Arcobacter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Arcobacter
Immagine di Arcobacter mancante
Classificazione scientifica
Dominio Prokaryota
Regno Bacteria
Phylum Proteobacteria
Classe Epsilonproteobacteria
Ordine Campylobacterales
Famiglia Campylobacteraceae
Genere Arcobacter

Arcobacter è un genere di batteri gram negativi flagellati appartenenti alla famiglia Campylobacteraceae. Questo genere di batteri comprende diverse specie di interesse medico e medico veterinario in quanto specie patogena dell'uomo e di alcune specie di animali (es. suini, bovini, pollame). Non tutte le specie appartenenti a questo genere sono patogene, per esempio A.nitrofigilis è una specie azoto fissatrice. Le specie principali sono: A. butzleri (di cui è stato sequenziato completamente il genoma), A. cryaerophilus, A. skirrowii, A. nitrofigilis, A.thereius.

A differenza delle altre specie appartenenti alla famiglia delle Campylobacteraceae come il batterio Campylobacter jejuni, Arcobacter è maggiormente tollerante alla presenza di ossigeno (anche se predilige un ambiente povero di ossigeno) e la sua temperatura di crescita ottimale è minore.

Caratteristiche morfologiche[modifica | modifica wikitesto]

Arcobacter spp. su terreno agarizzato forma piccole colonie tonde di colore bianco/trasparente. Al microscopio ottico si può osservare la tipica forma bastoncellare curva da cui deriva il nome Arcobacter.

Ecologia[modifica | modifica wikitesto]

I batteri del genere Arcobacter vengono frequentemente isolati da diversi compartimenti ambientali, principalmente da acque reflue, salmastre, marine e da diversi alimenti. In particolare, gli alimenti nel quale questi batteri vengono isolati più frequentemente sono carni di pollo e suino e di conseguenza da materiale fecale, probabilmente per la precedente assunzione di cibi contaminati. Altre matrici alimentari da cui sono state isolate specie batteriche di questo genere sono il latte e in minor misura frutta e verdura. Alcune specie sono state rilevate in molluschi e pesci come la trota, mentre specie non patogene come A. nitrfigilis sono state rinvenute a stretto contatto con le radici di alcune piante.

Patogenicità[modifica | modifica wikitesto]

Le specie patogene appartenenti al genere Arcobacter colonizzano l'intestino. I principali sintomi provocati sono rappresentati da: febbre, vomito, nausea, diarrea. Le persone maggiormente vulnerabili a questi batteri sono i bambini e le persone immunodepresse. Questo batterio inizia la sua patogenesi dopo l'assunzione orale, l'acqua e il materiale fecale (alimenti contaminati) rappresentano le principali fonti di infezione. I sintomi delle batteriosi da Arcobacter spp. vengono spesso scambiati per sintomi provocati da C. jejuni, questo ha portato ad una sottostima della patogenicità di questo genere batterico.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]