Area metropolitana di Madrid

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Area metropolitana di Madrid

L'Area metropolitana di Madrid si trova al centro della penisola iberica attorno alla sua città principale: Madrid. Si tratta dell'area metropolitana più popolata di Spagna e la quarta dell'Unione Europea, dopo quelle di Londra, Parigi e Milano. Ciò nonostante, a tutt'oggi, non esiste ancora una definizione legale che definisca i comuni che ne facciano parte e conseguentemente il registro delle aree metropolitane del Ministero delle Amministrazioni Pubbliche non mostra alcuna area metropolitana nell'ambito della Comunità di Madrid.

La Comunità di Madrid è una comunità autonoma uniprovinciale creata nel 1983. Nell'articolo 76 ("Aree ed Entità Metropolitane"), la Legge 2/2003, dell'11 marzo, di Ammministrazione Locale della Comunità di Madrid (BOCM del 18 marzo 2003), prevede la creazione di aree metropolitane:

« Mediante leggi del parlamento della Comunità di Madrid potranno crearsi Aree o Entità Metropolitane per la gestione di concrete opere e servizi che richiedano una pianificazione, coordinazione o gestione congiunta in comuni di concentrazioni urbane a norma dei disposti di cui agli articoli 43 della Legge 7/1985, del 2 di aprile, che regola le basi dei regolamentazioni locali. »

Tipologia[modifica | modifica sorgente]

  • Regione metropolitana: è la cosiddetta Grande Madrid: Alcune fonti[1] stabiliscono un'area ancora più grande nella quale siano comprese città come Guadalajara, Segovia, Aranjuez, o Toledo[2] per la sua relazione economica, culturale e di servizi rispetto alla capitale.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Cartina dei comuni dell'area metropolitana di Madrid secondo la loro densità di popolazione.

Lo sviluppo dell'area metropolitana di Madrid è stato segnato tanto dalle condizioni geografiche, quanto dalle caratteristiche economiche e dalle reti di trasporto esistenti o dalle politiche di crescita di determinati comuni.

Il terreno attorno alla città è relativamente pianeggiante, ad eccezione della "Sierra", e date le relative distanze ciò non ha ostacolato la crescita dell'area. Al contrario la crescita dei comuni della "Sierra" è stata molto maggiore rispetto al resto della comunità.[3]

Uno dei fatti che hanno influito nello sviluppo dell'area è la presenza di grandi parchi e zone protette ai limiti di Madrid o addirittura all'interno dei confini comunali. È il caso del Monte del Pardo e della Casa de Campo. inoltre le città più grandi dell'area metropolitana di Madrid stanno nei pressi delle vie di grande comunicazione che partono da Madrid. È il caso di Majadahonda con la A-6, di San Sebastián de los Reyes e di Alcobendas con la A-1, dei comuni di corredor del Henares con la A-2, di Rivas-Vaciamadrid e di Arganda del Rey con la A-3 o di Getafe, Parla, Leganés, Alcorcón, Fuenlabrada e Móstoles con le A-4, A-42 y A-5. Quest'ultima regione, la zona sud, è quella che contribuisce maggiormente alla popolazione dell'area metropolitana.[4]

L'area metropolitana[modifica | modifica sorgente]

Antecedenti[modifica | modifica sorgente]

Area metropolitana di Madrid secondo il piano generale approvato nel 1964.

Nel 1961 il governo statale redasse il Piano Generale di Ordinamento dell'Area Metropolitana, che fu approvato nel 1963. Il 28 settembre 1964 si promulgò un decreto mediante il quale si creava l'Area Metropolitana di Madrid, che include 23 comuni: Madrid, Alcobendas, Alcorcón, Boadilla del Monte, Brunete, Colmenar Viejo, Coslada, Getafe, Leganés, Las Rozas, Majadahonda, Mejorada del Campo, Paracuellos del Jarama, Pinto, Pozuelo de Alarcón, Rivas-Vaciamadrid, San Fernando de Henares, San Sebastián de los Reyes, Torrejón de Ardoz, Velilla de San Antonio, Villanueva de la Cañada, Villanueva del Pardillo e Villaviciosa de Odón.

È importante notare che città che attualmente si considerano inglobate nell'area metropolitana di Madrid, come Móstoles, Parla o Fuenlabrada, non erano comprese nell'aerea definita dal piano del 1964.

Comune
Superficie
km²
Popolazione
(ab.)
Densità
(ab./km²)
Altitudine
m slm
Distanza
Madrid (km)
Madrid 605,8 3.155.359 5.208,6 655 0
Alcobendas 45,0 103.149 2.292,2 670 15
Alcorcón 33,7 162.524 4.822,7 718 13
Boadilla del Monte 47,2 35.588 754,0 689 14
Brunete 48,9 9.415 192,50 656 28
Colmenar Viejo 182,6 39.579 216,8 883 31
Coslada 12,0 91.906 6.907,8 621 8
Getafe 78,74 158.363 2.011 623 13
Leganés 43,1 181.248 4.205,3 665 11
Majadahonda 38,5 61.788 1.604,9 743 18
Mejorada del Campo 17,2 20.245 1.177,0 578 24
Paracuellos de Jarama 43,9 7.568 172,4 690 28
Pinto 62,2 37.559 603,8 604 20
Pozuelo de Alarcón 43,2 78.083 1.807,5 690 15
Rivas-Vaciamadrid 67,4 64.992 737,3 590 20
Las Rozas 58,3 71.937 1.233,9 718 19
San Fernando de Henares 38,8 40.048 1.019,29 585 17
San Sebastián de los Reyes 58,7 65.767 1.120,4 705 18
Torrejón de Ardoz 32,6 109.483 3.358,4 585 20
Tres Cantos[5] 38,0 39.198 1.031,5 760 22
Velilla de San Antonio 14,4 9.332 648,1 553 32
Villanueva de la Cañada 34,9 14.084 403,6 652 38
Villanueva del Pardillo 26,2 10.721 409,2 652 26
Villaviciosa de Odón 68,1 24.963 366,6 650 22
Totale 1.739,44 4.567.190 2625,67

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Madrid da capitale imperiale a regione metropolitana: Cinque secoli di terzializzazione – Ángel Bahamonde Magro, Luis Enrique Otero Carvajal.
  2. ^ L'area metropolitana di Toledo dibattito su UCLM
    « [...] i docenti universitari hanno manifestato dubbi circa la sussistenza di un organismo sovramunicipale ed hanno sostenuto che, in ogni caso, questo si troverebbe inglobato nella regione municipale di Madrid. »
    « [...] quali sono le realtà di Toledo e le loro aree di influenza. La principale di tali realtà, innegabilmente, è la pertinenza ad una unità superiore: la regione metropolitana di Madrid. »
  3. ^ Crescita relativa di 6,80 rispetto al 2,70 della provincia
  4. ^ Dati del sud metropolitano nell'Istituto di statística della Comunità di Madrid
  5. ^ Tres Cantos non esisteva nel 1964, faceva parte del comune di Colmenar Viejo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]