Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Arcieparchia di Făgăraș e Alba Iulia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arcieparchia di Făgăraș e Alba Iulia
Archieparchia Fagarasiensis et Albae Iuliensis Romenorum
Chiesa rumena
Cathedral of Blaj.jpg
Diocesi suffraganee
Cluj-Gherla, Gran Varadino, Lugoj, Maramureș, San Basilio Magno di Bucarest
Arcieparca cardinale Lucian Mureșan
Sacerdoti 195 di cui 192 secolari e 3 regolari
1.035 battezzati per sacerdote
Religiosi 5 uomini, 168 donne
Battezzati 202.000
Parrocchie 581
Erezione 18 maggio 1721
Rito bizantino
Cattedrale Santissima Trinità
Indirizzo Str. Petru Pavel Aron 2, RO-3175 Blaj, AB. Romania
Sito web www.bru.ro
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Romania

L'arcieparchia di Făgăraș e Alba Iulia (in latino: Archieparchia Fagarasiensis et Albae Iuliensis Romenorum) è una sede metropolitana della Chiesa greco-cattolica rumena. Nel 2016 contava 202.000 battezzati. È retta dall'arcieparca cardinale Lucian Mureșan.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcieparchia estende la sua giurisdizione sui fedeli cattolici di rito bizantino che risiedono in Transilvania, ad eccezione della parte nord-occidentale e del distretto di Hunedoara, e nella Moldavia romena.

Sede arcieparchiale è la città di Blaj, dove si trova la cattedrale della Santissima Trinità.

Il territorio è suddiviso in 581 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la ratifica dell'Unione con Roma degli ortodossi della Transilvania (7 maggio 1700), papa Innocenzo XIII istituì il 18 maggio 1721 con la bolla Rationi congruit una diocesi per gli "uniti di Transilvania" con sede a Făgăraș.

Nel 1737 la sede fu trasferita a Blaj, mantenendo però il titolo di Făgăraș.

Il 26 novembre 1853 con la bolla Ecclesiam Christi di papa Pio IX la diocesi fu elevata al rango di arcieparchia metropolitana. Contemporaneamente cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione dell'eparchia di Lugoj. Il 19 dicembre dello stesso anno cedette un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione dell'eparchia di Gherla (oggi eparchia di Cluj-Gherla).

L'8 giugno 1912 cedette le parrocchie di lingua ungherese a vantaggio dell'erezione dell'eparchia di Hajdúdorog.

Il 5 giugno 1930 cedette ancora una porzione di territorio a vantaggio dell'erezione dell'eparchia di Maramureș.

Il 9 aprile 1934 incorporò 35 parrocchie che erano appartenute all'eparchia di Hajdúdorog.

Il 17 dicembre 2005 con la bolla Ad totius Dominici papa Benedetto XVI ha elevato la Chiesa greco-cattolica rumena alla dignità di Chiesa arcivescovile maggiore e contestualmente l'arcieparchia di Făgăraș e Alba Iulia è divenuta la sede propria dell'arcivescovo maggiore.

Il 29 maggio 2014 ha ceduto una porzione di territorio a vantaggio dell'erezione dell'eparchia di San Basilio Magno di Bucarest.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ioannes Nemes de Pataky, O.S.B.M. † (15 giugno 1721 - 29 ottobre 1727 deceduto)
  • Ioan Inocențiu Micu Klein, O.S.B.M. † (11 novembre 1730 - 7 maggio 1751 dimesso)
  • Petru Pavel Aron, O.S.B.M. † (28 febbraio 1752 - 27 gennaio 1764 deceduto)
  • Atanasie Rednic, O.S.B.M. † (22 aprile 1765 - 2 maggio 1772 deceduto)
  • Grigore Maior, O.S.B.M. † (8 marzo 1773 - 22 settembre 1783 dimesso)
  • Ioan Babb † (15 dicembre 1783 - 2 ottobre 1830 deceduto)
  • Ioan Lemeni † (15 aprile 1833 - marzo 1850 dimesso)
  • Alexandru Șterca Șuluțiu † (17 febbraio 1851 - 7 settembre 1867 deceduto)
  • Ioan Vancea † (21 dicembre 1868 - 31 luglio 1892 deceduto)
  • Victor Mihaly de Apșa † (18 marzo 1895 - 21 gennaio 1918 deceduto)
  • Vasile Suciu † (9 agosto 1919 - 25 gennaio 1935 deceduto)
  • Alexandru Nicolescu † (29 agosto 1936 - 5 giugno 1941 deceduto)
    • Sede vacante (1941-1990)[1]
  • Alexandru Todea † (14 marzo 1990 - 4 luglio 1994 ritirato)
  • Lucian Mureșan, dal 4 luglio 1994

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcieparchia al termine dell'anno 2016 contava 202.000 battezzati.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1948 412.486 17.000.000 2,4 655 647 8 629 173 606
1999 362.000 ? ? 196 189 7 1.846 1 10 130 624
2000 360.000 ? ? 205 197 8 1.756 1 11 157 175
2001 360.000 ? ? 217 210 7 1.658 2 12 164 624
2002 360.000 ? ? 231 222 9 1.558 2 13 170 184
2003 358.000 ? ? 226 219 7 1.584 10 170 184
2004 350.000 ? ? 220 215 5 1.590 7 155 189
2006 367.000 ? ? 212 212 5 1.731 6 160 624
2009 289.000 ? ? 216 211 5 1.337 6 158 624
2013 216.000 ? ? 212 208 4 1.018 4 168 624
2016 202.000 ? ? 195 192 3 1.035 5 168 581

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Durante il periodo di sede vacante, sono segnalati come amministratori apostolici Valeriu Traian Frențiu (1941-1947) e Ioan Suciu (1947 - 27 giugno 1953).

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi