Api (figlio di Foroneo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Api
Nome orig.Ἄπις
SessoMaschio
Luogo di nascitaArgo
ProfessioneRe di Argo

Api (in greco antico: Ἄπις, Ápis) è un personaggio della mitologia greca. Fu un Re di Argo.

Genealogia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Foroneo e della ninfa Teledice[1] o Cinna[2] o Cerdo[3] od anche Peito[4], Laodice[5] o Perimede[6].

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Istituì un governo tiranno e chiamò "Apia" la parte del Peloponneso sotto il suo dominio. Probabilmente fu ucciso dopo una cospirazione tra il re di Sparta Telchione e Telchi.

La sua morte fu vendicata da Argo Panoptes che condannò a morte i due cospiratori[1].

Serapis[modifica | modifica wikitesto]

Questo personaggio mitologico ha dei risvolti in Egitto in quanto è stato detto che dopo la sua morte è stato adorato come un dio sotto il nome di Serapis (Σάραπις). Questa confusione è ancora più evidente nella tradizione poiché Apis cedette il suo regno (Argo) a suo fratello e se ne andò in Egitto, dove regnò ancora per diversi anni[7][8] e tornando ai greci, Apis è considerato uno dei primi legislatori[9].

In Egitto inoltre, esisteva una figura mitologica a lui riconducibile (Serapis).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Apollodoro, Biblioteca Historica II, 1.1, su theoi.com. URL consultato il 10 maggio 2019.
  2. ^ Igino, Fabulae 145
  3. ^ (EN) Pausania, Periegesi della Grecia II, 21.1 e 2, su theoi.com. URL consultato il 10 maggio 2019.
  4. ^ Scoli a Euripide, Oreste 920
  5. ^ Tzetzes on Licofrone 177
  6. ^ Scoli a Pindaro, Olimpiche 3. 28
  7. ^ Eusebio, Chronache, n. 271
  8. ^ Agostino d'Ippona, De Civitate Dei, 18. 5
  9. ^ Theodoret. Graec. Affect. Cur. vol. iv. p. 927, ed. Schulz.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca