Architettura d’interni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Allestimento di L. Gargantini per la Fiera di Bolzano, 1957. Foto di Paolo Monti

L’architettura d'interni o architettura degli interni (talvolta designata tramite l'ibrido: design degli interni, o l'anglicismo: interior design) è la progettazione degli spazi e degli oggetti d'uso comune all'interno di un luogo chiuso, sia esso un'abitazione privata, un esercizio commerciale, uno spazio ricettivo, un ambiente di lavoro.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Comunemente si associa all'arredatore d'interni una figura più simile ad uno stilista d'interni, ma in realtà il progettista presta particolare attenzione agli aspetti pratici e funzionali del vivere lo spazio, ad esempio che i mobili abbiano il giusto dimensionamento, che siano rispettati gli spazi di passaggio, che gli arredi siano disposti in modo comodo e funzionale, che i materiali e le tecnologie siano di buona qualità, che non ci siano potenziali pericoli per la salute di chi usufruirà di questi ambienti,l'abbattimento delle barriere architettoniche, la ristrutturazione architettonica e l'ammodernamento per nuove destinazioni d'uso, che ci sia un buon isolamento acustico, un buon rapporto fra consumi energetici e comfort, che tutto l'ambiente sia in armonia tra l'ingombro degli spazi pieni e l'utilizzo degli spazi vuoti.

La figura dell'arredatore d'interni[1] ha conquistato nell'ultimo decennio una così rilevante importanza nella costruzione di edifici, pubblici o privati che siano, tanto da far nascere un corso universitario vero e proprio in molte Università italiane (ad es. Politecnico di Milano).

Prima dell'introduzione di queste definizioni tutto ciò si riconduceva all'arte della decorazione che veniva distinta dall'arte dell'architettura vera e propria perché non andava a modificare le strutture portanti degli edifici, ma si occupava sia degli abbellimenti interni ed esterni che degli arredamenti veri e propri.

È da tenere presente che il termine design[2] è di recente introduzione, importato dalla lingua inglese alla metà del '900 e che spesso si affianca al termine italiano di architettura, disegno o progettazione; in lingua tedesca: Gestaltung.

Realizzazione di scala in legno su misura. Soluzione pratica per risolvere un problema di ripida pendenza per accedere a un soppalco, mantenendo intatto il disegno dell'appartamento

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Architetto o arredatore d'interni, su wordreference.com.
  2. ^ Architettura, disegno o progettazione, su dizionari.corriere.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Graeme Brooker, Stone, Sally, Progettare l’architettura d’interni, Modena, Zanichelli, 2010, ISBN 978-88-08-16266-3.
  • Germana Bricarello, Architettura d’interni, Torino, UTET Università, 1997, ISBN 88-7750-460-9.
  • Simona Canepa, Stone, Sally, Architettura degli interni e progetto dell’abitazione, Torino, Utet Scienze Tecniche, 2011, ISBN 978-88-598-0601-1.
  • Santi Centineo, Interno interiore intimo. Architettura degli interni, uomo, cultura, società, Palermo, Caracol, 2010, ISBN 978-88-89440-59-9.
  • Luciano Crespi, Da spazio nasce spazio. L’interior design nella trasformazione degli ambienti contemporanei, Milano, Postmedia, 2013, ISBN 978-88-7490-088-6.
  • Beppe Finessi, a cura di, Stanze. Altre filosofie dell'abitare, Venezia, Marsilio, 2016, ISBN 978-88-317-2484-5
  • Fulvio Irace, Storie d’interni. L’architettura dello spazio domestico moderno, Roma, Carocci, 2015, ISBN 978-88-430-7825-7.
  • Giancarlo Rosa, Grimaldi, Andrea, Architettura degli interni, Roma, Officina, 2005, ISBN 978-88-87570-92-2.
  • Riccardo Salvi, Manuale di architettura d’interni vol. 1. L’abitazione, Milano, Franco Angeli, 2011, ISBN 978-88-568-3409-3.
  • Riccardo Salvi, Manuale di architettura d’interni vol. 2. L’ufficio, Milano, Franco Angeli, 2011, ISBN 978-88-568-3808-4.
  • Riccardo Salvi, Manuale di architettura d’interni vol. 3. Bar e ristoranti, Milano, Franco Angeli, 2012, ISBN 978-88-568-4550-1.
  • Riccardo Salvi, Manuale di architettura d’interni vol. 4. L’albergo, Milano, Franco Angeli, 2012, ISBN 978-88-568-4928-8.
  • Riccardo Salvi, Manuale di architettura d’interni vol. 5. Il negozio, Milano, Franco Angeli, 2013, ISBN 978-88-204-4366-5.
  • Riccardo Salvi, Dentro l'edificio. Brevi considerazioni sull'architettura d'interni, Milano, Franco Angeli, ISBN 978-88-917-4431-9
  • Penny Sparke, Interni moderni. Spazi pubblici e privati dal 1850 a oggi, Torino, Einaudi, 2011, ISBN 978-88-06-20667-3.
  • Susan Yelavich, Architettura d’interni contemporanea, Londra, Phaidon, 2008, ISBN 978-0-7148-5921-7.
  • Edith Wharton, Codman, Ogden, La decorazione della casa, Roma, Elliot Edizioni, 2012, ISBN 978-88-6192-282-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85067272 · GND (DE4072819-5 · NDL (ENJA00571298