Araldi del Vangelo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I simboli contenuti nello stemma sono i pilastri del carisma dell'associazione, Eucaristia, Maria e il primato di Pietro.
Stemma della Associazione di diritto pontificio Araldi del Vangelo.

Gli Araldi del Vangelo (in latino Evangelii Praecones, il cui acronimo è EP) è un'associazione privata di fedeli di diritto pontificio[1]. La prima ad essere eretta dalla Santa Sede nel terzo millennio, durante la festa liturgica della Cattedra di San Pietro il 22 febbraio 2001.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione degli Araldi del Vangelo, avvenne il 21 settembre 1999 da Mons. João Scognamiglio Clá Dias. La sua approvazione e il suo riconoscimento davanti la Chiesa avvenne il 22 febbraio 2001, grazie a papa Giovanni Paolo II. In questa occasione, il Pontefice ha esortato: “Siate messaggeri del Vangelo per l'intercessione del Cuore Immacolato di Maria”[2]. Dalla familia degli Araldi del Vangelo, nasce la società clericale Virgo Flos Carmeli, approvata da papa Benedetto XVI il 26 aprile 2009.

Presenti in 78 paesi, gli Araldi del Vangelo hanno la loro chiesa principale in Brasile, la Basilica Nostra Signora del Rosario, che si trova nella Serra da Cantareira, eretta grazie a libere donazioni. Nella Basilica c'è anche un seminario, dove gli studi sono basati sulla filosofia e teologia di San Tommaso d'Aquino.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

L'autorità suprema degli Araldi del Vangelo viene eletta dal consiglio generale. Esistono anche consigli regionali che amministrano le comunità nei diversi paesi in cui essa opera. Oltre all'organizzazione interna, ci sono anche operatori e membri onorari, che sono individui e famiglie che partecipano attivamente a questo carisma.

Gli ordini[modifica | modifica wikitesto]

  • Ordine I: uomini consacrati che si dedicano pienamente alla Santa Chiesa Cattolica Romana e all'entità stessa.
  • Ordine II: donne consacrate che si dedicano pienamente alla Santa Chiesa Cattolica Romana e all'entità stessa.
  • Ordine III: uomini o donne, che si dedicano agli ideali dell'entità nel mondo del lavoro, nella famiglia e nei loro circoli sociali.

Consacrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gli Araldi del Vangelo sono consacrati a Gesù Cristo tramite la Madonna, secondo il metodo del francese San Luigi Maria Grignon di Montfort, come descritto sul libro "Il trattato della vera devozione alla Vergine Maria".

Chiese[modifica | modifica wikitesto]

Gli Araldi del Vangelo hanno diverse chiese sparse in tutto il mondo, alcune elevate alla categoria di basiliche:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Associazioni Internazionali di fedeli, Repertorio - Pontificio Consiglio per i Laici, su www.vatican.va. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  2. ^ Ecco chi sono gli Araldi del Vangelo, su www.acistampa.com. URL consultato il 12 febbraio 2019.
  3. ^ Gli Araldi del Vangelo e San Benedetto in Piscinula, in San Benedetto in Piscinula, 17 dicembre 2015. URL consultato il 7 marzo 2018 (archiviato dall'url originale l'8 settembre 2017).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sito ufficiale degli Araldi del Vangelo, su araldi.org.

Controllo di autoritàVIAF (EN298526638 · GND (DE1044778059 · WorldCat Identities (EN298526638
Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo