nazionali, i quali coprono una superficie di 193.049 ha in aree demaniali. Oltre ai parchi nazionali, la Bulgaria tutela 10 parchi naturali, 90 riserve naturali, 457 punti di interesse naturali e 175 località protette. La prima area protetta del paese è stata Silkosia nei monti Strandža istituita nel 1931. All'interno dell'Unione Europee la Bulgaria occupa il secondo posto dopo la Spagna per numero di riserve della biosfera UNESCO.[1][2][3]

Parchi nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume Rusenski Lom che attraversa il Parco naturale del Rusenski Lom

I parchi nazionali sono gestiti dai "Direttorati", i quali operano sotto l'autorità del Ministero dell'ambiente e delle acque.[4]

I parchi nazionali sono tre:

Parchi naturali[modifica | modifica wikitesto]

Il lago Srebărna nella Riserva naturale di Srebărna

Riserve naturali[modifica | modifica wikitesto]

Altre aree protette[modifica | modifica wikitesto]

Dieci località bulgare sono comprese nella lista di Ramsar:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: - Federparchi
  2. ^ Fonte: Sito ufficiale del parchi nazionali bulgari
  3. ^ Fonte: The Ramsar Convention on Wetlands, Sito ufficiale della convenzione di Ramsar.
  4. ^ Fonte: sito ufficiale dei parchi nazionali della Bulgaria.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]