Apollyon (musicista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Apollyon
Tuska2007 Apollyon 04.jpeg
Apollyon in concerto con gli Immortal.
NazionalitàNorvegia Norvegia
GenereBlack metal[1][2][3][4][5]
Death metal[6]
Periodo di attività musicale1994 – in attività
StrumentoChitarra, Basso, Voce, Batteria
Gruppo attualeImmortal
Aura Noir
Gruppi precedentiDødheimsgard
Cadaver
Lamented Souls
Waklevören
Two Trains
Album pubblicati19
Studio13
Live3
Raccolte3
Sito ufficiale

Ole Jørgen Moe, conosciuto come Apollyon (Norvegia, 4 gennaio 1974), è un chitarrista, bassista, cantante e batterista norvegese. Ha suonato con i Dødheimsgard e i Cadaver, mentre ora è negli Aura Noir e negli Immortal dalla riunione del 2006[3]. Ha inoltre cantato come ospite negli album dei Darkthrone Plaguewielder (2001) e Sardonic Wrath (2004), e anche nell'EP 1986 degli Audiopain nel 2004[7]. Ha suonato live con i Gorgoroth dal 2003 al 2004 e nello stesso anno, Apollyon ha partecipato al concerto alla memoria di Quorthon dei Bathory al festival Hole in the Sky a Bergen in Norvegia. Apollyon ha suonato il basso in tutte le canzoni oltre ad aver cantato la canzone Equimanthorn. Oltre ad Apollyon, la tribute band era composta anche da Bård Faust degli Emperor alla batteria, Ivar Bjørnson degli Enslaved, Samoth sempre degli Emperor alla chitarra mentre alla voce, alternandosi, vi erano Gaahl dei Gorgoroth, Abbath degli Immortal, Grutle Kjellson degli Enslaved, Nocturno Culto dei Darkthrone e Satyr dei Satyricon[8].

Band[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente[modifica | modifica wikitesto]

Apollyon con gli Aura Noir nel 2017

Passate[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con gli Aura Noir[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Con i Dødheimsgard[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Con i Cadaver[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Album live[modifica | modifica wikitesto]

Con i Lamented Souls[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Con i Secht[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Con i Waklevören[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Con i Two Trains[modifica | modifica wikitesto]

Con gli Immortal[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Con i Gorgoroth[modifica | modifica wikitesto]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Come ospite[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianni Della Cioppa, 2010, p. 54.
  2. ^ (EN) The History of Rock Music: Immortal, Scaruffi.com. URL consultato il 29 aprile 2010.
  3. ^ a b (EN) Immortal su AMG, Allmusic.com. URL consultato il 29 aprile 2010.
  4. ^ (EN) Aura Noir, Allmusic.com. URL consultato il 23 novembre 2010.
  5. ^ (EN) Dødheimsgard, Allmusic.com. URL consultato il 23 novembre 2010.
  6. ^ (EN) Cadaver, Allmusic.com. URL consultato il 23 novembre 2010.
  7. ^ (EN) Apollyon su Discogs.com, Discogs.com. URL consultato il 23 novembre 2010.
  8. ^ (EN) Faust parla della leggenda dei Bathory, con riferimento al live in onore di Quorthon, Roadrunnerrecords.com. URL consultato il 23 novembre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN167145970104832251019 · ISNI (EN0000 0004 0718 5669
Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal