Ardeosaurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ardeosaurus
Ardeosaurus.jpg
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Famiglia Ardeosauridae
Genere Ardeosaurus
Specie
  • A. brevipes
  • A. digitatellus

L'ardeosauro (gen. Ardeosaurus) è un rettile estinto appartenente agli squamati. Visse nel Giurassico superiore (circa 140 milioni di anni fa) e i suoi resti sono stati ritrovati in Germania, nel famoso giacimento di Solnhofen.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale di piccole dimensioni (la lunghezza non superava i 20 centimetri) doveva essere piuttosto simile a un odierno geco: come questo, infatti, possedeva una grossa testa corta e piatta, con grandi orbite e (probabilmente) grandi occhi. L'affine Eichstaettisaurus era dotato di occhi ancor più grandi e posti più anteriormente sul cranio. Probabilmente il corpo non era appiattito come quello dei gechi odierni; le zampe, verosimilmente, non erano dotate delle caratteristiche lamine che permettono ai gechi di aderire alle superfici completamente verticali.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Fossile di Ardeosaurus

Descritto per la prima volta nella seconda metà dell' '800, l'ardeosauro è stato più volte considerato un possibile antenato dei gechi, in particolare per le caratteristiche del cranio. Per questo animale e altri strettamente imparentati (Eichstaettisaurus e Yabeinosaurus) è stata istituita la famiglia degli ardeosauridi (Ardeosauridae), costituita da presunti gechi primitivi. In tempi più recenti, tuttavia, l'ardeosauro è stato considerato una possibile forma basale degli Scincomorpha, un grande gruppo di squamati che tra l'altro comprende le attuali lucertole. È possibile, in ogni caso, che queste forme primitive rappresentassero un ramo molto vicino all'origine sia dei Gekkota sia degli Scincomporpha. Si conoscono due specie di ardeosauro: Ardeosaurus brevipes e A. digitatellus, entrambe rinvenute nel giacimento di Solnhofen.

Stile di vita[modifica | modifica wikitesto]

L'ardeosauro era un piccolo predatore di invertebrati, come insetti e vermi. Le orbite grandi indicano che probabilmente era un animale notturno; è possibile che fosse arboricolo, come gli odierni gechi. Ai bordi della laguna di Solnhofen vivevano numerosi altri rettili simili a lucertole, come Eichstaettisaurus, Bavarisaurus, Homeosaurus e Kallimodon, ognuno dei quali con una propria specializzazione.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Evans S.E., Wang Y., & Li C. 2005. The Early Cretaceous lizard genus Yabeinosaurus from China: resolving an enigma. Journal of Systematic Palaeontology 3(4): 319–335.