Area marina protetta Isole Ciclopi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Area marina protetta
Isole Ciclopi
Tipo di area Area marina protetta
Codifica EUAP EUAP0171
Stati Italia Italia
Regioni Sicilia Sicilia
Province Catania Catania
Comuni Aci Castello
Superficie a terra di costa: 6,24 km²
Superficie a mare 623,00 ha
Provvedimenti istitutivi D.I. 7/12/1989 (G.U. n.86 del 12/04/1990), D.M. 17/05/1996 (G.U. n.263 del 09/11/1996), D.M. 09/11/2004 (G.U. n.16 del 21.01.2005)
Gestore CUTGANA - Università degli Studi di Catania (Consorzio tra il Comune Aci Castello e l'Università di Catania)
Presidente Angelo Messina
Sito istituzionale

L'Area marina protetta Isole Ciclopi (semplificato A.M.P. Isole Ciclopi) è un'area protetta che si estende nel tratto di mare antistante Aci Trezza e comprende il piccolo arcipelago delle Isole dei Ciclopi e il tratto di mare tra Capo Mulini e Punta Aguzza nel comune di Aci Castello, istituita con Decreto Istitutivo Ministeriale del 09/11/2004[1][2].

Il tratto di costa compreso nella riserva fa parte della piattaforma continentale basaltica originata dal sollevamento dei fondali marini e dalle antichissime colate del vulcano Etna. Sono visibili nel porto di Acitrezza e nei faraglioni le caratteristiche formazioni basaltiche colonnari del tipo di quelle presenti nelle gole dell'Alcantara.

Flora e fauna[modifica | modifica wikitesto]

La riserva presenta una ricca flora sottomarina con varie centinaia di specie di alghe e vasti insediamenti di Posidonia oceanica. Rappresenta inoltre l'area principale di contatto tra fauna marina tirrenica e ionica e un importante mezzo di ripopolamento marino. Grande è anche la varietà di fauna invertebrata. La riserva può esser visitata da Acitrezza, con barche e battelli appositi a fondo trasparente.

Accessi[modifica | modifica wikitesto]

La riserva marina Isole Ciclopi è raggiungibile in auto per mezzo della S.S.114 Messina-Catania. Da Catania è raggiungibile per mezzo di Autolinea interurbana dell'AST. La sede e il centro visite si trovano ad Acitrezza, Via Provinciale 226.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il testo del D.I.M. sul sito ufficiale dell'A.M.P.
  2. ^ Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) 6º Aggiornamento approvato il 27 aprile 2010 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 115 alla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]