Arcimbaldo di Borbone il Giovane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Arcimbaldo di Borbone (... – 1169) fu erede della Signoria di Borbone, premorto al padre.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Arcimbaldo, secondo la Histoire du Bourbonnais et des Bourbons qui l'ont possédé, Volume 1, era l'unico figlio maschio del Signore di Borbone, Arcimbaldo VII e della moglie, Agnese di Savoia[1], figlia di Umberto II, il sesto Conte di Savoia e Conte d'Aosta e Moriana e marchese d'Italia[2].
Arcimbaldo VII di Borbone, sia secondo le Gesta Ambaziensium Dominorum, che gli Etude sur la chronologie des sires de Bourbon, Xe-XIIIe siecles, era figlio del Signore di Borbone, Aimone II il Vaire-Vache[3] e della moglie, Lucia di Nevers[4], che, secondo la Origine et Historia Brevi Nivernensium Comitum, era figlia di Guglielmo, conte associato di Tonnerre[5].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Arcimbaldo, secondo il Chronicon Cluniacense nacque nel 1140[6].

Arcimbaldo (Archimbaudus de Borbonio iuvenis), secondo il documento n° XXXVI del Fragments du cartulaire de La Chapelle-Aude, in una data imprecisata, con l'approvazione della madre, Agnese (Agnes comitissa Borbonis, inclita mater eius), fece una donazione alla chiesa di Chapelle-Aude (ecclesiam et villam Capelle Aude)[7].

Il Chronicon Cluniacense riporta la morte di Arcimbaldo (Archimbaudus VII, filius sequentis Archimbaudi) nel 1169 (MCLXIX)[8].

Suo padre, Arcimbaldo VII morì nel 1171[1]; anche il Chronicon Cluniacense riporta la morte di Arcimbaldo VII (Archimbaudus VI, filius Aymonis) nel 1171 (MCLXXI)[9]. Essendogli premorto il suo unico figlio maschio, Arcimbaldo, nella signoria, gli succedette la nipote, la figlia di Arcimbaldo, Matilde[10].

Il documento n° 27A, datato 1196, inerente la conferma dei costumi di Souvigny da parte di Matilde e del marito Guy II di Dampierre (Guido de Donopetro tunc dominus de Borbonio et Mahaut uxor mea), cita Arcimbaldo ed il padre e la madre (Archinbaudi de Borbonio et Agnetis uxoris sue et Archinbaudi eorundem filii), quali concessionari delle libertà di Souvigny[11].

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Arcimbaldo, secondo la Histoire du Bourbonnais et des Bourbons qui l'ont possédé, Volume 1, aveva sposato Alice di Borgogna (1146 - 1192)[10], figlia del duca di Borgogna, Oddone II, e della moglie Maria di Blois, che, rimasta vedova, in seconde nozze, sposò Oddone di Déols, come ci conferma il Gaufredi Prioris Vosiensis, Pars Altera Chronici Lemovicensis XXI[12].
Arcimbaldo da Alice ebbe un'unica figlia[13]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]