Arcyz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arcyz
città
Арциз
Arcyz – Stemma Arcyz – Bandiera
Arcyz – Veduta
Sede dell'Unione dei consumatori del distretto
Localizzazione
StatoUcraina Ucraina
Oblast'Flag of Odesa Oblast.svg Odessa
DistrettoArcyz
Territorio
Coordinate45°59′N 29°25′E / 45.983333°N 29.416667°E45.983333; 29.416667 (Arcyz)
Altitudine16 m s.l.m.
Superficie118,44 km²
Abitanti14 919 (2015)
Densità125,96 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale68400-68409
Prefisso+380 4845
Fuso orarioUTC+2
Codice KOATUU5120410100
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Arcyz
Arcyz

Arcyz (in ucraino: Арциз?), nota anche con il nome russo di Arciz (in russo: Арциз?), è un centro abitato dell'estremo sud dell'Ucraina, situato nell'oblast' di Odessa, nella regione storica della Bessarabia storica, detta anche "Budžak".

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione[modifica | modifica wikitesto]

La città sorse nel 1816 per opera di un gruppo di tedeschi, invitati dal governo russo a stabilirsi nel sud della Bessarabia, annessa all'Impero russo nel 1812. Questi migranti provenivano dalla parte della Prussia che ora è territorio polacco; un primo gruppo di ottantadue famiglie proveniva dal distretto di Kulm (attuale Chełmno), nella Prussia Occidentale, un secondo gruppo proveniva invece dal distretto di Kalisch (attuale Kalisz), nella Prussia Meridionale. La migrazione diede origine ad altri undici villaggi, a molti dei quali vennero dati nomi francesi, per ricordare le vittorie russe durante le guerre napoleoniche. Arcyz è dunque uno dei centri tedeschi della Bessarabia.

Anche Arcyz ha ricevuto il suo nome per ricordare l'omonima località francese (Arcis-sur-Aube), ove l'esercito russo ottenne un'importante vittoria durante la Battaglia di Arcis-sur-Aube. Analogamente è avvenuto per altri centri della zona, come Tarutyne, Malojaroslavec, Borodin, Leipzig, Ferschampenauis, Paris, Teplyzja (oblast di Odessa) ed altri.

Nei primi anni l'insediamento di Arcyz subì notevoli battute d'arresto, anche a causa dei cattivi raccolti. Nel 1824 fu fondata la città di Neu-Arzis ("Nuova Arcyz", in tedesco), come colonia sussidiaria, perché molte famiglie potessero risiedere più vicino ai campi, alcuni dei quali erano a 10 km dal paese. Un'epidemia di peste uccise 180 persone nel 1829 e il colera 280.

Nel XX secolo, nel paese si svilupparono la vendita al dettaglio e una piccola industria con fabbriche di tessuti, tintorie e fabbriche di macchine agricole.

Dopo l'occupazione sovietica della Bessarabia nell'estate del 1940, seguendo quanto stabilito dal patto Molotov-Ribbentrop, i tedeschi della Bessarabia si trasferirono nel Terzo Reich nell'autunno del 1940, sotto il motto Heim ins Reich ("ritorno a casa").

Sette Stati diversi di appartenenza[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso dei suoi due secoli di vita, Arcyz ha cambiato stato di appartenenza ben sei volte. Ciò è dovuto al fatto di sorgere in un territorio a lungo conteso. Si fornisce di seguito un elenco dei cambiamenti di stato avvenuti dal 1816 ad oggi.

1816–1917: Impero russo

1917–1918: Repubblica Democratica Moldava

1918–1940: Regno di Romania

1940–1941: Unione Sovietica (Repubblica Socialista Sovietica Ucraina)

1941–1944: Regno di Romania

1944–1991: Unione Sovietica (Repubblica Socialista Sovietica Ucraina)

1991–presente: Ucraina

L'inaugurazione della ferrovia[modifica | modifica wikitesto]

Stazione ferroviaria

Una data importate per lo sviluppo della città è il 20 febbraio 1941, quando, alla vigilia del 23º anniversario dell'Armata Rossa, fu completata la costruzione del ramo ferroviario che collega Izmaïl con Odessa, passante per Arcyz, che ebbe così finalmente la sua stazione ferroviaria; già nel 1940 il governo sovietico aveva deciso di iniziare la costruzione del primo tratto di questa linea: i 90 chilometri da Arcyz ad Izmail, il porto principale del tratto ucraino del Danubio[1].

Dopo anni di un declino che sembrava irreversibile del traffico ferroviario nella stazione di Arcyz, dal 24 settembre 2016 la città è attraversata ogni giorno dal treno passeggeri notturno ad alta velocità Дунай (Dunaj - "Danubio"), che collega la città verso nord-est con Belgorod Dnestrovskij, Odessa, Kiev e Vinnycja, e verso sud-ovest con Izmaïl[1].

Una seconda linea ferroviaria fa capo ad Arcyz: si tratta della ferrovia della Bessarabia, che collega la città con Berezino; un tempo questa linea ferrata arrivava sino a Bessarabiskaya[1].

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Numerose statue risalenti al periodo sovietico abbelliscono le zone verdi di Arcyz; tra queste si segnalano il monumento ai conquistatori del cosmo (покорители космоса) e il memoriale della Seconda Guerra Mondiale (Братська могила радянських воїнів). Tra le sculture più recenti, notevole è il busto del poeta ucraino Taras Ševčenko, installato il 10 novembre 2006[1].

La statua sovietica dedicata a Lenin, che era posta nella piazza principale, nel 2014 è stata dipinta con i colori della bandiera ucraina e nel 2015 è stata abbattuta; entrambe le azioni sono state compiute da ignoti[2]. La stessa sorte hanno subito altre due statue di Lenin che erano collocate ad Arcyz, ma in questo caso su decisione del consiglio comunale[3].

Tra gli edifici, si segnala la chiesa luterana, risalente al 1880, testimonianza della fondazione tedesca della città. Fu costruita e messa in funzione dalla comunità tedesca, che aveva promosso una raccolta dei fondi necessari[4].

Tra le altre architetture, sono interessanti la sede dell'Ufficio del registro e la sede dell'Unione dei consumatori del distretto, già case d'abitazione, risalenti al XIX secolo[1].

Sculture ed edifici notevoli

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

Composizione linguistica della popolazione (2001)
Lingua ucraina Lingua russa Lingua bulgara Lingua moldava Lingua romaní Lingua gagauza
22,57 % 66,51 % 7,90 % 1,48 % 0,47 % 0,41 %
Composizione etnica della popolazione (2001)
etnia ucraina etnia russa etnia bulgara etnia moldava
30 % 26 % 18 % 4 %

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN146748641 · LCCN (ENn96066683
  Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Ucraina