Aplysia punctata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Aplysia punctata
Classificazione scientifica
DominioEukaryota
RegnoAnimalia
SottoregnoEumetazoa
PhylumMollusca
SubphylumConchifera
ClasseGastropoda
SottoclasseHeterobranchia
InfraclasseEuthyneura
SubterclasseTectipleura
OrdineAplysiida
SuperfamigliaAplysioidea
FamigliaAplysiidae
GenereAplysia
SpecieA. punctata
Nomenclatura binomiale
Aplysia punctata
(Cuvier, 1803)

Aplysia punctata (Cuvier, 1803) è un mollusco gasteropode della famiglia Aplysiidae.[1]

La colorazione degli esemplari adulti varia dal nero al verdastro, con macchie pallide[2], invece i giovani sono più chiari, rosati e talvolta tendenti al rosso[3]. I rinofori sono abbastanza lunghi e arrotolati. La conchiglia è interna, di forma convessa[4]. Raggiunge i 20 centimetri di lunghezza[5], dimensione che la rende uno degli opistobranchi più grandi. Emette una secrezione biancastra[2] o violacea[3] che potrebbe essere velenosa per piccoli animali[6].

Si nutre di alghe dei generi Cystoseira, Ulva, Laminaria e Zostera.[3][4]

Distribuzione e habitat

[modifica | modifica wikitesto]

È diffusa nel mar Mediterraneo, nel mare del Nord e nelle aree costiere dell'oceano Atlantico orientale[1]. Vive a basse profondità, nelle zone costiere ricche di alghe.[7]

  1. ^ a b (EN) MolluscaBase eds. 2020, Aplysia punctata (Cuvier, 1803), in WoRMS (World Register of Marine Species). URL consultato il 17 ottobre 2020.
  2. ^ a b (EN) Aplysia punctata, in The Sea Slug Forum, Sydney, Australian Museum.
  3. ^ a b c (EN) Aplysia punctata, su Marine Species Identification Portal. URL consultato il 17 ottobre 2020.
  4. ^ a b Rupert Riedl, p. 281.
  5. ^ (EN) Aplysia punctata [collegamento interrotto], su Marine Life Information Network - UK. URL consultato il 17 ottobre 2020.
  6. ^ W. Luther, K. Fiedler, p. 184.
  7. ^ W. Luther, K. Fiedler, p. 156.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]