Archivio di Stato dell'Aquila

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Archivio di Stato dell'Aquila
L'Aquila eathquake prefettura.jpg
Il Palazzo della Prefettura dell'Aquila, sede dell'Archivio di Stato dal 1835, dopo il terremoto del 2009.
Ubicazione
StatoItalia Italia
RegioneAbruzzo
CittàL’Aquila
IndirizzoVia Galileo Galilei, 2
Dati generali
Tipologia giuridica conservatorepubblico
Tipologia funzionaleArchivio di Stato
SANscheda SAN
Sito web ufficiale

Coordinate: 42°20′29.72″N 13°27′40.03″E / 42.341589°N 13.461119°E42.341589; 13.461119

L'Archivio di Stato dell'Aquila è un organo del MiBACT a competenza provinciale, preposto alla conservazione dei documenti provenienti dagli uffici degli enti statali, ma anche di quelli pubblici e dei soggetti produttori privati. L'archivio ha la sede centrale nel capoluogo abruzzese, ma ne fanno parte anche le sezioni distaccate di Avezzano e Sulmona.[1] La sede storica era sita nel Palazzo della Prefettura (Piazza della Repubblica, 11), ma, a seguito dei crolli avvenuti per il terremoto dell'Aquila del 6 aprile 2009, è stata spostata nel Nucleo Industriale di Bazzano (Via Galileo Galilei, 2).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Archivio dell'Aquila fu istituito come Archivio provinciale del Regno delle Due Sicilie con decreto 22 ott. 1812 [Bullettino regno Napoli, 1812, n. 1524.] e successivo regolamento adottato con decreto 12 nov. 1818 [Collezione regno Due sicilie, 1818, n. 1379.]. Di fatto, la sua attività cominciò nel 1835, con sede principale l'ex convento della Chiesa di Sant'Agostino (oggi Palazzo della Prefettura). Come tutti gli altri archivi del Sud Italia, con r.d. 22 sett. 1932, n. 1391, assunse il nome di Archivio provinciale di Stato; con l.22 dic. 1939, n. 2006, quello di Sezione di Archivio di Stato; infine, a seguito del d.p.r. 30 sett. 1963, n. 1409, quello di Archivio di Stato.[2] Nel corso degli anni, con l'accrescersi del patrimonio documentario, l'Archivio si estese con altre sedi sussidiarie nel centro storico dell'Aquila: un appartamento a Palazzo Sidoni (Piazza della Repubblica, 17) e un palazzo in Via del Cardinale, 2; con il crollo dei locali a seguito del terremoto del 2009, l'Archivio è stato spostato con tutto il suo patrimonio in un edificio moderno nel nucleo industriale della frazione di Bazzano, in Via Galileo Galilei, 2.[3][4]

Direttori[modifica | modifica wikitesto]

  • Leopoldo Cassese (1930-1934)
  • ...
  • Agostino Attanasio (2007-2008)
  • Ferruccio Ferruzzi (2009-2012)
  • Paolo Buonora (2012-2015)
  • Daniela Nardecchia (2015-in carica)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chi siamo - Archivio di Stato dell'Aquila, su archiviodistatolaquila.beniculturali.it. URL consultato il 22 giugno 2018.
  2. ^ Archivio di Stato di L'Aquila, su san.beniculturali.it. URL consultato il 22 giugno 2018.
  3. ^ L'Archivio di stato, com'era - Archivio di Stato dell'Aquila, su archiviodistatolaquila.beniculturali.it. URL consultato il 22 giugno 2019.
  4. ^ Inaugurato a L'Aquila il nuovo Archivio di Stato, su abruzzo24ore.tv. URL consultato il 22 giugno 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

L'Aquila Portale L'Aquila: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Aquila